Giovanni Severini energia e difesa: chiuso il parco italiani

giovanni severini

Ufficiale l’arrivo di Giovanni Severini, il grande obiettivo di mercato è finalmente biancoblù. Porterà difesa e pericolosità sul perimetro.

Si chiude con il botto la settimana più ricca di annunci dell’estate di mercato della Pallacanestro Cantù. La ciliegina sulla torta è Giovanni Severini, inseguito dallo staff tecnico brianzolo fin dall’’inizio della campagna acquisti. Una trattativa complicata, poiché il giocatore era ancora legato da un contratto con la Scaligera Verona.

Giovedì, però, è arrivata la svolta. La notizia della risoluzione dell’accordo con i veneti è stato, per i tifosi, l’indizio chiave della buona riuscita dell’operazione tanto sognata. Stamattina la conferma, con il comunicato ufficiale della società e le prime foto in sede.

Giovanni Severini
Foto di rito per Giovanni Severini, nuovo colpo dei brianzoli (foto Pall.Cantù)

Severini è biancoblù e va a impreziosire ulteriormente un parco italiani ed esterni molto interessante. Grazie all’ottima attitudine difensiva e la capacità di interpretare più ruoli, sarà una pedina tattica fondamentale dello scacchiere di coach Marco Sodini.

La carriera di Giovanni Severini

Nato a Macerata il 23 aprile 1993, Giovanni Severini è una guardia-ala di 197 centimetri per 85 chili. E’ cresciuto nelle giovanili della Mens Sana Siena, con cui si è messo ben presto in mostra, guadagnandosi la convocazione in nazionale under 16. Già a 17 anni, è entrato a far parte del giro della prima squadra, facendo il proprio esordio in Serie A.

Nel 2012 la scelta di scendere di categoria, in Serie B, prima a Chieti e poi a Firenze, per giocare e fare esperienza. Successivamente, nel 2014, è tornato nel massimo campionato italiano, ad Avellino, dove ha proseguito il proprio processo di maturazione, assaggiando sporadicamente il parquet.

Nel 2017-2018 è passato a Forlì, in A2, dimostrandosi da subito un pezzo pregiato per la categoria: 8.6 punti e 4 rimbalzi a partita, con il 40% da 3 in 30 minuti di utilizzo medio. Infine, l’estate successiva, il trasferimento a Verona, con cui ha giocato un triennio di livello, sempre ai vertici della lega, confermando i buoni numeri ma, soprattutto, la propensione a far canestro dall’arco.

Cifre che non dicono tutto. Se rivelano molto bene una delle grandi qualità del giocatore, cioè le ottime percentuali da fuori area, nascondono il suo prezioso impatto difensivo. Energia, aggressività, capacità di marcare avversari di diversa stazza, lo rendono un giocatore utilissimo, apprezzato da allenatori e tifoserie.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

One thought on “Giovanni Severini energia e difesa: chiuso il parco italiani

Lascia un commento