Pallacanestro Cantù: al lavoro per l’iscrizione, mercato in pausa

Pallacanestro Cantù

La Pallacanestro Cantù lavora per mettersi in regola per il prossimo campionato. C’è ottimismo. Il mercato resta momentaneamente in stand-by.

 

Sono giorni di fermento per la pallacanestro italiana. Alcuni articoli usciti di recente su La Gazzetta dello Sport hanno dato l’allarme sulla situazione finanziaria di almeno un terzo delle squadre di serie A, le quali non sarebbero totalmente in regola per effettuare l’iscrizione al prossimo campionato. Oltre alla situazione più nota e più critica della Scandone Avellino si sono fatti i nomi di Varese, Brescia (che hanno però smentito categoricamente) e quello della Pallacanestro Cantù.

Il nome della società brianzola ha naturalmente fatto preoccupare parte dei tifosi che negli ultimi anni, a causa della gestione di Dmitry Gerasimenko, non ha mai potuto dormire sonni tranquilli. La sensazione però è che si sia creato un po’ troppo allarmismo per una situazione che non è assolutamente così critica. Anche dalla società arrivano segnali positivi. Luca Rossini, che ha da qualche giorno assunto il ruolo di segretario generale, sta lavorando duramente per mettere ordine e rispettare le scadenze. Entro l’11 luglio dovrà essere tutto in regola, ma c’è ancora una settimana intera per farlo. La nuova struttura societaria richiede un po’ di tempo per mettere insieme le risorse, ma c’è ottimismo per la buona riuscita delle operazioni.

Pallacanestro Cantù
Luca Rossini, rientrato a Cantù dopo due esperienze in Sardegna

Nella giornata di ieri anche il presidente della Legabasket Serie A Egidio Bianchi ha sentito il bisogno di precisare la situazione. I controlli della Com.Te.C (Commissione Tecnica di Controllo) fanno parte della normale procedura di controllo prevista dal regolamento. Le visite alle società di tale organismo non sono pertanto un campanello di allarme. L’iter per l’iscrizione si chiuderà solo tra 8 giorni e tutte le voci di possibili non ammissioni al campionato sono del tutto ipotetiche.

Annuncio Pubblicitario

La Pallacanestro Cantù, da qui all’11 di luglio, impegnerà le proprie energie per completare gli adempimenti amministrativi richiesti. Il mercato degli stranieri resta quindi momentaneamente in secondo piano. Tutti i nomi che si faranno nei prossimi giorni non saranno dunque da intendersi come trattative ben avviate, ma come ipotesi o sondaggi.

Pallacanestro Cantù
Egidio Bianchi, presidente della Legabasket

La priorità della società e di coach Pancotto era quella di costruire un buon pacchetto di giovani italiani, pronti a mettersi in gioco e ad allungare le rotazioni. Con Andrea La Torre, Yancarlos Rodriguez, Alessandro Simioni e Andrea Pecchia, la Pallacanestro Cantù si è assicurata una possibile rotazione a 10 giocatori. Al pacchetto italiani verrà quasi sicuramente aggiunta la giovane promessa Gabriele Procida, classe 2002 e da diversi anni nel giro della nazionale, più un altro giovane del vivaio (Chinellato?).

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Simone Dalla Francesca
Simone Dalla Francesca
Studente di Linguaggi dei media all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e giocatore di basket presso l'Antoniana Como. Fin da bambino ho sempre avuto due grandissime passioni. La prima è la pallacanestro, la seconda è scrivere. Scrivere di pallacanestro è dunque il mix perfetto!

Lascia un commento