Next Gen Cup: Cantù alla fase finale con acciacchi ma agguerrita

Next Gen Cup
il massimo della pizza banner

L’under 18 della Pallacanestro Cantù inizia giovedì la sua avventura nella final 8 di Next Gen Cup. Pur acciaccata prova a raggiungere le finali di Firenze.

È una Pallacanestro Cantù acciaccata ma agguerrita quella che si presenta a Pistoia per la fase finale della Next Gen Cup, il torneo che vede protagonisti gli under 18 delle 16 squadre di serie A. I ragazzi di coach Visciglia arrivano al girone del PalaCarrara con il morale alle stelle per il primo posto in campionato, ma a ranghi ridotti. Out  sicuramente Simone Caglio ed il lungo Elia Massenzana e quanto meno in dubbio Bogdan Markovski ed Ilia Boev, con il secondo che molto probabilmente recupererà in tempo.

Il girone della prima fase di Next Gen Cup. Cantù ha avuto la meglio su Brescia e Torino.

Cantù, targata Acqua San Bernardo, arriva al gironcino che dà accesso alle final four di Firenze dopo aver ottenuto il secondo posto nel proprio gruppo a dicembre, all’Enerxenia Arena di Varese, proprio dietro ai padroni di casa. È ora inserita nel gruppo F, insieme a Trieste, seconda nel girone di Venezia, e Pesaro e Pistoia, vincitrici dei propri raggruppamenti. Le prime due accedono alle Final Four di Firenze al Mandela Forum, dove si tengono negli stessi giorni le Final Eight di Coppa Italia.

Coach Antonio Visciglia presenta così il momento della sua squadra: “Arriviamo a questa Next Gen Cup con importanti mancanze e per scelta, senza nessuno dei tre prestiti disponibili per questa fase. Il livello si è alzato, la competitività è alta e certamente le assenze non ci aiutano, però daremo tutto per provare ad arrivare alle finali di Firenze. È già una bella soddisfazione essere qui con un gruppo formato soprattutto da 2002 (solo tre i 2001), ma soprattutto in questo momento particolare vogliamo dimostrare a tutti cosa significa essere canturini e far parte di questa città e di questa società”.

Annuncio Pubblicitario

Visciglia passa poi ad analizzare le avversarie: “La prima partita, quella di giovedì con Trieste è già uno scontro chiave. Vincere vuol dire arrivare al giorno dopo con la consapevolezza che basta una vittoria per passare il turno e quindi con la mente più leggera. La favorita è molto probabilmente Pesaro, ma occhio a sottovalutare Pistoia perché in casa avrà certamente una motivazione maggiore”.

L’Acqua San Bernardo farà il suo esordio giovedì alle 14.30 contro Trieste. Venerdì invece doppio appuntamento: alle 11.30 contro i padroni di casa di Pistoia e alle 18.30 contro Pesaro.

Next Gen Cup
Cucchiaro in azione nella prima fase
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Simone Dalla Francesca
Simone Dalla Francesca
Studente di Linguaggi dei media all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e giocatore di basket presso l'Antoniana Como. Fin da bambino ho sempre avuto due grandissime passioni. La prima è la pallacanestro, la seconda è scrivere. Scrivere di pallacanestro è dunque il mix perfetto!

Lascia un commento