Jaime Smith: Cantù ha ufficialmente il suo nuovo playmaker

Jaime Smith
[ethereumads]

La Pallacanestro Cantù ufficializza il primo colpo di mercato: Jaime Smith, fratello di Joe Troy, visto in Italia con la maglia di Biella.

(leggi anche “Jaime Smith ferma la rimonta: Cantù “mata” i tori dell’Auxilium“)

Jaime Smith è il nuovo playmaker della Pallacanestro Cantù, che aggiunge quindi un primo nuovo innesto al roster che vede già le conferme di Parrillo e Cournooh. E’ un giocatore di 190 cm, classe 1989, in uscita dal BC Khimik Yuhzny, squadra ucraina che nell’ultima stagione ha giocato anche la Fiba Champions League. Proprio in questa competizione, il playmaker dell’Alabama ha fatto vedere il suo incredibile potenziale offensivo, affermandosi come secondo miglior marcatore della competizione, grazie a 17,6 punti di media, a cui ha aggiunto 2,7 rimbalzi e 4,6 assist.

Durante la Champions League, è stato protagonista anche di un doppio confronto con la Reyer Venezia dimostrandosi una spina nel fianco della difesa, soprattutto in Ucraina, dove ha trascinato i suoi alla vittoria con 19 punti. È apparso un giocatore estremamente rapido ed imprevedibile, con mani morbidissime e percentuali ottime da ogni zona del campo (45% dal campo, 37,6% da 3 e oltre l’80% dalla lunetta in Europa).

Jaime Smith
Jaime Smith in penetrazione

Indubbio dunque il talento e la capacità realizzativa. Da vedere, come sempre, quello che sarà l’impatto con il nostro campionato, anche se l’esperienza europea è già un buon punto di partenza. Volendo essere critici, il fatto che un playmaker sia stato tra i migliori realizzatori, potrebbe essere segno di una tendenza al tiro un po’ troppo elevata, ma sono troppi i fattori che possono incidere su questo dato. Si può invece essere ottimisti pensando di avere un giocatore di grande leadership, in grado di togliere le castagne dal fuoco nei momenti difficili, cosa non riuscita a Dowdell la stagione passata.

Potrebbe essere interessante vedere giocare Jaime Smith anche nello spot di guardia, accompagnato in regia da un playmaker di distribuzione (sempre vive le voci di un interessamento per Andrea De Nicolao, ma si è fatto anche il nome di Matteo Fantinelli).

Per quanto riguarda le altre voci di mercato, sono diversi i nomi sondati dalla società. Oltre al famigerato caso Landry (firma sul contratto già presente, ma trattativa per ora sfumata per silenzio della società), sono altre due le ali grandi accostate a Cantù. La prima è Raymar Morgan, giocatore di Ulm, autore di una stagione strepitosa in Germania. Il secondo nome è quello di Brian Sacchetti, su cui ci sono anche Reggio Emilia e Torino, e che farebbe parecchio comodo dalla panchina.

È molto probabile invece l’arrivo di Renato Pasquali come nuovo direttore sportivo dopo l’addio di Gianluca Berti.

Jaime Smith
Renato Pasquali, qui sulla panchina della Virtus Bologna

Gli highlights di Jamie Smith in Fiba Champions League

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Simone Dalla Francesca
Laureato in Linguaggi dei media all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e giocatore di basket per l’Alebbio. Dopo una parentesi a La Gazzetta dello Sport, sono ora un collaboratore de La Provincia di Como.

2 thoughts on “Jaime Smith: Cantù ha ufficialmente il suo nuovo playmaker

Lascia un commento