Milos Teodosic predica basket, Cantù il -19 non rende giustizia

milos teodosic

Acqua S.Bernardo ko alla Virtus Segafredo Arena 89-70, ma capace di tener testa alla capolista per diversi minuti. Milos Teodosic incanta con 11 assist.

Non era certamente questa la sfida da cui attendersi due punti dalla Pallacanestro Cantù, contro una Virtus Bologna che sta ad oggi compiendo un percorso netto nel massimo campionato italiano di basket e già qualificata alle Top16 di Eurocup. Tuttavia, i canturini non si tirano indietro e per metà gara riescono a rispondere colpo su colpo ai quotati avversari. Fino al terzo periodo, perso 28-13, che risulta ancora una volta fatale sull’esito finale. Negli ultimi dieci minuti gli ospiti provano a riaprirla ma non vanno oltre il -11, nonostante il cuore messo in campo. Viene così archiviata senza particolari rimpianti la settima sconfitta stagionale, ora domenica prossima un derby a dir poco vitale da affrontare con il coltello fra i denti (ma solo eufemisticamente parlando) contro la Openjobmetis Varese, in un PalaDesio a dir poco stregato in questo avvio.

I canturini durante l’inno nazionale

La partita

Pancotto stravolge il proprio starting-five, con le new entry Collins, La Torre e Burnell ad affiancare Clark e Hayes. Djordjevic invece lancia Cournooh insieme a Markovic, Weems, Ricci e Gamble. Avvio di gara nel segno dell’ex Cournooh, suoi i primi quattro punti bolognesi ma anche l’antisportivo commesso ai danni di Burnell. Quest’ultimo ringrazia realizzando un libero e un tiro pesante, poi Hayes stoppa Gamble e nell’altra metà realizza dalla media per il 6-11. Punteggio che torna in parità con la tripla di Frank Gaines (15-15), Clark in penetrazione ridà il +4 a Cantù ma nel finale di quarto i portatori di palla brianzoli cadono sotto la pressione effettuata da Pajola. Prima è Rodriguez a farsi soffiare il pallone, poi è Collins. Due errori che costano altrettanti canestri da parte di Hunter e Baldi Rossi (dopo rimbalzo a fil di sirena), Virtus Bologna e Acqua San Bernardo Cantù sul 21-21 al 10′.

Padroni di casa che prolungano il loro parziale positivo ad inizio secondo quarto fino al 9-0 con due liberi di Pajola (26-21), Wilson colpisce dall’arco e coach Djordjevic decide di parlarci sopra al 13’18” sul +2. In uscita di esso altro break bolognese, questa volta di 8-0, grazie a sei punti del duo serbo Markovic-Teodosic, 36-26 e coach Pancotto si rifugia nel suo secondo time-out. Buonissima anche la reazione canturina, quattro di Wilson, due da centro area di Young e una correzione di Hayes, permettono agli ospiti di rifarsi minacciosamente sotto sul -2. Weems ridà il +6 alla Virtus con una schiacciata in transizione, Cantù entra in bonus nel finale di periodo commettendo due falli evitabili con Young e La Torre, ma fortunatamente vengono puniti con un solo libero realizzato da Hunter. “Magata” in prossimità della seconda sirena da parte di Milos Teodosic su una gamba sola, il canestro però non è valido e così le due formazioni vanno al riposo sul 41-36.

Annuncio Pubblicitario

Freddino l’inizio di ripresa per entrambe le squadre, di Collins in uscita dai blocchi la prima realizzazione al 21’42” (41-39). Gamble fa molto male ai biancoblu in post-basso portando a spasso Hayes, otto punti per lui in poche azioni e Bologna scappa sul +8. Bomba di Young su assist di Burnell, ma l’Acqua San Bernardo paga a caro prezzo due palle perse scivolando sul -13 con i due punti di Pajola che sfrutta il cioccolatino dietro la schiena di Teodosic. Pancotto opta per una zona 2-3 ma viene subito bucata dalla tripla di Weems, due alley-oop nati dalle mani di Milos Teodosic e chiusi da Hunter (l’ultimo addirittura direttamente dalla rimessa), permettono alla Virtus di entrare negli ultimi dieci minuti di gioco sul rassicurante +20.

I brianzoli provano a non mollare, Clark confeziona sei punti grazie anche a un tecnico fischiato a Djordevic, mentre è di Wilson la penetrazione del -12. Un canestro di Hunter regala il nuovo +15 ai virtussini, ma Cantù con la transizione di Clark e Hayes dalla media prova a rimettersi in corsa, con Pecchia che sbaglia il coast to coast del possibile -9. Nel finale di gara Bologna riallunga nuovamente, trova il massimo vantaggio di serata con due liberi del neo entrato Deri che valgono il +21, prima della correzione di Young per il definitivo 89-70.

Per Cantù cinque uomini in doppia cifra

Mvp di serata è Milos Teodosic, capace di abbinare ai 15 punti realizzati anche ben 11 assist, molti dei quali hanno innescato Hunter (13 punti e 9 rimbalzi) e Gamble (13 punti, diversi nel momento topico del terzo periodo). Bene anche Weems con 15 e Markovic con 10. Per Cantù arriva qualche segnale di risveglio in fase realizzativa da parte di Clark, con 17 punti, ma in doppia cifra ci finiscono anche Young e Wilson con 11, Hayes e Burnell con 10.

SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA – ACQUA S.BERNARDO CANTù 89-70  (21-21, 20-15, 28-13, 20-21) 

Tabellini

BOLOGNA: Gaines 3, Deri 2, Pajola 5, Baldi Rossi 5, Markovic 10, Ricci 2, Cournooh 6, Hunter 13, Weems 15, Nikolic ne, Teodosic 15, Gamble 13. All.: Djordjevic.

CANTù: Young 11, Collins 6, Procida ne, Clark 17, La Torre 3, Hayes 10, Wilson 11, Burnell 10, Baparapè ne, Simioni, Rodriguez, Pecchia 2. All.: Pancotto.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento