Julian Gamble incetta di 2+1. Applausi a Cantù, chapeau Virtus

julian

Una splendida Acqua S.Bernardo costretta a inchinarsi al gioco celestiale della Virtus. Finisce 82-91, per Julian Gamble 30 di valutazione.

Si può essere contenti per una sconfitta? E’ questo l’amletico dubbio odierno. Difficilmente oseremmo dire noi, specie se si tratta della terza consecutiva e con la classifica che piange, con soli 8 punti che equivalgono alla penultima posizione, 2 in più rispetto a Varese che però ha alcune partite da recuperare. Tuttavia il sapore del ko incassato quest’oggi da Cantù contro la Virtus Bologna, in occasione della prima giornata di ritorno della serie A, è differente. 

Si perché i brianzoli sono rimasti incollati ai quotati avversari per quasi 25′, sono scivolati a -14 provando in ogni caso a rientrare a metà dell’ultimo quarto. Difficile fare di più contro la versione odierna felsinea, che ha incantato in attacco grazie soprattutto al magico duo formato da Teodosic e Markovic, autori di 21 dei 30 assist totali di squadra. Si è parlato spesso dei limiti difensivi dei ragazzi di coach Pancotto, ma nell’occasione sono stati più i meriti degli avversari che non i demeriti propri. Ripartire da questa positiva prestazione per costruire le solidi basi della salvezza. Se si fosse sempre giocato così, probabilmente ora avremmo davvero pochi dubbi sul raggiungimento dell’obiettivo stagionale.

Qualche banale palla persa di troppo calpestando le linee laterali e diversi giochi da tre punti concessi a Julian Gamble le uniche pecche serali. A proposito, per quest’ultimo eguagliato il career-high italiano con 25 punti a cui aggiunge ben 11 falli subiti. Milos Teodosic non è stato a guardare con 17 punti e 12 illuminanti passaggi, per Kyle Weems 13 punti mentre quelli di Giampaolo Ricci sono 10. Tra i padroni di casa bene finalmente Kavell Bigby-Williams con 21+11, in attacco meglio di lui ha fatto soltanto un Frank Gaines uscito alla distanza con 24 punti, mentre l’ultimo biancoblu in doppia cifra è Jaime Smith con 19 punti e 4 assist.

Annuncio Pubblicitario

La partita

Cesare Pancotto butta nella mischia Thomas al posto dell’acciaccato Leunen, affiancandogli Smith, Gaines, Pecchia e Bigby-Williams. Sasha Djordjevic sceglie invece Markovic, Weems, Abass, Ricci e Gamble. Avvio di gara in cui le due squadre si rispondono colpo su colpo, con il coast to coast di Pecchia per il 7-7 al 3’43”. Thomas firma il sorpasso su rimessa di Smith non convertendo però il tiro addizionale (13-12), Gamble risponde da sotto con l’assistenza di Teodosic (16-17). Le VuNere provano a scappare con Hunter a eludere la difesa di Kennedy (16-22), è Belinelli allo scadere a sfruttare la linea di fondo per il 17-24 di fine primo periodo.

Parzialino brianzolo di 5-0 con il tiro pesante di Procida, Djordjevic ferma subito il gioco al 12’33” sul 22-24. Ci pensa Pecchia a riequilibrare il punteggio con il furto su una rimessa in gioco di Belinelli (27-27), poi Gamble realizza un solo libero per il +4 esterno. Gaines con la tripla in corsa per il 33-33, Weems appoggia il nuovo +4 su assist di Gamble. E’ ancora la guardia americana di Cantù a indovinare il tiro dai 6.75 metri che manda le due formazioni al riposo sul 38-39.

Frank Gaines sfida in palleggio Milos Teodosic (foto Pall.Cantù)

Sempre Gaines protagonista in avvio di ripresa, dapprima con una bomba in faccia a sua Maestà Teodosic, poi subendo l’antisportivo dallo stesso (45-46). Arriva però il parziale di 7-0 degli ospiti, di Julian Gamble il 2+1 con passaggio dietro la schiena di Teodosic (45-53). Il centro virtussino fa altrettanto poco dopo con la complicità di Kennedy, regalando la doppia cifra di vantaggio ai suoi (51-61). Il divario si amplia sul +14 per Bologna con i due punti allo scadere di Belinelli, di Smith i liberi del 61-73 con ancora dieci minuti da giocare.

Tuttavia l’Acqua San Bernardo si rifà sotto in apertura di quarto, con quattro punti di Bigby-Williams e la tripla in transizione di Smith (68-75). I canturini si spingeranno fino al -6, grazie al proprio centro inglese che costringe Gamble al suo terzo e quarto fallo nel giro di un paio d’azioni (77-83). La Virtus trova però la forza di tornare a +12 con il tiro dall’arco di Ricci, Pancotto si gioca l’ultimo time-out a 2’31” dal termine. Julian Gamble manda in onda i titoli di coda con la schiacciata del 77-91 su assist di Teodosic, Cantù è brava nel finale a rendere comunque onorevolissima la sconfitta con i canestri di Gaines e Smith.

Finisce così con il punteggio di 81-92. Archiviata questa proibitiva sfida, i brianzoli ora sono attesi a due match decisamente più alla portata contro Pesaro e Varese, con l’estrema necessità di muovere la classifica.

ACQUA S.BERNARDO CANTù – VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 82-91  (17-24, 21-15, 23-34, 21-18)

Tabellini

CANTù: Gaines 24, Thomas 8, Smith 19, Kennedy, Procida 3, La Torre, Bigby-Williams 21, Johnson 3, Bayehe, Baparapè n.e., Pecchia 4, Caglio n.e.. All.: Pancotto

BOLOGNA: Tessitori n.e., Deri n.e., Belinelli 6, Alibegovic 6, Markovic 2, Ricci 10, Adams 6, Hunter 4, Weems 13, Teodosic 17, Gamble 25, Abass 2. All.: Djordjevic

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento