Luka Bukša e tre giovani confermati, Briantea più green

Luka Bukša

UnipolSai punta ancora su Bassoli, De Prisco e Makram per la prima squadra, inserendo anche il 2001 croato Luka Bukša. Saluta Marcos Sanchez.

In una nostra intervista nello scorso marzo, il coach della Briantea84 Daniele Riva era stato piuttosto esplicito: “Credo nei giovani”. Passati sei oltre sei mesi, possiamo affermare con assoluta certezza che non si trattava della solita frase di circostanza. Infatti, la sua rosa 2020/21 che sta per essere completata in queste settimane, potrà contare su ben quattro elementi nati nel nuovo millennio. Insomma, il club brianzolo del presidente Alfredo Marson, oltre che a cercare di sollevare nuovamente trofei nazionali e internazionali nel presente, ha più che mai un occhio di riguardo nei confronti del proprio futuro. E lavorare sulle nuove leve potrebbe sicuramente rappresentare una delle chiavi dei futuri successi.

Con il ritorno di Riva sulla panchina di Cantù, il primo a beneficiarne era stato il 2001 Lorenzo Bassoli, che iniziò a trovare spazio con regolarità in campo. Anche il 2000 Nicholas De Prisco riuscì ad essere impiegato durante alcuni spezzoni del campionato Fipic 2019/20, mentre il 2002 Karim Makram dovette attendere il Preliminary Round di Champions League per mettere in mostra le sue qualità, in quanto avrebbe occupato uno slot nella quota Extra Eu. Particolarità che non si ripeterà nell’imminente stagione sportiva, dato che il 18enne ha da poco acquisito la cittadinanza italiana.

Da sx verso dx Nicolas De Prisco, Karim Makram e Lorenzo Bassoli (foto Laura Mandressi)

A fianco dei tre riconfermati, ci sarà anche un altro giovanissimo. Una new entry. Si tratta di Luka Bukša, un 2001 proveniente da Fiume, una cittadina croata di quasi 130.000 abitanti più famosa per la pallanuoto che non per il basket in carrozzina, in realtà. Una disciplina, quest’ultima, conosciuta dal ragazzo recentissimamente: l’anno scorso grazie al Kkosi Kostrena. In precedenza, per lui, un decennio da nuotatore e il titolo di campione del mondo juniores paralimpico di lancio del peso conquistato nel 2019 in Svizzera.

Annuncio Pubblicitario

A fronte di tre conferme e di un nuovo innesto, c’è da registrare però una partenza in casa UnipolSai. Ed è quella del brasiliano Marcos Candido Sanchez da Silva, che saluta la Brianza dopo una stagione e tra l’altro neppure completata a causa dell’emergenza sanitaria. “Con la UnipolSai Briantea84 Cantù ho vissuto un sogno – le parole del playmaker classe ’82 -, ho sempre avuto il desiderio di giocare in Europa e qui l’ho realizzato. I miei compagni di squadra mi hanno fatto sentire come uno di famiglia, il club mi ha supportato per dare il massimo. Sono rimasto molto sorpreso del trattamento positivo che ho ricevuto dalla società, con questi colori ho fatto un’esperienza che mi ha reso più maturo, sia come giocatore che come persona. Non posso che ringraziare tutti”.

Luka Bukša
Marcos Sanchez ha comunque ben impressionato durante l’annata italiana (foto Laura Mandressi)
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento