Gsd Porto Torres bestia nera della UnipolSai Cantù

Gsd Porto Torres
il massimo della pizza banner

Terzo sgambetto consecutivo per il Gsd Porto Torres ai danni dei canturini. Al PalaFamila la capolista si impone per 60-65.

 

Per la quattordicesima giornata del campionato Fipic 2016/17, big-match al PalaFamila di Seveso tra la UnipolSai Cantù e il Gsd Porto Torres. Canturini che seguono i sardi capoclassifica a due punti di distanza. Ne nasce una partita costantemente in salita per i ragazzi del presidente Marson, fin dalle prime battute.

Sono infatti gli ospiti a partire meglio e a condurre già di dieci punti sul 8-18, dopo il canestro di Di Francesco e il 2/2 di Scott. Sul finire del primo periodo è ancora quest’ultimo a colpire su contropiede, con Sagar a rispondere dalla media per il 15-24 in favore del Gsd Porto Torres.

Annuncio Pubblicitario

Ospiti abili con i loro tagli a canestro, parziale favorevole di 6-0 in apertura di secondo quarto e lo svantaggio per i brianzoli si dilata sul 15-30. Bell e Berdun vanno a segno (19-30), ma i quindici punti di distacco torneranno ben presto per la Briantea84. Infatti, Carossino dopo il suo canestro da sotto, viene sanzionato con il fallo tecnico e con Pratt la capolista guida per 21-36. Bates allo scadere del possesso in attacco firma il 23-40, ma con il rimbalzo e i due punti di Pratt il vantaggio è addirittura di diciannove lunghezze (25-44). Ci pensa Bell dall’angolo con la tripla proprio un attimo prima della sirena di metà partita, a dare ancora un po’ di luce alla propria squadra portandola al riposo sul 28-44.

Ci si aspetta un rientro veemente dei padroni di casa al rientro per la terza frazione, e invece sono ancora gli ospiti a partire meglio. Parzialino di 2-6 e il Gsd Porto Torres guida il match 29-50 (massimo vantaggio). Pratt e Scott autore anche di un bel canestro in allontanamento tengono sempre a debita distanza sul 39-59 la UnipolSai che sembra non essere in serata, con una difesa non all’altezza di un top team e qualche errore banale in attacco. Berdun in contropiede e Papi dalla media suonano la carica (43-59), Bell lanciato a tutto campo viene fermato non certamente con le buone ma non c’è antisportivo. Cantù potrebbe rientrare comunque in gara ma lo statunitense fa 0/2 dalla linea della carità, con Scott che non va di molto lontano dall’autentica prodezza di segnare a metà campo sulla terza sirena. E’ “solo” ferro, sardi avanti comunque di sedici punti.

Gsd Porto Torres
Bella prova di Francesco Santorelli [UnipolSai Cantù], il migliore di Cantù insieme a Bell con 13 punti

Ottimo spunto dei ragazzi di Bergna negli ultimi dieci minuti con i canestri di Papi e Sagar, il tabellone dice 47-59 e pronto il time-out di Sene Amadou quando manca 8’45”. Di Francesco prova subito a spegnere gli entusiasmi con i suoi due punti ma da qui inizia una bella rimonta della Briantea84. Parziale di 11-0 UnipolSai con Santorelli in bella evidenza, autore di quattro punti nel frangente (58-61). Ancora Santorelli a segno da sotto dopo il rimbalzo catturato. Così sul 60-63 si entra nell’ultimo minuto con una sfida tutta da decidere, ma gli arbitri che già in precedenza avevano destato qualche perplessità, lasciano ancora maggiormente dubbi sulla loro direzione di gara. Un apparente fallo in attacco di Scott viene invertito con un fallo subito da Brian Bell. La mano trema però per il campione del Gsd Porto Torres ai liberi, così come per Falchi a venticinque secondi dalla conclusione e il punteggio rimane invariato con tre lunghezze da recuperare per i brianzoli. Altrettanto discutibili sono i tre secondi fischiati in attacco a Raourahi, a Pratt non resterà che imbucare entrambi i personali per il 60-65 finale.

Termina dunque con il terzo stop consecutivo contro i sardi l’atteso match del campionato. Il Gsd Porto Torres,infatti, si era imposto nella gara di ritorno sempre al PalaFamila nella stagione 2015/16 e all’andata della corrente dopo una rimonta esaltante culminata con la vittoria all’over-time. Per i canturini non regge la scusa delle fatiche dei preliminari di Eurolega, visto e considerato che anche i sardi ne erano reduci. Partita francamente giocata male contro un avversario di spessore, non è bastato un ultimo quarto da urlo per ribaltarne le sorti.

 

UNIPOLSAI BRIANTEA84 CANTU’-GSD PORTO TORRES 60-65 (15-24, 28-44, 43-59, 60-65)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento