OraSì Ravenna, secondo duro ostacolo nella scalata playoff

OraSì Ravenna
[ethereumads]

Tutto pronto per le semifinali playoff. Cantù affronta l’OraSì Ravenna, squadra in un buon momento di forma e fiducia.

 

Archiviata la pratica Forlì, per la Pallacanestro Cantù è tempo di affrontare lo scoglio delle semifinali. Sabato sera, al PalaDesio, inizia un’altra serie al meglio delle cinque partite contro un avversario ostico e ben allenato: l’OraSì Ravenna di coach Alessandro Lotesoriere. La terza forza del girone rosso sta vivendo un ottimo momento di forma e lo ha dimostrato superando 3-1 Torino nel primo atto di questi playoff.

Un percorso molto simile a quello fatto dai brianzoli: dopo aver vinto e convinto nelle prime due sfide casalinghe, i giallorossi hanno perso di misura gara tre, portando a casa il quarto match al termine di una partita tiratissima. Nell’arco della serie, i romagnoli sono stati capaci di variare le soluzioni, trovando spesso interpreti diversi, accanto ai più esperti punti fermi. Sarà importante, per Cantù, partire bene e non perdere il fattore campo, per affrontare il resto della serie in vantaggio e non accendere l’entusiasmo di una squadra che sogna un traguardo storico.

Il precedente

Acqua S.Bernardo Cantù e OraSì Ravenna si sono già affrontate il primo maggio, nell’ultima giornata di fase a orologio. Era il giorno del ritorno degli Eagles al palazzo e della festa prima dei playoff. Entrambe le squadre erano già certe della propria posizione in classifica e hanno potuto affrontare serenamente l’impegno, lasciando a riposo alcuni dei propri elementi pregiati. Ai biancoblù, oltre al nuovo arrivato Vitali, mancava Stefanelli, mentre ai romagnoli l’americano Tilghman. 76-72 il finale in quell’occasione, ma il punteggio non rende l’idea del reale andamento della partita. Nel corso del terzo quarto, Cantù aveva toccato anche il +20, salvo poi farsi rimontare negli ultimi tre minuti, con l’intensità ormai azzerata. Nei playoff però, sarà tutto diverso. Molto probabilmente, vedremo partite molto più tirate.

Lì OraSì Ravenna

“Per noi è un grande orgoglio aver raggiunto la semifinale – ha dichiarato coach Alessandro Lotesoriere, intervistato da noi prima della serie – Ora siamo nel novero delle prime quattro, quindi affronteremo squadre di alto livello, partite con l’obiettivo di essere qui. Cantù è una di queste. Con l’innesto di Vitali e il recupero di Bryant ha un roster di indubbio valore. Ci attende una serie durissima ma vogliamo continuare a crescere e giocarcela. Abbiamo rotto il ghiaccio con Torino e cercheremo di inseguire un sogno. Ci troveremo a fronteggiare tantissimi mismatch, ma lo faremo al meglio delle nostre possibilità. La partita di fase a orologio è stata importante per approcciare i playoff, assaggiare l’ambiente e testare la fisicità di Cantù. Tuttavia, non c’era nessuna posta in palio, quindi in questo caso, ci saranno un approccio e una preparazione alla sfida ben diversi”.

Il roster dell’OraSì Ravenna è stato assemblato miscelando talento ed esperienza, oltre a un paio di scommesse, col senno di poi, vincenti. Tante delle fortune passano dalle mani del duo americano formato dal play/guardia Austin Tilghman, assoluto protagonista della stagione regolare e della Coppa Italia, e dall’ala Lewis Sullivan, mvp di Gara 1 dei quarti con una prova da 27 punti e 8 rimbalzi.

L’esterno Daniele Cinciarini, fratello di Andrea, è stato tra i più costanti nella serie con Torino, chiudendo a 19.3 punti e 4.5 rimbalzi di media. Il centro titolare è invece l’ex canturino Alessandro Simioni, a sua volta molto ispirato nelle ultime partite, nelle quali ha tenuto cifre ben superiori a quelle stagionali. Il quintetto, è chiuso dall’ala Gabriele Benetti, arrivata in corso d’opera da Fabriano.

Dalla panchina, i giallorossi possono contare sull’esperienza di Giulio Gazzotti, lo scorso anno vincitore dei playoff con Tortona, e sulla freschezza di Davide Denegri, ottimo tiratore. Il playmaker del 2003 Nicola Berdini chiude le rotazioni. A referto anche Giulio Martini e Francesco Ciadini.

umana reyer
Alessandro Simioni a Cantù

Qui Cantù

La settimana di pausa e di lavoro in palestra può aver giovato alla squadra di Sodini sotto più di un aspetto. Da un lato, era necessario lavorare con più calma all’inserimento di Luca Vitali, arrivato alla vigilia di Gara 1 con Forlì, senza il tempo necessario per conoscere i compagni e assimilare i meccanismi di gioco. Dall’altro, ha dato il tempo a Zack Bryant di proseguire nel recupero dall’infortunio. Stando agli ultimi bollettini medici, l’obiettivo sarebbe quello di rimetterlo in condizione di giocare già da sabato ma, qualora così non fosse, potrebbe essere in grado di cambiare passo alla squadra nel momento in cui la serie si sposterà a Ravenna.

Francesco Stefanelli
Luca Vitali in campo nella partita del suo esordio canturino

Le formazioni

ACQUA S.BERNARDO CANTU’

1 Francesco Stefanelli

2 Zack Bryant

7 Luca Vitali

11 Stefan Nikolic

15 Ilia Boev

20 Matteo Da Ros

21 Lorenzo Bucarelli

22 Marco Cusin

23 Jordan Bayehe

25 Trevon Allen

28 Giovanni Severini

Allenatore Marco Sodini

ORASI’ RAVENNA

0 Austin Tilghman

1 Nicola Berdini

4 Giulio Martini

5 Daniele Cinciarini

6 Giulio Gazzotti

11 Davide Denegri

22 Lewis Sullivan

25 Francesco Ciadini

27 Alessandro Simioni

28 Gabriele Benetti

Allenatore Alessandro Lotesoriere

Palla a due sabato 21 maggio ore 20.30 al PalaDesio

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Simone Dalla Francesca
Laureato in Linguaggi dei media all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e giocatore di basket per l’Alebbio. Dopo una parentesi a La Gazzetta dello Sport, sono ora un collaboratore de La Provincia di Como.

Lascia un commento