PalaLeonessa nel segno di Cantù, i brianzoli tornano a sperare

palaleonessa 2

Essenziale vittoria in chiave salvezza dell’Acqua S.Bernardo, che espugna il PalaLeonessa di Brescia 69-74. Mvp Frank Gaines con 28 punti.

Era l’ultimo treno con destinazione salvezza. E Cantù non l’ha perso. Impossibile definirlo diversamente il 27° turno della serie A di basket per i brianzoli, con quattro punti da rimontare nei confronti del nutrito plotone di cinque squadre davanti a lei, fra cui proprio Brescia. Con Reggio Emilia che riposava e con Varese sconfitta tra le mura amiche da Venezia, l’Acqua San Bernardo non stecca l’appuntamento al PalaLeonessa e ritorna a vedere luce in fondo al tunnel.

Una prova convincente quella dei canturini, partiti forte in attacco ma capaci di trovare le misure agli avversari anche in difesa nella ripresa (27 punti subiti nel frangente, di cui 8 nel terzo periodo). Unico neo i ben 18 rimbalzi offensivi concessi ai bresciani e le altrettante palle perse come in occasione del match contro Trento, con anche i senatori incappati in qualche ingenuità. Ma stasera coach Bucchi ha ritrovato i suoi ragazzi, definiti un po’ giù di giri da lui stesso dopo il suo ritorno post Covid.

In tutto ciò, Frank Gaines è stato autore di un’altra grande prova con 28 punti, ma anche Jaime Smith non è stato di certo a guardare con 19 punti e decisivo è stato il contributo di Andrea Pecchia negli ultimi dieci minuti, chiudendo con 11 punti totali, 8 rimbalzi e diverse giocate di sostanza. Per Brescia il migliore è Luca Vitali con 14 punti e 7 assist, uscito però anzitempo per raggiunto limite di falli. In doppia cifra, oltre a lui, anche Tyler Kalinoski con 10 punti.

La partita

Coach Buscaglia decide di partire con Chery, Kalinoski, Moss, Sacchetti e Burns in quintetto, mentre per coach Bucchi nessun cambiamento rispetto a quello oramai tradizionale formato da Smith, Gaines, Pecchia, Leunen e Bayehe. Ottimo l’avvio dei brianzoli, desiderosi di passarsi la palla fin dai primi possessi. La tripla di Smith su assist di Leunen vale il 0-7, i padroni di casa reagiscono e si portano sul -2 con un tiro pesante di Kalinoski. Cantù prova a scappare sul +10 con un libero di Pecchia all’interno di un break di 8-0, è l’ex Wilson con un tiro dalla media a fissare il 18-24 di fine primo periodo, con gli ospiti autori di una buona circolazione in attacco ma al contempo di ben 7 palle perse.

In apertura di secondo la difesa 2-3 della Germani viene battuta dal tiro dall’arco di Gaines (20-27), tuttavia i bresciani trovano il modo di mettere la testa avanti grazie a un parziale di 11-0, con Vitali in luce in virtù di sette punti (31-27). Un 2+1 di Smith e una conclusione dal 6.75 metri di Procida su assist di Leunen, l’Acqua San Bernardo torna sul +2. La formazione di Buscaglia torna a condurre nel punteggio 40-35 dopo un tecnico sanzionato a Gaines che costa un libero di Kalinoski e la tripla di Vitali, di Moss il giro e tiro vincente per il 42-38 di metà gara al PalaLeonessa.

Al rientro sul parquet i canturini tornano avanti sul 42-43 con un taglio backdoor di Pecchia su passaggio di Leunen, poi i locali esauriscono il bonus falli precocemente già al 4’45” del terzo periodo. Break di 10-0 a favore dei ragazzi di coach Bucchi, è Bayehe a schiacciare il 45-53 grazie a un gioco a due con Johnson. Nel finale di quarto Crawford prova ad assumersi le responsabilità offensive in casa bresciana, confezionando dapprima il 2+1 per il -5 e poi i due liberi per un antisportivo commesso da Radic, che valgono il 50-57 con ancora dieci minuti da giocare.

palaleonessa
Andrea Pecchia (Pall.Cantù), tra gli uomini decisivi questa sera al PalaLeonessa

Nell’ultimo periodo la Germani si rifà sotto con un arresto e tiro dalla media di Vitali (56-57), poi è Pecchia a ergersi protagonista. Sua la penetrazione che costringe Buscaglia a un time-out al 33’15”, sua la stoppata su Chery prima di un decisivo fallo antisportivo commesso da Vitali a 2’26” dal termine. Di questa situazione non ne approfitta Gaines in lunetta, rifacendosi però prontamente con una penetrazione, così come Smith per il +10 esterno a 1’43” dalla fine. I padroni di casa proseguono a praticare la difesa allungata, avvicinandosi però fino al -5 con due liberi di Sacchetti. Sarà sempre quest’ultimo a fissare con un effimero tap-in il definitivo 69-74. Ora domenica prossima per Cantù la sfida contro Reggio Emilia per rimettere la testa fuori dall’acqua.

GERMANI BRESCIA – ACQUA S.BERNARDO CANTU’ 69-74  (18-24, 24-14, 8-19, 19-17)

Tabellini

BRESCIA: Bertini n.e., Vitali 14, Parrillo n.e., Chery 9, Bortolani 4, Wilson 2, Willis 2, Crawford 9, Burns 9, Kalinoski 10, Moss 2, Sacchetti 8. All.: Buscaglia

CANTU’: Gaines 28, Thomas, Smith 19, Procida 3, Leunen 7, La Torre n.e., Lanzi n.e., Johnson, Bayehe 6, Baparapè n.e., Pecchia 11, Radic. All.: Bucchi

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento