Santa Lucia Roma infligge alla Briantea il primo dispiacere stagionale

santa lucia roma
[ethereumads]

Battuta d’arresto per i canturini, sconfitti sul campo della terza forza del campionato. Santa Lucia Roma si impone per 64-54.

Riprende anche il campionato Fipic 2017/18, con la prima giornata di ritorno. Percorso netto quello della UnipolSai prima di oggi, capace di raccogliere sette successi su sette all’andata. La partita di questo weekend appare però tutt’altro scontata, contro una Santa Lucia Roma che sembra aver intrapreso la strada giusta per riportarsi nell’èlite di questo sport, dopo una stagione scorsa decisamente avara di soddisfazioni. I capitolini sono partiti male perdendo all’esordio con gli stessi canturini e successivamente contro l’altra big Santo Stefano, ma le cinque vittorie consecutive hanno garantito il momentaneo terzo posto solitario in classifica. A differenza dell’andata, coach Castellucci ha anche a disposizione capitan Matteo Cavagnini (in alto in una foto d’archivio insieme al capitano canturino), giocatore fondamentale e capace di scrivere pagine importanti sia con la casacca romana che con quella della nazionale.

Trascorsi 2’25” dall’inizio della contesa, tripla di Berdun per il +4 Cantù con Roma che però trova buone cose e soprattutto tutti e tre i propri canestri da parte di Torquati, per potersela giocare fin da subito coi campioni d’Italia (6-8). Il “testimone” per i padroni di casa passa poi a Fares, capace anche lui di trovare altrettanti punti come il compagno di squadra, mentre un libero di Cavagnini fissa il 15-12. Ancora Torquati al quale risponderà Berdun, al termine del primo quarto locali avanti 17-14.

santa lucia roma
Adolfo Berdun, ex della gara e ancora una volta il migliore dei brianzoli

In apertura di secondo break di 6-0 per i brianzoli, che tornano a comandare il punteggio per 17-20. Di Esteche il 19-22, poi però i brianzoli si ritroveranno sotto 28-22, con diversi giocatori di Roma capaci di portare il proprio mattoncino. Sagar e Berdun provano a mantenere Cantù a distanza di sicurezza, prima del finale di periodo favorevole a Santa Lucia, che si ritroverà all’intervallo avanti 35-27.

Un efficace Papi con sei punti porta Cantù sul -4 (37-33), poi la coppia Sagar-Raourahi fattura ne fattura quattro a testa ed ecco che la UnipolSai torna a comandare nel punteggio per 39-41. Sarà l’ultimo della gara, i canestri di Beltrame e Carlos Vera permettono a Roma di entrare negli ultimi dieci minuti con due lunghezze di vantaggio (47-45).

La squadra di Bergna non demorde e con di Esteche riagguanta la parità per ben due volte, a quota quarantanove e a cinquantadue con una bomba. I romani a questo punto però tramortiscono con gli avversari con il parziale decisivo di 9-0, entrando nell’ultimo giro di lancette avanti per 61-52, con Bergna che ha già ricorso al fallo sistematico. Pratica che servirà a poco, con l’ultimo canestro della gara ad opera di Di Monte.

santa lucia roma
Matteo Cavagnini, nonostante gli oltre 43 anni è ancora determinante

A fine partita Santa Lucia può esultare, grazie al 64-54 consolida il proprio terzo posto in classifica e accorciando dalla vetta, ora distante soli due punti, con la Briantea84 raggiunta da Santo Stefano vittoriosa sul parquet dal Nordest Castelvecchio. Tra i singoli il miglior realizzatore è Berdun con 14, per Roma 12 di Cavagnini e dieci a testa per Carlos Vera e Beltrame. Prossimo impegno per i canturini contro lo Special Bergamo Sport Montello.

SANTA LUCIA ROMA – UNIPOLSAI BRIANTEA84 CANTU’ 64-54 (17-14, 18-13, 12-18, 17-9)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento