Next Gen Cup: Procida e Cucchiaro incontenibili. Cantù batte Pistoia.

Next Gen Cup
il massimo della pizza banner

Buona la seconda per Cantù in Next Gen Cup. Grazie ad una prova maiuscola i ragazzi di Visciglia battono i padroni di casa di Pistoia.

Che questi ragazzi avessero carattere lo si era già visto ieri nella reazione al -26, ma oggi ne abbiamo avuto conferma. Con le spalle al muro e contro i padroni di casa Cantù gioca una partita di grande sacrificio, conducendo con personalità per quasi tutto l’incontro.

Merito di un’ottima difesa da parte di tutti per almeno tre quarti e della leadership offensiva del duo Cucchiaro-Procida, veri mattatori dell’incontro. Cucchiaro chiude con 14 punti, 5 rimbalzi, 4 assist e 7 falli subiti per 25 di valutazione, mentre Procida manda a referto 24 punti con ottime percentuali.

Pistoia, spinta dal proprio pubblico non si è mai arresa, sfiorando una clamorosa rimonta nei minuti finali, trascinata da un Querci da 22 punti, ma negli ultimi secondi ha fallito l’aggancio e il sorpasso.

Annuncio Pubblicitario

L’Acqua San Bernardo si porta momentaneamente seconda nel girone di Next Gen Cup proprio in virtù dello scontro diretto con i toscani. Per andare a Firenze servirà però vincere stasera con Pesaro, ancora a quota 0, e sperare nella vittoria di Trieste, perché la differenza canestri non sorride ai brianzoli.

La partita

Cantù deve vincere contro i padroni di casa per continuare la sua avventura in Next Gen Cup e parte con Cucchiaro, Procida, Gatti, Marazzi e Boev, mentre Pistoia schiera Querci, Ani, Droker, Del Chiaro e Riismaa. La squadra di Visciglia entra in campo con tutt’altro piglio rispetto a ieri, portandosi avanti 2-7 con i canestri di Marazzi e Procida. Ottimo l’impatto offensivo del numero 9 brianzolo che porta i suoi a +7 con 7 punti personali. L’Officina Fattori reagisce grazie alla personalità di Querci, ma Nasini e Di Giuliomaria rispondono per l’11-20. Pistolesi, glaciale dalla lunetta, sfrutta il bonus e dimezza lo scarto, poi i canestri di Mati ed Arienti scrivono 18-23 sul tabellino del primo quarto.

Un layup di Nasini apre le marcature della seconda frazione. Pistoia esce bene da un timeout con un 4-0 firmato Del Chiaro-Riismaa, subito fermato da Boev, che gioca molto bene in post. Il lungo Del Chiaro continua però ad essere un cliente scomodo e accorcia nuovamente a -2. Cantù reagisce da grande con Procida e Cucchiaro (27-33), ma due triple di Droker, in difficoltà nella prima parte di gara, pareggiano i conti. Serve il talento di Arienti, ieri tra i migliori, per permettere all’Acqua San Bernardo di andare a riposo avanti 35-36.

Next Gen Cup
Arienti in lunetta. Ottimo il suo impatto in questa Next Gen Cup.

Lorenzo Querci firma il primo vantaggio toscano in avvio di ripresa e allunga a +3 con Pistolesi. Cantù si affida alla stella Procida che prima accorcia dalla lunetta, poi realizza da 3 per il 39-41 e infine regala il +4 ai suoi con un reverse complicatissimo. Cambia l’inerzia e Cantù scappa a +12 trascinata da Cucchiaro. Pistoia torna a segnare, ma il trio Procida-Nasini-Arienti permette ai biancoverdi di affacciarsi all’ultimo quarto sul 48-61.

Reazione d’orgoglio dell’Officina Fattori che spinta da Querci torna a -7 in un minuto. Visciglia chiama timeout, Procida recepisce: tripla dall’angolo e nuovo +10. Pistoia ha un grande Querci, Cantù ha un solidissimo Cucchiaro e resta avanti 57-68 a metà quarto. I biancorossi non mollano e tornano a -2 trascinati ancora una volta dal proprio numero 14 con 30 secondi da giocare. Cantù perde palla e Droker fa 1/2 dalla lunetta, ma Pistoia recuupera il rimbalzo d’attacco. Udom prende il tiro della vittoria ma la palla non vede neppure il ferro. Cantù vince 71-72 e continua a sperare nella qualificazione alle final four.

Next Gen Cup
Procida, stella dell’Acqua San Bernardo

Tabellini

PISTOIA: Droker 10, Mangani NE, Udom 1, Mati 7, Lovino NE, Cannone, Riisma 2, Pistolesi 11, Querci 22, Di Sacco, Ani 4, Del Chiaro 14. All.Angella.

CANTÙ: Lanzi, Arienti 7, Cucchiaro 14, Nasini 7, Procida 24, Di Giuliomaria 5, Quarta 3, Gatti 2, Ziviani, Bresolin 2, Marazzi 4, Boev 4. All.Visciglia.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Simone Dalla Francesca
Simone Dalla Francesca
Studente di Linguaggi dei media all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e giocatore di basket presso l'Antoniana Como. Fin da bambino ho sempre avuto due grandissime passioni. La prima è la pallacanestro, la seconda è scrivere. Scrivere di pallacanestro è dunque il mix perfetto!

Lascia un commento