PalaGesteco ancora stregato: Cantù rimandata a Gara4

palagesteco
[ethereumads]

Cantù è crollata nel finale al PalaGesteco. Vittoria di Cividale e serie allungata. I brianzoli dovranno provare a chiuderla in Gara 4.

 

L’Acqua S.Bernardo è uscita sconfitta dal PalaGesteco contro una Cividale corsara, brava a crederci fino in fondo e ad andare oltre l’assenza di Doron Lamb, uno dei suoi giocatori simbolo. Decisivo, dopo una buona prova, il crollo offensivo negli ultimi cinque minuti, in cui la squadra di Cagnardi ha trovato solamente due punti.

In assenza della propria stella americana, squalificata per due giornate dopo Gara2, coach Pillastrini ha schierato Rota dalla palla a due accanto a Redivo e ai soliti Marangon, Dell’Agnello e Miani. Solito quintetto per Cagnardi, con Hickey, Bucarelli, Nikolic, Baldi Rossi e Young. L’ambiente, come previsto, molto caldo ha spinto i padroni di casa nei primi minuti. A sbloccare il punteggio è stato Redivo, con un sottomano in penetrazione, mentre Rota, subito dopo, ha siglato il 5-0. La tripla di Baldi Rossi e lo slalom di Hickey sono valsi la parità. Nikolic ha regalato il primo vantaggio ai brianzoli con un gioco da tre punti. L’equilibrio è stato il filo conduttore di tutto il primo parziale, con sorpassi e controsorpassi. I liberi di Mastellari e una tripla di Moraschini hanno mandato in archivio i primi 10’ sul 16-16.

Christian Burns
Doron Lamb, grande assente.

Burns ha piazzato un parziale di 0-5 per regalare subito il nuovo massimo vantaggio ai suoi. Hickey ha realizzato anche il +7, ma Redivo e Campani hanno infiammato nuovamente il PalaGesteco, ricucendo a -2. L’Acqua S.Bernardo ha tenuto la testa avanti con Nikolic ma, a 2.44 dall’intervallo, un libero di Dell’Agnello è valso la prità a quota 30. Lucio Redivo ha timbrato il vantaggio di Cividale dall’arco. Rota ha mandato a riposo, con la sua terza bomba di serata, ha mandato a riposo le squadre sul 36-34.

La Gesteco è rientrata in campo con maggiore efficienza, allungando a +6 con Marangon e Dell’Agnello. Il solito Anthony Hickey ha fermato l’emorragia con due tiri dall’arco in rapida successione per il 43 -43. Miani, però, facendo la voce grossa nel pitturato, ha tenuto avanti i suoi fino a 2.40 dalla fine del terzo quarto, quando Burns ha appoggiato il 47-49. Stefan Nikolic ha segnato la bomba del +3 dopo il pari di Miani, che ha successivamente riaccorciato sul 54-55 con cui le squadre si sono affacciate agli ultimi 10’.

Young, con due conclusioni dalla lunga distanza, ha firmato il +5 dopo 1.30. Moraschini lo ha seguito a ruota, rispondendo ancora una volta a Miani per il 58-64. Per diversi minuti, poi, non si è più segnato. Ci ha pensato ancora Eugenio Rota a sbloccare i friulani con un 4-0 che è valso il -2 e ha rivitalizzato il PalaGesteco. Dell’Agnello ha dilatato il parziale mandando avanti Cividale, mentre l’Acqua S.Bernardo ha continuato a soffrire di siccità. La tripla di Redivo del 69-64 ha girato definitivamente l’inerzia, consegnando Gara3 a Cividale. 73-66 il finale. Domenica si tornerà in campo, ancora in terra friulana, per Gara4.

palagesteco
Capitan Baldi Rossi, meno preciso del solito al tiro da tre.

Tabellino

CIVIDALE-CANTU’ 73-66

(16-16, 20-18; 18-21, 19-11)

CIVIDALE: Marangon 13, Redivo 14, Miani 14, Mastellari 5, Rota 13, Campani 2, Berti, Dell’Agnello 12, Isotta. Ne: Balladino, Pittioni, Begni. All. Pillastrini.

CANTU’: Baldi Rossi 7, Berdini, Nikolic 13, Bucarelli, Hickey 15, Burns 10, Moraschini 6, Young 15, Cesana. Ne: Tarallo, Del Cadia. All. Cagnardi.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Simone Dalla Francesca
Laureato in Linguaggi dei media all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e giocatore di basket per l’Alebbio. Dopo una parentesi a La Gazzetta dello Sport, sono ora un collaboratore de La Provincia di Como.

4 thoughts on “PalaGesteco ancora stregato: Cantù rimandata a Gara4

  1. Massimo Perego quindi? Pensate forse di farmi paura? Tipica reazione di chi non sa dialogare civilmente e non sa più cosa dire di fronte a partite disastrose come le tante, direi troppe, viste quest’anno

  2. Massimo Perego ma ti sembra giusto pubblicare la mia foto? Ma sapete rispondere in maniera sensata e civile, come solo Luciano ha dimostrato di saper fare fare, ai miei commenti, anziché continuare ad insultarmi tutti insieme perché da soli non siete abituati a farlo?

Lascia un commento