Ghazain Choudhry, la dura legge dell’ex: niente Final4 per Cantù

ghazain choudhry

Iniziata male e finita peggio l’ultima e decisiva partita dei quarti di Champions League per i canturini, sconfitti 75-52 da Albacete. Ghazain Choudhry, vecchia conoscenza brianzola, mvp con 24 punti.

Non è bastato avere il destino nelle proprie mani alla UnipolSai Cantù per entrare nuovamente nelle prime quattro d’Europa. Si è rivelata complicatissima la sfida contro il Bsr Amiab Albacete, giunto all’appuntamento a zero punti ma con ancora possibilità di qualificazione. Spagnoli che, dopo il -20 all’esordio contro il Besiktas, sono arrivati rivitalizzati dall’ottima prova  contro i padroni di casa Thuringia Bulls, che li ha visti sconfitti ma combattere alla pari per tutto l’incontro. Alla squadra di Bergna poteva bastare anche perdere con meno di 20 punti di scarto per poter confidare lo stesso nel passaggio del turno. Non è bastato, complice un attacco che ha faticato a girare per buona parte dei quaranta minuti e una difesa non ai livelli della sfida contro i turchi.

ghazain choudhry
La formazione spagnola di Albacete

Avvio di gara subito in salita per i brianzoli, sotto 5-0 dopo poco più di due minuti con il gioco a tre dell’ex Choudhry e il canestro dalla media di Arredondo. Ci pensa Berdun a sbloccare l’empasse in attacco dei biancoblu, che però si ritrovano sul -7 con il rimbalzo e canestro di Manning e il tiro di Marsh dalla linea della lunetta. Distanze che saliranno a nove dopo il 2+2 di Manning, coach Bergna ferma il gioco sul 15-6 al 8’46”. Ma nell’ultimo giro di lancette i canturini continuano a litigare col ferro, mentre Manning da sotto e Arredondo allo scadere fan si che Albacete si ritrovi avanti  19-6 alla prima sirena.

Iberici intenzionati ad allungare ulteriormente in apertura di secondo ed è quello che succede, con la tabellata di Arredondo e il 2/2 di Marsh (23-6). Da qui in avanti i brianzoli provano a risalire molto lentamente la corrente. Raourahi da sotto sfrutta l’assist di Sagar per il -14, fondamentale il contributo di Santorelli che colpisce due volte dalla sua tradizionale mattonella, la seconda delle quali per il -12 (31-19) e facendosi notare in difesa con la palla rubata che consente a Raourahi di finalizzare il contropiede del 33-21, time-out per coach Torres Fernandez a 36″ dall’intervallo. Highcock fa in tempo a realizzare un canestro dalla media, Albacete e Cantù al riposo sul 35-21.

Annuncio Pubblicitario

Alla ripresa del gioco il vero protagonista diventa Ghazain Choudhry, scatenato e in grado di realizzare dodici punti consecutivi per la propria squadra e permettendole di toccare per la prima volta quest’oggi lo spartiacque del +20 (47-27). Vantaggio che salirà sul +22, grazie a un giro&tiro dello stesso giocatore, time-out Cantù al 26’32”. Raourahi confeziona un gioco da tre punti, ma è ancora di Choudhry il canestro in entrata del 55-33 di fine terzo quarto.

All’inizio dell’ultimo periodo la situazione comincia a farsi delicata, con Manning a tramutare con il canestro un rimbalzo in attacco per il momentaneo +24. Papi ne mette due sullo scarico di Raourahi (57-37), Arredondo fortunatamente con chiude il gioco da tre punti ma la Briantea in ogni caso è a -23, Bergna ci parla su con ancora 4’55” da giocare. I brianzoli prima tornano a -18 con un tiro frontale di Papi, poi provano ad aggrapparsi a uno straordinario Raourahi nei minuti finali, suo il 69-50 da sotto su assist di Berdun a 1’18” dalla conclusione. Un libero di Manning per il nuovo +20 spagnolo, Papi sbaglia dall’arco a 26″ dal termine. Arredondo non trema dalla linea della carità, Raourahi viene lasciato libero sugli sviluppi di una rimessa, 72-52 con ancora 13″ da giocare e time-out Albacete. Fallo tattico di Berdun su Arredondo, l’iberico mette solo il primo dei due tiri liberi a disposizione ma sul secondo Manning cattura il rimbalzo e subisce fallo. E’ 0/2 ma Ghazain Choudhry subisce un nuovo fallo, mettendo entrambi i tentativi per il 75-52. Cantù getta alle ortiche la rimessa e viene estromessa dalla massima competizione.

ghazain choudhry
Ghazain Choudhry (Albacete), decisivo per l’esito del match

Non bastano quindi i 23 punti di uno straordinario Ahmed Raourahi, autore anche di un 10/11 dal campo e l’unico canturino ispirato in attacco. Troppo poco, così come insufficiente è stata la bella prova contro il Besiktas in mezzo a due prove da dimenticare. Per Albacete, che ora può qualificarsi in caso di successo dei Thuringia Bulls sui turchi, oltre ai 24 punti di Choudhry bene anche Arredondo (10 rimbalzi) con 21 e Manning con 18 (15 rimbalzi). Impari anche il duello sotto canestro: 49 carambole contro 25 per il team di Torres Fernandez.

BSR AMIAB ALBACETE – UNIPOLSAI BRIANTEA84 CANTù  75-52 (19-6, 16-15, 20-12, 20-19)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento