Pallacanestro Varese in arrivo a Desio. Luci accese sul derby!

Pallacanestro Varese
il massimo della pizza banner

Domenica 8 dicembre alle 17 torna il derby contro la Pallacanestro Varese, giunto all’edizione numero 144. Vincere fa morale e classifica.

Giusto il tempo di archiviare il doppio confronto con le storiche rivali di Bologna ed ecco che il PalaDesio torna ad accendersi per un altra sfida dal sapore speciale. Questa volta è derby, e di fronte c’è la Pallacanestro Varese di Attilio Caja. Cantù non arriva a questo impegno nel migliore dei modi, con 4 sconfitte consecutive e la zona retrocessione evitata solo per il fatto che, al momento, Pistoia ha una partita in più. Serve una scossa, e chissà che l’atmosfera del derby e il calore dei tifosi non spingano i ragazzi di Pancotto oltre le difficoltà. È un campionato equilibrato e due delle sconfitte sono arrivate solo all’ultimo tiro, tra cui una, con la Fortitudo, all’overtime. Basta un qualcosa in più.

Morale opposto per i biancorossi, reduci dal +30 casalingo contro la Virtus Roma. Al momento il bilancio è di 5 vittorie e altrettante sconfitte. Non così roseo il ruolino di marcia esterno: dopo il successo a Trieste alla seconda giornata sono arrivati 4 stop, sebbene tutti contro squadre di alto livello (Virtus Bologna, Milano, Brescia e Reggio Emilia).

Come tutte le squadre di Caja, la Varese di quest’anno si conferma una squadra ordinata, che gioca un basket con tanti ribaltamenti fino a indurre la difesa all’errore. A dispetto delle scorse stagioni, però, l’equilibrio tra attacco e difesa ha subito un piccolo spostamento. Se prima quest’ultima era chiaramente il segreto delle vittorie varesine, ora sembra essere meno preponderante, in favore di un attacco più talentuoso e produttivo (81,8 punti a partita, quinta in campionato).

Il roster della Pallacanestro Varese

Spesso si dice che, per vincere, servano soprattutto un buon playmaker e un buon centro. La Pallacanestro Varese sembra aver fatto suo questo credo, puntando forte su un’asse play-pivot che sta facendo molto bene. Josh Mayo, il regista della squadra, è il miglior tiratore di liberi del campionato (89,1%), e il secondo miglior realizzatore con 18,6 punti. A questo aggiunge anche 4,1 assist, 3,2 rimbalzi e 1,2 recuperi, per un totale di 17,5 di valutazione media. Ancora meglio fa Jeremy Simmons, miglior rimbalzista del campionato con 10,1 rimbalzi che con i 10,2 punti lo rendono l’unico giocatore del torneo ad avere una media in doppia doppia. Spreca poco, segnando esattamente 2 tiri su 3, e si rivela anche un ottimo intimidatore, con una stoppata a match.

Pallacanestro Varese
Jeremy Simmons in maglia Montegranaro, dove era allenato da Pancotto.

Fondamentale anche l’apporto dell’ala grande Siim-Sander Vene, autore di 11,1 punti con il 36,5% da tre. Un giocatore costante ed intelligente, importantissimo per il gioco di Caja. Doppia cifra di media anche per l’ala ex Pistoia LJ Peak e per la guardia Jason Clark, entrambi intorno ai 10 punti segnati. Il primo si sta dimostrando parecchio altalenante, ma quando trova la giornata giusta, come con Roma, è davvero difficile da fermare. Il secondo, rientrato solo alla quinta giornata da un’infortunio che lo ha colpito in estate, ha avuto bisogno di qualche partita per trovare la propria dimensione, ma ora sembra aver trovato continuità.

Dalla panchina il principale pericolo è il play-guardia Ingus Jakovics, esterno lettone un po’ “alla Avramovic”, con il canestro nel dna. Realizza 10,3 punti in 17,7 minuti di impiego con il 32% da tre. Matteo Tambone e Giancarlo Ferrero mettono cuore ed energia, per 11 punti medi in due. Nicola Natali e Luca Gandini chiudono le rotazioni con una manciata di minuti a testa.

Pallacanestro Varese
Giancarlo Ferrero nel derby di due anni fa a Varese

Qui Cantù

In casa brianzola, sembra essersi completamente ristabilito Yancarlos Rodriguez, che nei soli tre minuti disputati contro la Virtus Bologna aveva rimediato una frattura al setto nasale. Da segnalare invece per Jeremiah Wilson qualche problemino a inizio settimana di natura muscolare, ma anche in questo caso il giocatore ha già archiviato le proprie problematiche. Quella contro i biancorossi sarà una sfida importante non soltanto per la classifica, ma anche per trarre valutazioni migliori riguardanti il pacchetto esterni biancoblu. Infatti, statistiche alla mano nessuno dei sei atleti supera il 30% dal tiro dall’arco, un dato decisamente penalizzante nel basket moderno. Ci si aspetta di più in tal senso, soprattutto dal trio Clark-Young-Collins, in rigoroso ordine.

Le formazioni

ACQUA S.BERNARDO CANTÙ

1 Cameron Young

7 Corban Collins

9 Gabriele Procida

10 Wes Clark

11 Andrea La Torre

13 Kevarrius Hayes

19 Jeremiah Wilson

22 Jason Burnell

25 Biram Baparapè

27 Alessandro Simioni

28 Yancarlos Rodriguez

32 Andrea Pecchia

Allenatore Cesare Pancotto

PALLACANESTRO VARESE

3 LJ Peak

5 Jason Clark

6 Gianmarco De Vita

7 Ingus Jakovics

8 Nicola Natali

9 Siim-Sander Vene

11 Jeremy Simmons

12 Omar Seck

14 Josh Mayo

15 Matteo Tambone

18 Luca Gandini

21 Giancarlo Ferrero

Allenatore Attilio Caja

Arbitri Biggi, Boninsegna, Borgioni.

Palla a due domenica 8 dicembre ore 17 al PalaDesio.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento