Maarten Leunen, il ritorno a Cantù a una rescissione di distanza

Maarten Leunen

Cantù e Maarten Leunen gradirebbero una seconda parentesi insieme. Resta, però, da sciogliere il nodo rescissione con la Fortitudo.

Il secondo matrimonio tra Maarten Leunen e la Pallacanestro Cantù s’ha da fare. Non c’è ancora l’ufficialità, né tantomeno la firma sul contratto, ma è innegabile che si respiri aria di flirt. Le voci di mercato si stanno facendo sempre più insistenti e qua e là è spuntato anche qualche indizio.

Uno su tutti proprio sul profilo Instagram di “Martino”, qualche giorno fa. Pur non usando molto i social, l’ala forte dell’Oregon ha pubblicato una storia che lo ritraeva insieme alla moglie, la quale indossava una felpa degli Eagles. Un segno di ammiccamento, probabilmente, verso la società brianzola, ma forse anche qualcosa di più.

Leunen, che a settembre compirà 35 anni, sarebbe gradito a diverse squadre di A2, dove, come dimostrato due stagioni fa in maglia Fortitudo, sarebbe ancora in grado di fare la differenza. E’ risaputo, tuttavia, che la priorità del giocatore è quella di rimanere in Serie A. Quale destinazione migliore di Cantù, allora, dove sarebbe leader di uno spogliatoio pieno di giovani, pronti a crescere attorno a lui.

Annuncio Pubblicitario

Il profilo di Maarten Leunen sembra gradito anche a coach e società, che stando ai primi movimenti stanno disegnando una squadra sulla falsa riga dell’anno scorso. Le conferme di Andrea Pecchia, Andrea La Torre e Gabriele Procida sono state la base da cui partire. Donte Thomas, per fisicità e caratteristiche tecniche, ricorda un po’ Jason Burnell, mentre Sha’Markus Kennedy, lungo atletico e ottimo stoppatore, può essere paragonato a Kevarrius Hayes. Jordan Bayehe è il quarto lungo, italiano e proveniente dall’A2, come Alessandro Simioni lo scorso anno, ma con un profilo tecnico diverso. In questo quadro, Leunen andrebbe a sostituire l’esperienza e la capacità di aprire il campo di Jeremiah Wilson, senza stravolgere il credo di Cesare Pancotto.

L’ostacolo principale resta il contratto che l’ex Cantù e Avellino ha con la Fortitudo. La S.Bernardo-Cinelandia non ha i mezzi economici per pagare un buyout, quindi resta in attesa di una rescissione.

Maarten Leunen
Passaggio e letture sono due punti forti di Maarten Leunen.

La carriera di Maarten Leunen

Maarten Leunen nasce il 3 settembre 1985 a Vancouver, cittadina sul confine tra lo stato di Washington e l’Oregon, e non la più celebre metropoli canadese. Si forma cestisticamente proprio nelle fila degli Oregon Ducks, chiudendo la stagione da senior a 15.2 punti, 9.2 rimbalzi e 2.8 assist, con il 49.2% da 3 punti.

Numeri che gli valgono, nel 2008/2009, la chiamata del Darussafaka, nella prima lega turca. Una stagione di buon livello, in cui fa registrare 12.1 punti e 6.2 rimbalzi di media.

Poi l’approdo a Cantù, dove gioca ininterrottamente per cinque stagioni, dal 2009 al 2014, raggiungendo la finale scudetto nel 2010/2011 e vincendo la Supercoppa Italiana nel 2012. L’ultimo anno ha vestito anche la “fascia” di capitano.

Segue un anno a Ulm, in Germania, prima del ritorno del Bel Paese, questa volta ad Avellino. Nelle tre stagioni in Irpinia mantiene numeri costanti, con una leggera crescita nell’ultima, nel 2017/2018, terminata con 7.4 punti, 6.6 rimbalzi e 4 assist, segno della sua completezza e intelligenza tattica.

Maarten Leunen
Leunen in maglia Sidigas

Infine la discesa in A2, alla Fortitudo, con cui vince la Supercoppa LNP e ottiene la promozione nella massima serie. Lo scorso anno, sempre in maglia Effe, i soliti numeri da veterano: 6.8 punti, 5.8 rimbalzi e 3.2 assist, oltre a uno “scherzetto” proprio a Cantù. Nella sfida di fine novembre al PalaDesio ha realizzato il canestro della vittoria per la sua Bologna.

L’impressione è che, nonostante l’età, abbia ancora una ventina di minuti di buon livello, in cui potrà cambiare i due giovani americani e mettere ordine in campo.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento