PalaCarrara un test: Brienza e Johnson provano lo sgambetto

PalaCarrara
[ethereumads]

Domenica 10 ottobre, alle 18, Cantù scende in campo al PalaCarrara. Di fronte una Pistoia “canturina” in striscia.

Archiviata l’emozione dell’esordio con un bel successo interno contro l’Orlandina, la Pallacanestro Cantù va a caccia di conferme e di continuità contro Pistoia. Al PalaCarrara, la squadra di coach Marco Sodini troverà una squadra in grande forma e, soprattutto, in fiducia.

Guidata da due ex canturini, ovvero Nicola Brienza in panchina e Jazz Johnson in campo, la Giorgio Tesi Group ha disputato una Supercoppa al di sopra delle aspettative, battendo in finale la Blu Basket Treviglio, che aveva eliminato proprio i brianzoli nella fase a gironi. Una vittoria a cui è seguito il successo esterno, nella prima di campionato, sul campo della JB Monferrato, con il punteggio di 69-83.

PalaCarrara
Nicola Brienza in una conferenza da coach di Cantù. Sarà uno degli ex al PalaCarrara

Un bel banco di prova, dunque, per testare l’effettivo livello della squadra, seppur in un momento non particolarmente rilevante della stagione. Dare immediatamente seguito alla vittoria di domenica sarebbe importante per dare un segnale ai tifosi e alle avversarie, in una lega, comunque, storicamente equilibrata e ricca di insidie.

Qui Pistoia

Senza paura, per colmare il gap con le big. E’ questo lo spirito con cui Pistoia ha affrontato il percorso di avvicinamento al campionato. Il campo, però, ha restituito l’idea di una squadra che può essere, a tutti gli effetti, una contender. Al PalaCarrara, contro Cantù, proverà a giocare con la stessa sfrontatezza e con lo stesso entusiasmo, come conferma coach Brienza nel prepartita ai nostri microfoni: “Giochiamo contro la squadra che, a detta di molti, è la più forte dell’A2. Affrontarli è come sfidare Milano in A1. L’attenzione al dettaglio deve essere massima e non ci si può concentrare su un singolo giocatore. Questo ci porta a concentrarci sul fare bene ciò che sappiamo fare, più che sul togliere qualcosa a Cantù. Per assurdo, però, dal punto di vista motivazionale, ospitare i brianzoli potrebbe darci una carica maggiore e rendere le cose anche più facili”.

Il roster per mettere i bastoni tra le ruote alla S.Bernardo-Cinelandia Park c’è tutto. A partire dal già citato Jazz Johnson, che ha iniziato la stagione da vero e proprio leader. Mvp della Supercoppa e trascinatore all’esordio in campionato con 20 punti.

PalaCarrara
Jazz Johnson in maglia Cantù

A supportarlo c’è tutta l’esperienza di Daniele Magro, lungo visto anche nelle big Milano e Sassari, che miscela fisicità ed esperienza nel pitturato. Proprio lui è stato l’autore del primo break contro la JB Monferrato, in avvio di gara. Occhio anche alle ali Carl Wheatle e Joonas Riismaa, entrambi di formazione italiana. Il primo è andato in doppia doppia, con 1o punti e 14 rimbalzi, nella prima uscita, il secondo si è messo in evidenza con un 3 su 4 da tre, per 11 punti totali, conditi da 8 rimbalzi.

Il quintetto è completato da Lorenzo Saccaggi, classe 1992, esperto della categoria e abile ad alternare soluzioni personali a buone letture in regia. Dalla panchina, invece, esce l’ultimo arrivato Daniel Utomi, che deve ancora entrare al meglio nei meccanismi della squadra, ma che ha già dimostrato di avere una mano educata. Le rotazioni sono completate dall’esperto Gianluca Della Rosa, regista bravo a mettere grande intensità, dal giovane lungo Angelo Del Chiaro, prospetto interessante, e dall’ala Milos Divac, montenegrino di formazione italiana. A roster anche il 2004 Gregorio Allinei e il giovane prodotto canturino Simone Caglio.

Qui Cantù

Buona la settimana di allenamento, soprattutto dal punto di vista dell’attenzione e dell’intensità messa in campo. Prosegue il processo di inserimento di Marco Cusin, ancora a referto al posto dell’indisponibile Ilia Boev. Al 99% ancora out Lorenzo Bucarelli, il cui versamento non si è ancora riassorbito. Il giocatore non ha ancora svolto allenamenti di contatto, ma sta proseguendo il lavoro a parte. Piccoli acciacchi anche per Stefan Nikolic, Luigi Sergio e Giovanni Severini, ma non tali da tenerli fuori nel match del PalaCarrara.

Le formazioni

GIORGIO TESI GROUP PISTOIA

2 Gianluca Della Rosa

4 Daniel Utomi

12 Milos Divac

15 Lorenzo Saccaggi

16 Angelo Del Chiaro

18 Daniele Magro

19 Gregorio Allinei

22 Jazz Johnson

24 Carl Wheatle

25 Joonas Riismaa

Allenatore Nicola Brienza

S.BERNARDO-CINELANDIA PARK CANTU’

1 Francesco Stefanelli

3 Luigi Sergio

4 Robert Johnson

11 Stefan Nikolic

19 Tommaso Moscatelli

20 Matteo Da Ros

21 Lorenzo Bucarelli

22 Marco Cusin

23 Jordan Bayehe

25 Trevon Allen

28 Giovanni Severini

36 Stefano Elli

Allenatore Marco Sodini

Palla a due: domenica 10 ottobre, ore 18, al PalaCarrara

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Simone Dalla Francesca
Laureato in Linguaggi dei media all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e giocatore di basket per l’Alebbio. Dopo una parentesi a La Gazzetta dello Sport, sono ora un collaboratore de La Provincia di Como.

One thought on “PalaCarrara un test: Brienza e Johnson provano lo sgambetto

Lascia un commento