Palasport Pianella: Cantù Next costituita, si parte in 8

Palasport Pianella

Giorni cruciali per definire l’assetto della società e del gruppo che finanzierà la costruzione del nuovo Palasport Pianella. Proveremo a tenervi costantemente informati con questo articolo.

Il futuro della Pallacanestro Cantù passerà per buona parte dalla costruzione dell’eventuale nuovo Pianella. Lo storico palazzetto di Cucciago, tornato nelle mani dei canturini a febbraio, nella figura del presidente della Pallacanestro Cantù Davide Marson, potrebbe finalmente vedere una nuova luce. Dmitry Gerasimenko lo acquistò nel dicembre 2015 per farne il PalaGera, una struttura sempre viva, non solo durante le manifestazioni sportive, grazie a ristoranti, area fitness, museo del basket, solarium e molto altro. Il progetto c’era ed era stato anche approvato, ma poi rimase tutto fermo: inutilizzato, abbandonato, in attesa dell’inizio dei lavori.

Con il passaggio di proprietà della squadra, anche il palazzo è stato riacquistato da Marson, che lo ha utilizzato in questi mesi per lo stoccaggio del legno. Nei giorni scorsi però una lieta notizia: sabato a pranzo sarebbe stato siglato “il patto degli undici”, ovvero un accordo tra undici imprenditori pronti a sostenere economicamente la costruzione del nuovo Palasport Pianella. Tra loro ovviamente Marson, Paparelli e Salice, una squadra unita fin all’inizio delle operazioni.

L’importanza del momento era già stata anticipata durante la conferenza di presentazione di Daniele Della Fiori: in queste settimane si concluderà la prima fase del progetto triennale, quella della definizione dell’assetto societario che interessa, ovviamente, anche la questione palazzetto. Nel programma di reperimento dei soci sono infatti previste pacchetti con quote di partecipazione soltanto nella squadra, oppure altre quote che prevedono in aggiunta l’investimento immobiliare. Le due questioni procedono quindi di pari passo e molto presto avremo notizie importanti.

Annuncio Pubblicitario

Già stamattina Davide Marson ci ha fatto sapere che sono ore calde, con incontri, confronti e riunioni. Proprio per questo aggiorneremo costantemente questo articolo, tenendo informati i tifosi non appena si avranno maggiori indicazioni.

Pianella
Il Palasport Pianella, casa della Pallacanestro Cantù dal 1974 al 2016

Aggiornamento del 13 giugno

Stando alle ultime informazioni che trapelano dalla società, la squadra pronta a farsi carico del nuovo Palasport Pianella è destinata ad allargarsi. Con un paio di possibili new entry la compagine passerebbe da 11 membri a 12-13. Nella giornata di oggi Davide Marson e Andrea Mauri incontreranno il commercialista che seguirà poi la nuova società e il progetto palazzetto. Filtra ottimismo e domani potrebbe essere il grande giorno.

Aggiornamento del 14 giugno

Slitta il momento delle firme dell’atto notarile, dal club fanno sapere che il fatidico momento non avverrà oggi ma è rinviato a settimana prossima. Prosegue in ogni caso il continuo e fitto dialogo con le istituzioni. Per ora resta anche il massimo riserbo su molti di questi “avventurieri” e l’ottimismo resta intatto.

Aggiornamento del 18 giugno

Appuntamento nel fine settimana per mettere tutto nero su bianco. Al momento la compagine resta invariata, con una dozzina di soggetti pronti a sposare il progetto del nuovo palazzetto. Tra questi dovrebbe esserci anche il tanto chiacchierato socio forte americano, ricollegabile all’onorevole Ylenja Lucaselli. Oramai non paiono esserci più dubbi, con una partecipazione anche all’interno della Pallacanestro Cantù. Società di basket che contestualmente nel giro di una settimana dovrebbe rendere noto il proprio assetto giuridico, che prevederà tra l’altro non uno ma due vicepresidenti.

Aggiornamento del 13 luglio

Confermata la volontà di una dozzina di imprenditori di fare parte di questa operazione e di essere raggruppati in una spa. Per la costituzione della Cantù Next, slittata per diversi motivi, si parla di fine luglio. Il progetto di base potrà poi essere confermato in blocco, rivisto in parte o anche totalmente in base alle idee dei soci che ne faranno parte.

Aggiornamento del 1 agosto

Come da comunicato ufficiale emesso nel pomeriggio dalla Pallacanestro Cantù, la Cantù Next ha finalmente preso vita presso lo Studio del Notaio Manfredi. I soci sono fondatori sono otto, tra questi anche il socio a stelle e strisce ricollegabile all’onorevole Ylenja Lucaselli. Ma a settembre dovrebbero esserci nuovi ingressi, ora impossibilitati anche per il periodo particolare delle ferie estive.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Simone Dalla Francesca
Simone Dalla Francesca
Studente di Linguaggi dei media all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e giocatore di basket presso l'Antoniana Como. Fin da bambino ho sempre avuto due grandissime passioni. La prima è la pallacanestro, la seconda è scrivere. Scrivere di pallacanestro è dunque il mix perfetto!

9 thoughts on “Palasport Pianella: Cantù Next costituita, si parte in 8

  1. Grandi canturini che offrono allo sport risorse indispensabili
    Vorrei essere Canturino ma …………sono solo il presidente della Como Nuoto centenaria associazione sportiva di pallanuoto, nuoto e nuoto sincronizzato che con enorme fatica , ma con enormi soddisfazioni sportive, fa fare quotidianamente sport a circa 330 ragazzi con modeste è sempre meno sufficienti risorse economiche

  2. Ho visto già tre progetti con tanto di proclami poi miseramente falliti; palababele prima, palaturra poi e da ultimo il palagera con anche li società create per costruire il palazzo.
    Non c’è due senza tre. (…e il quattro vien da sè)

  3. Matteo però sono casi differenti. I primi due falliti per lo zampino del pubblico, il terzo conosciamo tutti il disimpegno di Gerasimenko e le sue problematiche giudiziarie. Ora come ai tempi del primo pianella diverse persone del posto disposte a mettersi insieme per realizzarlo. Si dice spesso che la storia si ripete, no ?
    Personalmente sono più positivo di tutte le altre volte.

  4. Anch’io ero parecchio positivo, al netto anche di una situazione societaria migliore nel mezzo dell’era Cremascoli, nel 2012, con giunta leghista, quando si fece la prima gettata di cemento…
    Non fosse altro che per scaramanzia, io ci andrei con i piedi di piombo.

  5. Il termine “avventurieri” non mi sembra molto azzeccato nel senso lato del termine.
    Lo poteva essere per il precedente proprietario.

  6. Roberto Bianchi non credo debba essere visto con accezione negativa. È più rivolto verso la costruzione di un palazzo oramai tema di discussione trentennale. È una bella avventura barcamenarsi nella sua costruzione di esso visti i precedenti, speriamo e crediamo a lieto fine. Io mi sento positivo.

    1. Il pezzo dove trovi undici è quando è stato creato per la prima volta l’articolo (in data 12 giugno). Quei paragrafi li sono rimasti immutati, se poi noti in basso ci sono i vari aggiornamenti forniti nell’arco del tempo con tanto di data. Ci è sembrata la cosa più opportuna da fare, è un progetto in continua evoluzione. Poi da quello che si è capito, probabilmente a settembre si potrà parlare finalmente dei famosi 11, unità più unità meno.

Lascia un commento