Jumbo Collection quattro anni fa tricolore. Dove sono ora?

jumbo collection

Il 30 aprile 2016 Cantù festeggiò lo scudetto U20 Eccellenza, grazie al successo Jumbo Collection in finale con Venezia. Che fine hanno i vari protagonisti?

Per i canturini è stato certamente uno dei trionfi giovanili tra i più celebri quello che si materializzò esattamente quattro anni fa. Merito di un Pianella colmo in ogni ordine di posto, con i suoi circa 4.000 spettatori. Merito soprattutto di ragazzi che, oltre ad aver mostrato pienamente le loro capacità, riuscirono anche a buttare il cuore oltre l’ostacolo, battendo nella finalissima la più quotata Reyer Venezia. Ma piegando anche in precedenza avversari di caratura come la Stella Azzurra Roma, sconfitta in semifinale dopo un tempo supplementare 78-68.

In quell’atto conclusivo non ci fu mai storia. La Jumbo Collection, sulle ali dell’entusiasmo e dell’energia trasmessa dal proprio pubblico (quelle finali furono organizzate da Pgc e Tutti Insieme Cantù), prese subito il largo già dal primo quarto. Non inganni il non troppo ampio +10 all’intervallo, i brianzoli terranno ancor più a debita distanza i lagunari sia nel terzo che nel quarto periodo, imponendosi con il punteggio finale di 74-57. Mvp di serata fu Ruben Zugno con 21 punti, ma fondamentali anche i contributi di Giacomo Siberna con 17 e Luca Cesana con 15. Negli orogranata giocò anche Alessandro Simioni, attuale centro della San Bernardo-Cinelandia che si fermò a quota 11. Ma a esclusione di quest’ultimo e di Biram Baparapé che si sono ritrovati compagni di squadra, dove giocano ora gli altri ragazzi?

Andrea Pecchia e Alessandro Simioni

Serie A2: in quattro suddivisi tra Ovest ed Est

Nella seconda serie nazionale possiamo ritrovare quattro cestisti dell’allora Jumbo Collection. Su tutti spicca Ruben Zugno, che sta confermando le sue qualità con la maglia di Bergamo: 12,5 punti e 4,3 assist in 3o minuti. Meno brillante il rendimento di Luca Cesana a Casale con 3,6 punti in 14 minuti, con la sua squadra però prima dell’interruzione posizionata in un’ottima seconda piazza nel girone Ovest. Infine Giacomo Siberna e Curtis Nwohuocha, impegnati rispettivamente nelle avventure con Orzinuovi (2,5 punti in 11 minuti) e Trapani (2,5 punti e 3,7 rimbalzi in quasi 18 minuti).

Annuncio Pubblicitario

Serie B: altri quattro tra Nord, Centro e Sud

Rigorosamente dall’alto al basso, geograficamente parlando, andiamo a vedere dove sono collocati altri quattro ragazzi. Nella vicina Olginate (girone B) ha fatto tappa Fabio Bugatti, capace di fatturare 12,29 punti e 4,5 rimbalzi in oltre 27 minuti di gioco. Avventura nella nobile decaduta Teramo per Michele Tremolada (girone C), autore di 3,75 punti in una ventina di minuti. Buono il rendimento di Matteo Fioravanti, che con la Virtus Cassino (girone D) ha raggiunto 11,6 punti e 5,6 rimbalzi ad allacciata di scarpe. L’altro Zugno, ossia Cesare, a Bisceglie (girone D) quest’anno non stava andando oltre ai 4,4 punti e 1,6 assist a match.

Il resto della “ciurma” in C e D

Di quella formazione allenata da Antonio Visciglia, uno degli attuali assistenti di Pancotto, mancano all’appello tre nomi. Nel Basketball Gallarate (C Gold) milita Federico Freri, mentre nel Nuovo Basket Groane (C Silver) c’è Chris Chika Ukaegbu. Infine Federico Castelli, che si è accasato all’Indipendente Appiano in serie D.

E i giocatori lagunari di spicco?

Anche nella Reyer si erano messi in mostra cestisti dalle indubbie qualità. Già menzionato Alessandro Simioni, facevano parte di quel gruppo anche Leonardo Toté che quest’anno si stava mettendo in luce con la canotta di Pesaro a quasi dieci punti di media nella massima serie. E’ sceso invece di categoria dopo l’esperienza a Pistoia Riccardo Bolpin, che con Latina stava mettendo insieme 9 punti nel girone Ovest di A2. Nell’altro raggruppamento invece Riccardo Visconti, autore di una buona stagione a Mantova con quasi 11 punti. Un talentino, quest’ultimo, che siamo piuttosto sicuri di vederlo prima o poi al piano superiore insieme a Ruben Zugno.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento