Roko Rogić per far pedalare Cantù, è lui il nuovo play

Roko Rogić
[ethereumads]

L’Acqua S.Bernardo ufficializza il proprio playmaker. Sarà Roko Rogić, giocatore esperto da un paio d’anni nel giro della nazionale croata.

Istantaneamente viene facile accostarlo a un grande campione moderno (ndr, Roglič)  per la particolare assonanza nei cognomi, con una sola consonante a dividerli. Ma il parallelismo si arresta precocemente qua. Uno primeggia in uno sport prevalentemente individuale come quello delle due ruote, l’altro si è attestato su buoni livelli in una disciplina di squadra come quella della palla a spicchi. Il primo è sloveno, il secondo croato. E ancora, il ciclista veste i colori gialloneri mentre il cestista vestirà quelli biancoverdi dell’Acqua San Bernardo, biancoblu se invece consideriamo la storia.

La Pallacanestro e coach Meo Sacchetti hanno deciso: a Roko Rogić il compito di tirare la volata verso il ritorno in A dei brianzoli. Nato a Zagabria il 25 settembre del 1992, è un playmaker esperto di 187 cm e 83 kg. Ed è proprio nella capitale balcanica che il giocatore ha sviluppato buona parte della sua carriera: Cedevita, KK, Hermes Analitica e Cibona i colori che ha indossato. Il suo attuale curriculum viene poi completato dalle esperienze nella propria terra con il KK Alkar, il KK Križevci, il Velika Goric e il KK Skrljevo.

Fuori dai confini croati ha invece giocato per lo Spars Sarajevo in Bosnia nel 2017/18 e per il  ČEZ Nymburk in Repubblica Ceca nel 2019/20. Non solo, una stagione in Bundesliga con il Mitteldeutscher BC nel 2020/21, mentre nell’ultima annata si è diviso fra Szolnoki Olaj in Ungheria e Pierniki Toruń in Polonia (15,5 punti, 6,6 assist e quasi il 40% da tre in regular season). Ma il quasi 30enne ha fatto in tempo anche ad assaggiare il torneo di Legadue cinque anni fa con l’Andrea Costa Imola, dove fece registrare 10,5 punti e 3,2 assist nei soli sei incontri disputati.

Roko Rogić
Roko Rogić ai tempi dell’Andrea Costa Imola

 

Nel palmarès di Roko Rogić figurano un scudetto croato conquistato con il Cibona nel 2018/19, un campionato e una coppa ceca nell’annata successiva a Nymburg. Fa inoltre parte della nazionale maggiore del suo paese dal 2020, con la quale ha affrontato qualificazioni per Eurobasket, Olimpiadi e Mondiali. In precedenza ha invece fatto tutta la trafila con le formazioni giovanili.

Playmaker completo (in grado all’occorrenza anche di attaccare il ferro), capace sia di trovare con buona facilità il fondo della retina (18,7 la sua media punti più alta in una regular season con l’Hermes Analitica), sia di mettere in ritmo i compagni (ben 5,1 in soli 17′ nel torneo croato). Un profilo che dunque pare di sicuro affidamento per il club canturino, che piazza così un altro importante colpo di mercato dopo l’innesto di Filippo Baldi Rossi. Acqua San Bernardo che inoltre risparmia un visto, una particolarità da non sottovalutare considerati i soli due concessi per giocatori extracomunitari a ogni società di A2.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento