Matteo Chillo l’Mvp che non t’aspetti. Cantù cade a Treviso.

matteo chillo

Terzo periodo di nuovo fatale per i canturini, sconfitti al PalaVerde 89-82. Matteo Chillo uno dei protagonisti del successo con 16 punti.

Non propriamente fortunato il ritorno di Cantù al PalaVerde a distanza di nove anni. Era il 6 novembre 2011 quando si giocò, prima di oggi, l’ultima sfida fra trevigiani e brianzoli nello storico impianto di Treviso. Terminò 72-55 a favore degli uomini di Djordjevic. Anche questa sera a prevalere sono stati i padroni di casa, tuttavia ai canturini non mancano le attenuanti, visto il considerevole stop a causa del Covid-19.

Ma come in occasione del derby contro l’Olimpia Milano, decisivo è stato il parziale al rientro dall’intervallo. Un 22-12 che ha pesato in maniera importante sul risultato finale, all’interno di una partita per larghi tratti equilibrata. I locali raccolgono qualche rimbalzo in più (39 contro 30) e si passano più volentieri la palla a spicchi (24 contro 15 il dato degli assist), mentre per gli ospiti la conferma di una buona precisione da oltre l’arco con il 46%. E’ mancato poi Marteen Leunen, out per un problema muscolare. Ma anche James Woodard, troppo pochi i 9 punti messi a segno. Da lui ci si aspetta di più.

E non è bastata l’ottima prova di Jazz Johnson, con 24 punti in 28 minuti. Oltre a lui, in doppia cifra anche Jaime Smith con 15 punti e 7 assist, ma anche Sha’Markus Kennedy con 13. Nella De’ Longhi top-scorer è il “professore” David Logan con 23 punti, super DeWayne Russell con 16 punti ma soprattutto 9 assist, tuttavia il più continuo è stato Matteo Chillo. Per il 27enne lungo sono arrivati 16 punti, gli stessi fatturati domenica scorsa contro la Fortitudo dopo una carriera vissuta prettamente nelle serie inferiori. Complimenti.

Annuncio Pubblicitario

La partita

Coach Menetti schiera nello startig-five Russell, Logan, Carroll, Akele e Chillo. Per Pancotto, invece, scendono in campo Smith, Woodard, Pecchia, Thomas e Kennedy. Partono meglio i trevigiani, che con le giocate in post basso di Chillo prima e Akele poi si portano sul 10-5. I canturini rispondono pan per focaccia in area, impattando subito con Kennedy e Thomas (12-12). Antisportivo di Chillo su Pecchia, ne nasce un libero di quest’ultimo convertito e una allo scadere dei 24″ di Johnson, per il +4 esterno. Mekowulu fa il suo ingresso sul parquet, ribaltando subito l’inerzia del punteggio con 5 punti consecutivi di pura potenza (19-18). Acqua San Bernardo di nuovo avanti con la tripla di Procida (19-23), ma Russell fa altrettanto in concomitanza della prima sirena, facendo imbufalire il coach dei brianzoli (24-25).

Il break di Treviso si prolunga, 8-0 e i ragazzi di Menetti tornano avanti di quattro lunghezze con il semigancio di Mekowulu. Seconda tripla a segno di Procida per il 31-32, tuttavia Matteo Chillo sale rapidamente in doppia cifra e due suoi canestri filati obbligano Pancotto a chiamare il secondo time-out nel giro di poco più di due minuti (40-34). I brianzoli riescono però a riagguantare la parità nelle ultimissime azioni prima dell’intervallo, grazie a un gioco da tre punti e un tiro allo scadere di Smith per il 44-44.

Il PalaVerde durante gli inni nazionali

Al rientro sul rettangolo di gioco la De’ Longhi allunga subito sul +6 con il 2+1 di Russell, Pancotto decide di parlarci subito su dopo 1’23”. Dall’arco Pecchia e Woodard permettono di pareggiare velocemente i conti, ma la squadra di Menetti sfodera un break di 12-o per il momentaneo 64-53. Sono due liberi di Imbrò, con meno di 2″ residui da giocare, a mandare in archivio il terzo periodo sul punteggio di 66-56.

L’ultimo quarto si apre con la tripla di Matteo Chillo su assist di Vildera, per il massimo vantaggio di serata (69-56). I canturini si scuotono e con un break favorevole di 9-0 si rimettono in carreggiata, con la penetrazione di Johnson che obbliga il coach di casa a rifugiarsi in un time-out al 33’44”. Ci pensano Logan con una tripla frontale e Russell in penetrazione a ridare la doppia cifra di margine alla propria squadra (80-69), poi è quest’ultimo a infilare nella retina il tiro dai 6.75 metri del +13. Nel finale di gara gli ospiti limitano il passivo, soprattutto grazie a due esecuzioni dall’arco di Johnson per il definitivo 89-82. Cantù perde la terza partita consecutiva, in attesa di rifarsi domenica prossima contro la Virtus Roma al PalaDesio.

DE’ LONGHI TREVISO – ACQUA S.BERNARDO CANTù 89-82 (24-25, 20-19, 22-12, 23-26)

Tabellini

TREVISO: Russell 16, Logan 23, Vildera, Bartoli n.e., Imbrò 2, Piccin n.e., Chillo 16, Mekowulu 14, Sokolowski 10, Carroll 2, Akele 6. All. Menetti.

CANTù:  Thomas 9, Smith 15, Kennedy 13, Woodard 9, Procida 6, Leunen n.e., La Torre, Johnson 24, Bayehe, Baparapè n.e., Pecchia 6, Caglio n.e.. All. Pancotto.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento