Pallacanestro Cantù, presentato il CdA: un vulcano di idee

pallacanestro cantù

Presentato presso la sede di Cermenate il nuovo Consiglio di Amministrazione della Pallacanestro Cantù. La politica del fare al centro di tutto. Vi elenchiamo le prime novità.

Era già stato annunciato martedì scorso, poche ore fa invece è avvenuta la presentazione alla stampa. Un’ora intensa in cui sono stati toccati svariati punti, partendo dalle parole di rito dell’undicesimo presidente della storia Davide Marson, dei vicepresidenti Sergio Paparelli e Angelo Passeri, dell’amministratore delegato Andrea Mauri, del consigliere nonché sponsor Antonio Biella (assenti invece Roberto Allievi e Gioacchino Pantoni per imprevisti dell’ultima ora) e di Antonio Munafò in qualità di presidente del Pgc. Ma sono poi emerse anche alcune delle tante idee che balenano all’interno, usando un gergo pallanuotistico, del “settebello”. Trascinato proprio dal suo n°1.

pallacanestro cantù
Scatto di gruppo per cinque dei sette membri (foto Pall.Cantù)

“Questo CdA è stato studiato fin da marzo – debutta Davide Marson – ognuno di noi porta in dote competenze diverse. Con il passare del tempo sono sempre più convinto che si tratta di un progetto da cui prenderanno esempio tante società, stiamo mettendo in atto una rivoluzione. Ci siamo circondati di professionisti veri, questa è la nostra forza. E’ un gruppo che sta lottando e lavorando benissimo, stiamo costruendo tra club e palasport un qualcosa che nessuno in quarant’anni era mai riuscito a fare. Preparatevi a tante sorprese, dovremo essere diversi dagli altri. Ovviamente qualcuna risulterà poi perdente, ma le idee che abbiamo noi in giro non le vedo”.

“Ora aspettiamo la gente di Cantù – ricorda ancora una volta Sergio Paparelli – le scuse sono finite. I mille abbonati della prima fase? Per me sono pochi per una piazza come la nostra. Dobbiamo riempire il palazzo, vogliamo la vicinanza di tutti”.

Annuncio Pubblicitario

Una formazione di cui fa parte anche Angelo Passeri, che è contemporaneamente presidente della Tutti Insieme Cantù. “Abbiamo formato davvero una bella squadra, sono onorato di farne parte. Ringrazio tutti i soci Tic, soprattutto quelli che non hanno mai mollato. Ma rinnovo anche l’invito a tutti gli altri di aderire alla nostra società di azionariato popolare”.

Una miccia, quella della rinascita del club brianzolo, fatta accendere anche da Antonio Biella in tempi non sospetti con l’abbinamento della sua azienda in qualità di main sponsor. “Fin da novembre scorso ho creduto nella possibilità di poter dare un futuro alla Pallacanestro Cantù. Ora continuerò a mettere la mia parte da tifoso ma anche quella professionale per poter fornire qualche consiglio. Il club in questi mesi ha fatto un bel passo in avanti”.

Non poteva mancare l’intervento di Andrea Mauri, passato da essere dirigente responsabile della prima squadra ad AD, figura che aveva già ricoperto in passato. “La prima parte del nostro percorso si chiuderà in settimana con la ratifica dell’iscrizione. Poi ne arriverà una seconda, probabilmente più impegnativa, ma ce la faremo per il rispetto di tifosi e di sponsor, a patto che tutti diano qualcosa. Ringrazio inoltre la vicinanza delle istituzioni, la Fip attraverso Gianni Petrucci e la Lega Basket con Egidio Bianchi, per la loro continua vicinanza di questi mesi. Non era certo una cosa scontata”.

Infine Antonio Munafò, che non fa parte del CdA ma il cui ruolo è fondamentale. “Rivolgo a tutti i presenti e non un grande in bocca al lupo per una gestione che non sarà semplice. Il Pgc torna a essere ufficialmente il settore giovanile della Pallacanestro Cantù, verranno iscritte quattro squadre ai campionati di Eccellenza. I nostri sponsor saranno quelli di Cantù e viceversa. Il nostro deve essere inquadrato non soltanto come un progetto sportivo ma anche sociale, avvicinando e crescendo i giovani attraverso lo sport”.

Nuovo Palasport Pianella, a che punto siamo?

Confermata la volontà di una dozzina di imprenditori di fare parte di questa operazione e di essere raggruppati in una spa. Per la costituzione della Cantù Next, slittata per diversi motivi, si parla di fine luglio. Il progetto di base potrà poi essere confermato in blocco, rivisto in parte o anche totalmente in base alle idee dei soci che ne faranno parte.

Bus navetta: novità in vista per alcuni abbonati Pallacanestro Cantù

Nella conferenza è emersa anche la volontà di mettere a disposizione a un prezzo agevolato un servizio di bus navetta per le partite del PalaDesio. Verrà riservata ad abbonati che rientreranno nella fascia dei pensionati o dei minorenni.

Tic pronta a lasciare il testimone come proprietaria della Pallacanestro Cantù

Per bocca del suo presidente Angelo Passeri, la Tutti Insieme Cantù non continuerà a essere ancora per molto proprietaria del 100% della società di basket. O almeno, questa è la speranza. L’obiettivo di Tic è comunque quella di continuare a crescere, toccando quota mille soci. Torneranno a essere realizzati alcuni eventi ad hoc, dopo l’estate verrà avviata la procedura per l’aumento di capitale.

Sponsorizzazioni, si guarda con fiducia al post estate

Dopo un periodo tra aprile e maggio redditizio, si è registrato un periodo di calma da questo punto di vista. Il club ha infatti voluto concentrarsi su altri aspetti ritenuti prioritari, ma i feedback positivi non mancherebbero e per settembre sarebbero pronti altri contatti. Le premesse vengono definite buone.

Divisa da gioco, non solo una

Allo studio ci sarebbe infatti un pacchetto di maglie. Oltre alla prima che richiamerà nuovamente i colori della San Bernardo, ne verranno realizzate altre da adottare in particolari occasioni.

Pallacanestro Cantù e Como 1907, sinergia in arrivo?

Le rispettive dirigenze delle due società più affermate del nostro territorio, hanno avuto modo di conoscersi e confrontarsi, con reciproca soddisfazione per entrambe. Per ora tutto è circoscritto a livello conoscitivo, ma le basi per future sinergie paiono esserci. Lo scambio di vedute coincidono, il desiderio di poter costruire un rapporto collaborativo è stato riscontrato in entrambe le realtà.

Raduno e ritiro, quando e dove?

Manca ancora l’ufficialità, ma per il raduno è stata individuata la data del 12 agosto. Il ritiro invece sarà ancora una volta Chiavenna, della durata di una settimana.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento