Kevin Punter immarcabile, ma Gaines glaciale: Cantù vince ancora!

Kevin Punter

Un Kevin Punter da 36 punti non basta alle Vnere che si arrendono a Desio. Sesta vittoria in fila per una Cantù che ora sogna in grande.

Un’altra piccola grande goccia. Una goccia che sa di salvezza quasi in cassaforte e di zona playoff centrata. Con la vittoria su Bologna sale a 6 il filotto di vittorie di un’Acqua San Bernardo che ha tra i suoi meriti anche quello di aver riportato più 5mila spettatori al PalaDesio.

In un palazzo caldissimo gli uomini di Brienza si esaltano provando più volte, soprattutto nella ripresa, a scappare via e a mettere al sicuro i 2 punti. Missione fallita grazie soprattutto ai lampi di talento di Kevin Punter, autore di 36 punti e autentico protagonista nell’ultimo quarto. Si arriva dunque ad un nuovo finale punto a punto, dove Cantù trova però cose importanti da Blakes e Gaines e riesce a fare esplodere l’ennesima festa di un popolo che ha ritrovato la gioia di stare accanto ai propri beniamini.

L’impressione inoltre, come ci conferma Brienza, è che ci siano margini di miglioramento. Carr e Stone stanno entrando sempre più nei meccanismi e hanno avuto un ottimo impatto già da stasera. Attorno a loro c’è un gruppo sereno, con un Blakes sempre più importante, un Gaines leader e un Jefferson implacabile finalizzatore, anche oggi autore di 27 punti. Il tempo darà ragione o smentirà le impressioni e ci dirà dove può arrivare questa Cantù, che intanto, finalmente, guarda in alto.

La partita

Dopo il ricordo di Alberto Bucci, presidente delle Vnere scomparso ieri Cantù e Bologna scendono in campo per una sfida che sa di playoff. Coach Pino Sacripanti torna a Cantù con la panchina che scricchiola e prova a tornare alla vittoria affidandosi a Taylor, Punter, Aradori, Mbaye e Moreira. La squadra di Brienza, reduce da 5 vittorie, schiera Carr, Gaines, La Torre, Davis e Jefferson. Avvio all’insegna dell’equilibrio: Gaines e Punter sbloccano subito le squadre, Mbaye e Aradori spingono per la Virtus, ma Jefferson e La Torre rispondono prontamente. Specialmente il lungo brianzolo dà spettacolo nei primi 6 minuti segnando 12 punti e guidando la squadra al 16-14. Aradori prende per mano i compagni e produce il sorpasso, mentre i primi punti di Carr tengono i biancoverdi a contatto sul 20-22 a fine quarto.

Annuncio Pubblicitario

Stone e Blakes ridanno il +2 a Cantù, ma Bologna controsorpassa grazie anche al sacrificio difensivo del giovane Pajola che porta ad un paio di recuperi. I botta e risposta proseguono per tutto il quarto: l’Acqua San Bernardo sfrutta gli esterni, la Virtus Segafredo i centimetri di Dejan Kravic. Nel finale di primo tempo coach Sacripanti aumenta il tonnellaggio sugli esterni trovando punti con Martin e Aradori, ma i canestri del solito Davon Jefferson mandano a riposo le squadre in parità.

Kevin Punter
I tifosi di Bologna ricordano Alberto Bucci citando Lucio Dalla

Cantù esce dagli spogliatoi con un 5-0 firmato Shaheed Davis che riaccende subito il PalaDesio. Le Vnere rispondono con i primi punti di Moreira e le scorribande di Taylor, ma Gaines e Jefferson spingono i padroni di casa a +5 a metà frazione. Le triple di Mbaye e i canestri di Punter sembrano tenere a contatto Bologna che si vede però respingere dal duo Gaines-Jefferson (il secondo già a quota 25). Gerry Blakes ritocca il massimo vantaggio dell’incontro a +8, prima che due liberi di Kevin Punter chiudano il quarto sul 68-62.

Gli uomini di Sacripanti ripartono arrembanti segnando rapidamente 8 punti coinvolgendo tutti gli esterni, ma Cantù trova prima un ottimo Carr e poi un Tyler Stone esaltato dal palazzo gremito. Blakes in transizione porta lo scarto addirittura in doppia cifra (81-70), poi sale in cattedra Kevin Punter che ne segna 11 in fila che valgono il -2. Il digiuno canturino è interrotto da Gerry Blakes che manda a bersaglio una tripla di pura personalità, ma Punter è in trance agonistica e pareggia a quota 88 a 3.30 dal termine. L’Acqua San Bernardo reagisce da grande e torna a +5 con le sue guardie americane, ma Bologna ha pazienza e torna a -1 con l’asse Taylor-Kravic. La Virtus ha anche la palla del vantaggio ma la buona difesa dei ragazzi di Brienza costringe gli ospiti all’infrazione di 24″. Gaines fa 2/2 ai liberi (95-92), Aradori su fallo tattico di Parrillo non sbaglia con 5 secondi da giocare. Mbaye manda nuovamente in lunetta il play biancoverde che sbaglia di proposito il secondo. Non c’è più tempo per le Vnere: finisce 96-94, sesta vittoria consecutiva per un’Acqua San Bernardo che non si ferma più.

Kevin Punter
Un’azione di gioco

Tabellini

CANTÙ: Gaines 23, Carr 12, Blakes 18, Baparapè NE, Parrillo, Davis 7, Tassone NE, La Torre 2, Olgiati NE, Pappalardo NE, Stone 7, Jefferson 27. All.Brienza.

BOLOGNA: Punter 36, Martin 7, Moreira 4, Pajola, Taylor 8, Baldi Rossi NE, Cappelletti, Kravic 9, Aradori 14, Berti NE, Mbaye 13, Cournooh 3. All.Sacripanti.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Simone Dalla Francesca
Simone Dalla Francesca
Studente di Linguaggi dei media all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e giocatore di basket presso l'Antoniana Como. Fin da bambino ho sempre avuto due grandissime passioni. La prima è la pallacanestro, la seconda è scrivere. Scrivere di pallacanestro è dunque il mix perfetto!

Lascia un commento