Manuchar Markoishvili fa valere la legge dell’ex: Cantù cede 86-80

Manuchar Markoishvili

Una Red October poco convincente cede sotto i colpi di Manuchar Markoishvili e Julian Wright. Più difficile andare alle Final Eight.

Una brutta Cantù cede 86-80 sul campo dell’ottima Grissin Bon Reggio Emilia, trascinata da un super Julian Wright e dai punti di Manuchar Markoishvili. I biancoblu continuano a non riuscire ad ottenere due vittorie consecutive. Dopo una grande prova di squadra con Pesaro è arrivata una prestazione molto altalenante, fatta di fiammate dei singoli e scarsa applicazione difensiva. Impalpabile Thomas, in difficoltà Crosariol, buoni momenti per il trio Smith-Burns-Culpepper, ma non bastano i loro punti a fronte di una difesa poco aggressiva. I migliori indiscutibilmente gli Eagles, molto più rumorosi del pubblico di casa, e che avrebbero meritato qualcosa di più dai ragazzi. Si complica la strada verso le Final Eight, sebbene l’obiettivo primario resti la salvezza. Fondamentali le ultime due giornate contro Capo d’Orlando e Brindisi.

Primo Tempo

Presente Charles Thomas da una parte, presente Julian Wright dall’altra, nonostante le voci di mercato che lo vogliono in partenza. Non parte comunque in quintetto perché la Reggiana schiera Della Valle, De Vico, White, Reynolds e Chris Wright, Cantù risponde con il classico quintetto formato da Smith, Culpepper, Chappell, Burns e Crosariol. Primi 4 punti segnati proprio da quest’ultimo che se la gioca bene in post e poi duetta con Jaime Smith. Biancoblu arrembanti in avvio, Reggio imballata: 0-8 il parziale dopo 3′ e timeout per Menetti. Culpepper spinge Cantù addirittura sullo 0-15 a metà quarto. Markoishvili d’esperienza guadagna 3 tiri liberi con 4.51 sul cronometro e sblocca Reggio con un 2/3. Si sblocca la Grissin Bon, 7-0 in un minuto e vantaggio dimezzato. Ora è la Red October a non trovare il canestro e i padroni di casa ricuciono sul 11-15 con il duo Della Valle-Julian Wright. Cantù torna a segnare con la tripla di Culpepper, ma i biancorossi sono in partita e chiudono la prima frazione a contatto. 15-18 il punteggio.

Manuchar Markoishvili
Amedeo Della Valle, 9 punti nel primo tempo.

Reggio Emilia pareggia i conti in apertura con la tripla di De Vico. + 3 con la bomba di Markoishvili. Sembra Cantù ora ad essere bloccata e tramortita. Manuchar Markoishvili è in ritmo e porta i suoi avanti 26-20. Si dilata il parziale e i brianzoli sprofondano a -11 con i canestri di Candi e Chris Wright. Smith e Burns provano a tenere vivo il match e a 4 minuti dall’intervallo è 33-28. La difesa della Red October però è molto pigra, l’area pitturata è un’immensa prateria e le cose buone in attacco vengono vanificate. Della Valle e Markoishvili arrivano con facilità al ferro. Cantù limita i danni e chiude sul 42-35.

Annuncio Pubblicitario

Secondo Tempo

Cantù trova subito il canestro con Burns, la Reggiana risponde con un super Julian Wright, perfetto nella prima parte di gara. La faccia della Red October continua però ad essere quella sbagliata. L’antisportivo sacrosanto fischiato a Crosariol aiuta gli uomini di Menetti a volare sul 51-37. È la scossa per i biancoblu, che reagiscono con Smith e Chappell, riportandosi a -7. Ci pensa però nuovamente il grande ex, Manuchar Markoishvili, a ridare la doppia cifra di vantaggio ai suoi. Squadre che fanno l’elastico tra gli 11 e i 7 punti di margine, con Cantù che non dà l’impressione di poter rientrare del tutto. Chappell segna il -4, ma la Grissin Bon, con personalità, torna avanti di 8 a 2 minuti dall’ultima pausa. Reynolds e Thomas mantengono invariato il distacco: 64-56.

Manuchar Markoishvili
Julian Wright ha fornito una prestazione completa.

Scorpacciata di rimbalzi in testa a Crosariol, gioco da tre punti di Julian Wright e nuova doppia cifra di vantaggio per Reggio Emilia, in controllo del match. Solo Smith sembra provarci fino in fondo e tiene Cantù a -9.  Culpepper segna il 73-65, ma Reynolds mantiene la distanza di sicurezza. Due alley-oop alzate da Culpepper, prima per Burns e poi per Crosariol valgono il 79-71 a 3′ dalla fine. La guardia canturina poi si mette in proprio e segna il -6, ma Reynolds e Della Valle affossano nuovamente la squadra di Sodini sull’84-73.  Smith e Burns accorciano ma non cambia la sostanza. Finisce 86-80 per la Grissin Bon.

Tabellini

REGGIO EMILIA: Mussini, J.Wright 15, Bonacini NE, Candi 5, Della Valle 17, White 3, Reynolds 12, Markoishvili 19, C.Wright 10, De Vico 5.

CANTÙ: Smith 19, Culpepper 18, Pappalardo NE, Cournooh 3, Parrillo, Tassone NE, Crosariol 8, Maspero NE, Raucci, Chappell 10, Burns 20, Thomas 2.

Le dichiarazioni di fine gara rilasciate da Max Menetti sul canale Pallacanestro Reggiana

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Simone Dalla Francesca
Simone Dalla Francesca
Studente di Linguaggi dei media all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e giocatore di basket presso l'Antoniana Como. Fin da bambino ho sempre avuto due grandissime passioni. La prima è la pallacanestro, la seconda è scrivere. Scrivere di pallacanestro è dunque il mix perfetto!

Lascia un commento