Pallacanestro Cantù raduno a inizio agosto. Burocrazia permettendo.

pallacanestro cantù

Prossima al via la nuova avventura della Pallacanestro Cantù. Data del ritrovo e location del ritiro sembrano definite, ma restano incognite burocratiche.

Sale prepotentemente la voglia di basket in terra brianzola. E d’altronde non potrebbe essere diversamente, considerato il lungo periodo di astinenza. Sono trascorsi poco più di quattro mesi da quel famoso 12 marzo, giorno in cui il club del presidente Davide Marson comunicò la sospensione dei propri allenamenti causa Coronavirus. Da allora la magica palla a spicchi arancione non è più rimbalzata sul parquet del Toto Caimi e neppure su quello del PalaDesio. Nel frattempo si è “switchata” stagione, entrando ufficialmente in quella 2020/21 e costruendo un nuovo e intrigante roster.

Tra vecchi ritorni, nuove scommesse e giovanotti nostrani da lanciare, la curiosità sulla formazione biancoblu (o biancoverde San Bernardo parlando) non manca. La sensazione è che l’obiettivo stagionale possa essere tranquillamente rivisto al rialzo rispetto a l’estate scorsa. Ma di questo ci sarà modo di parlarne più approfonditamente un domani. E in ogni caso sarà il lavoro quotidiano in palestra a determinare le sorti canturine nel prossimo campionato.

pallacanestro cantù
Cesare Pancotto, coach di Cantù

Sul nuovo gruppo della Pallacanestro Cantù, il confermato coach Cesare Pancotto e il suo staff dovrebbe iniziare a metterci mano a partire dai primissimi giorni di agosto. Le intenzioni sarebbero infatti queste, ma l’incertezza legata ai problemi di ripartenza dell’intero movimento cestistico, potrebbe scombussolare i piani. A partire dall’arrivo dei propri statunitensi. A tal proposito, la Fip avrebbe chiesto due settimane fa al Comitato Tecnico Scientifico, la possibilità di bypassare la quarantena in caso di negatività al tampone effettuato allo sbarco del giocatore, unitamente al test sierologico. Ma la risposta ancora non è arrivata.

Annuncio Pubblicitario

Se a questa problematica si unisce anche quella relativa al rilascio dei visti e sugli attuali costi extra riguardanti il resto dell’annata (un tampone ogni quattro giorni), ecco che alla prossima assemblea di Lega Basket fissata per il 4 agosto, non è da escludere che ci possa essere uno slittamento del via. E proprio oggi il suo presidente, Umberto Gandini, ha denunciato questo immobilismo. Oltre ai problemi elencati precedentemente, sottolinea l’assenza di indicazioni, da parte delle autorità sanitarie nazionali preposte, per quanto riguarda gli allenamenti collettivi per gli sport di contatto e la possibilità di pubblico sugli spalti.

Per quanto riguarda la sede del ritiro della Pallacanestro Cantù, non dovrebbero esserci cambiamenti rispetto a dodici mesi fa. Si profila quindi un ritorno in Valchiavenna, con il PalaMaloggia struttura designata per allenamenti ed eventuali test amichevoli. Nel frattempo oggi la società brianzola ha provveduto a ufficializzare la guardia americana James Woodard, mentre nel week-end, o al più tardi lunedì, è atteso l’annuncio del ritorno di Maarten Leunen.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento