Stella Azzurra Roma, giovani e veterani: testa-coda a Desio

Stella Azzurra Roma
[ethereumads]

Mercoledì Cantù torna in campo a Desio contro la Stella Azzurra Roma di Luca Bechi, ancora a caccia della prima vittoria.

Turno infrasettimanale per la Pallacanestro Cantù, che mercoledì farà ritorno al PalaDesio dopo quasi un mese. Ad attenderla ci sarà la Stella Azzurra Roma, fanalino di coda e ancora a quota zero punti in classifica. Un classico testa-coda, quindi, ma non per questo una partita da prendere alla leggera.

I capitolini, dopo essere retrocessi lo scorso anno e, successivamente, ripescati attraverso la rilevazione del titolo sportivo di Biella, hanno allestito una rosa che miscela giovani talenti a giocatori esperti, in grado di potersela giocare alla pari anche contro squadre di prima fascia. Lo hanno dimostrato dando del filo da torcere a Treviglio, a cui è servito un overtime per portare a casa i due punti, ma anche alla Vanoli Cremona, che ha perso due quarti su quattro nell’ultima giornata, pur vincendo di 12.

La nota dolente per la Stella Azzurra è il rendimento in trasferta. Se in casa, pur non riuscendo a fare il risultato, ha sfiorato il successo in quattro occasioni su cinque, lontano dal proprio parquet ha subito uno scarto medio di 24.5 punti da Torino, Piacenza, Juvi Cremona e Agrigento.

Lì Stella Azzurra Roma

“Affrontiamo una squadra costruita per fare un campionato di vertice – ha dichiarato il vice allenatore Fabio Micheletto in una nostra intervista – Hanno tanto talento, soprattutto nella metà campo offensiva, con Rogic che dà molto fastidio sul pick&roll e Hunt che fa sentire la propria fisicità nel pitturato. Noi siamo a zero vittorie e vogliamo sbloccarci con Cantù, sapendo che servirà una gara solida in difesa e senza palle perse e forzature in attacco. Fino a questo momento siamo riusciti a giocarcela bene in casa e meno bene fuori, dove facciamo fatica a reagire agli errori. Stiamo lavorando duramente per provare a essere continui nell’arco dei 40 minuti, limitando gli errori e cercando di essere più presenti a rimbalzo, cartina tornasole della nostra energia. Abbiamo fatto, comunque, partite competitive. Manca ancora il risultato, ma ci arriveremo”.

Storicamente, la Stella Azzurra Roma è “cantera” di giovani interessanti che si affacciano per la prima volta ai campionati senior. Il roster di quest’anno, pur guidato da una serie di giocatori di grande esperienza, non fa eccezione. Basti pensare che, nelle ultime settimane, si sono alternati in quintetto Emmanuel Innocenti e Riccardo Salvioni, entrambi esterni classe 2004. Un’età condivisa anche con il playmaker Matteo Visintin, mentre il lunghissimo Dut Mabor Biar (216cm) è del 2001.

Accanto a loro, però, la dirigenza ha messo un veterano come Jacopo Giachetti, che proprio mercoledì compirà 39 anni, ma anche il 32enne Roberto Rullo, visto a Cantù nella stagione 2013-2014, sotto la gestione di Pino Sacripanti, e il centro classe 1987 Alberto Chiumenti. Lazar Nikolic e l’ex Mantova Matteo Ferrara rinforzano il quintetto, che ha in Duane Wilson (15.7 punti a partita) il proprio metronomo e ispiratore.

Cantù-Virtus Roma
Roberto Rullo, passato in Brianza nel 2013/2014.

Qui Cantù

Sei vittorie consecutive, primo posto nel girone e Francesco Stefanelli ufficialmente recuperato (già 10 punti all’esordio contro Latina). La squadra di coach Meo Sacchetti ha tantissimi buoni motivi per sorridere e approcciare la partita di mercoledì con la giusta serenità, ma anche con la doverosa concentrazione. L’impegno con la Stella Azzurra Roma è un’ottima occasione per confermare il buon momento e, magari, oliare qualche meccanismo in vista degli ultimi due impegni del girone d’andata: il primo, domenica, sul difficile campo di Torino e il secondo in casa contro la Juvi Cremona. Una vittoria con la squadra di Bechi consentirebbe a Cantù di staccare già il pass matematico per le Final Eight di Coppa Italia, indipendentemente dal risultato della successiva coppia di partite ma, soprattutto quella con Torino, potrebbe essere particolarmente importante anche in virtù della fase a orologio. Essenziale, dunque, oltre a vincere, provare a gestire le energie, che dopo due mesi di campionato potrebbero non essere al massimo.

palaferraris
Stefanelli, rientrato domenica

Le formazioni

PALLACANESTRO CANTU’

1 Francesco Stefanelli

4 Dario Hunt

8 Filippo Baldi Rossi

9 Nicola Berdini

11 Stefan Nikolic

19 Davide Brembilla

20 Matteo Da Ros

21 Lorenzo Bucarelli

22 Giovanni Pini

28 Giovanni Severini

32 Roko Rogic

36 Gregorio Meroni

Allenatore Romeo Sacchetti

STELLA AZZURRA ROMA

0 Emmanuel Innocenti

1 Duane Wilson

5 Lazar Nikolic

6 Jacopo Giachetti

7 Alberto Chiumenti

9 Fabrizio Pugliatti

10 Matteo Visintin

11 Roberto Rullo

15 Francesco Rapini

24 Dut Mabor Biar

25 Matteo Ferrara

40 Riccardo Salvioni

Allenatore Luca Bechi

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Simone Dalla Francesca
Laureato in Linguaggi dei media all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e giocatore di basket per l’Alebbio. Dopo una parentesi a La Gazzetta dello Sport, sono ora un collaboratore de La Provincia di Como.

Lascia un commento