Mortheza Gharibloo indica la via, Berdun la sbarra. Gara1 a Cantù.

mortheza gharibloo

62-72 Briantea nell’andata di semifinale con Giulianova. Ai locali non basta un Mortheza Gharibloo da 27 punti, uno in meno di Adolfo Berdun.

E’ il PalaMaggetti il teatro di una delle due semifinali della serie A Fipic 2020/21. Di fronte si ritrovano Deco Group Amicacci Giulianova e UnipolSai Briantea84 Cantù, capaci di eliminare rispettivamente Bergamo e Sassari il turno precedente. Una sfida che si è dimostrata avvincente quella del primo atto, con un avvio a dir poco scoppiettante da entrambe le parti, con una qualità offensiva da far invidia persino al basket in piedi.

Due formazioni dunque alquanto ispirate in attacco, ritrovatesi in perfetta parità al giro di boa. Poi i brianzoli hanno svoltato in difesa e concedendo soltanto nove punti agli avversari nel terzo periodo, hanno trovato l’allungo decisivo. Una caparbia Giulianova si è riavvicinata negli ultimi minuti fino al -4, ma si dovrà accontentare di andare in Brianza fra sette giorni partendo dal -10. La sensazione è che ancora nulla è precluso agli abruzzesi, tuttavia servirà un’impresa al PalaMeda.

La partita

Davvero frizzanti i primissimi minuti di gioco, con abruzzesi e brianzoli poco avvezzi a errori al tiro. Ne nasce così un 10-6 dopo nemmeno due minuti, con la tripla messa a segno da Beginskis. Berdun e De Maggi replicano prontamente con la stessa moneta per il 10-12, poi due canestri consecutivi di Saaid per il +4 esterno. I padroni di casa piazzano un break di 7-0 con il trio Marchionni, Gharibloo e Beginskis, concludendo così il primo periodo avanti 22-18.

Annuncio Pubblicitario
il circolone

In apertura di secondo Marchionni di tabella firma il +6, poi la UnipolSai trova un prezioso 13-0 di parziale grazie soprattutto a un indemoniato Berdun, a segno tre volte dall’arco nel giro di poche azioni (24-31). Gharibloo riavvicina la Deco Group sul -1, di Esteche con l’ausilio della tabella il 32-37. Tuttavia le due squadre andranno al riposo sul 37-37 dopo un tiro da centro area e un libero da parte di Mortheza Gharibloo.

Abruzzesi che ritrovano il vantaggio in uscita dagli spogliatoi sempre per mano di Gharibloo (40-39), ma gli ospiti piazzano un’altra importante zampata grazie anche al buon impatto sotto le plance di Papi, che sfrutta l’assist di Berdun per il 42-49. Lo stato di grazia dell’italo-argentino dai 6,75 metri non si placa (44-52), di Carossino i due liberi per il 46-54 di fine terzo periodo.

mortheza gharibloo
Simone De Maggi contrastato da Mortheza Gharibloo (foto Briantea84)

Giulianova accorcia sul -4 con le giocate di Gharibloo e Beginskis, Cantù risponde con il tiro dall’arco di Esteche su assist di Berdun (51-59). Gharibloo non concretizza il gioco da tre punti con l’errore in lunetta, viceversa lo fa Santorelli per una Briantea che ha esaurito il bonus a 3’38” dalla conclusione (57-66). Mortheza Gharibloo saluta la compagnia con il quinto fallo personale, Labedzki prova a non farlo rimpiangere con cinque punti consecutivi che riaprono la contesa sul 62-66. Il finale di gara è però tutto di marca canturina, con i brianzoli che allo scadere trovano con un rimbalzo e canestro di De Maggi per il definitivo 62-72, che equivale anche al massimo vantaggio di serata. Berdun chiude con 28 punti, uno in più di Gharibloo. In doppia cifra anche Marchionni per Giulianova con 13 punti e Carossino per Cantù con 12.

DECO GROUP AMICACCI GIULIANOVA – UNIPOLSAI BRIANTEA84 CANTU’ 62-72  (22-18, 15-19, 9-17, 16-18)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento