Germani Brescia: nelle retrovie ma costante al PalaLeonessa

Germani Brescia

Domenica all’ora di pranzo l’Acqua San Bernardo Cantù sfida la Germani Brescia in una partita che vale doppio. Vincere è ossigeno puro in classifica.

L’anno scorso fu una semifinale di Coppa Italia, mentre il lunch match di domenica sembra essere più uno scontro salvezza. Germani Brescia e Pallacanestro Cantù hanno entrambe un record di 3 vittorie e 6 sconfitte e si trovano a soli due punti dall’ultimo posto.

Se Cantù ha dovuto fare i conti con la crisi societaria che ha interrotto un avvio positivo, e viene da 5 sconfitte consecutive, Brescia sta facendo invece i conti con il mal di trasferta: 0 successi nelle 5 gare esterne per gli uomini di coach Andrea Diana. Migliore invece il rendimento in casa, dove la Leonessa ha vinto 3 partite su 4, battendo Torino, Pesaro e Reggio Emilia e cadendo contro Avellino. Tutte le partite, in casa o in trasferta, seguono però lo stesso filo conduttore che è l’equilibrio. Nelle prime 9 giornate lo scarto finale inflitto o subito dai bresciani non è mai stato superiore ai 7 punti.

Quanto al gioco, difesa e tiro da 3 punti sembrano essere due delle caratteristiche principali della Germani Brescia. È una delle 5 squadre che subisce meno di 80 punti a partita accanto a squadre di prima fascia ed è quinta anche per percentuale da 3, fondamentale che acquista ancor più importanza se paragonato alle percentuali da dentro l’area, dove la Leonessa è attualmente la peggior squadra.

Il roster della Germani Brescia

Rispetto all’anno scorso il roster è profondamente rinnovato, ma ricostruito attorno ad una grande certezza: Luca Vitali ha ancora in mano le chiavi della squadra. Il play della nazionale sta facendo registrare un’altra stagione con ottimi numeri, grazie a 10,3 punti, 5,2 assist e 2,7 rimbalzi. Sta inoltre trovando confidenza con il tiro da 3 punti (40%), arma che in passato è un po’ mancata. Gioca circa 28 minuti a gara, ma a dargli minuti di riposo ci pensa Tommaso Laquintana, 23enne ordinato ma con doti offensive non troppo eccelse.

Il pacchetto guardie è composto da Bryon Allen e dall’ex Cleveland Cavaliers Jared Cunningham. La sensazione è però che i due si alterneranno a referto. Il primo è un buon realizzatore (11,5 punti), sebbene stia faticando dalla lunetta (50%), ed è stato tra i migliori nella pesante sconfitta di mercoledì contro la Stella Rossa. Il secondo ha esordito settimana scorsa con una prova opaca, ma è presto per giudicarlo. Out invece Marco Ceron, operato a fine novembre per frattura cranica. Sta bene, ma ricomincerà gradualmente.

Jordan Hamilton e David Moss sono invece le ali piccole. Hamilton, altro ex NBA, è il riferimento offensivo della Germani Brescia con oltre 13 punti a partita a cui aggiunge 5 rimbalzi e 2 assist. Buoni mezzi atletici e tiro dall’arco temibile. Moss non ha bisogno di presentazioni: a 35 anni continua a giocare oltre 20 minuti di buon livello su entrambe le metà campo.

Germani Brescia
Jordan Hamilton ha girato diverse squadre in NBA

Abass Awudu Abass è impiegato da ala forte, rendendo la squadra più dinamica e imprevedibile. Ci si aspetta una rinascita da lui dopo il biennio milanese, ma non è ancora tornato alle cifre fatte registrare a Cantù. A livello di punti si aggira comunque intorno alla doppia cifra. Buono l’impatto anche di Brian Sacchetti, con 7 punti, 4 rimbalzi e buone percentuali da 3. Poco spazio invece per Andrea Zerini, bravo comunque a farsi trovare pronto e a dare battaglia sotto ai tabelloni.

Il centro titolare è Gerald Beverly, americano muscoli e atletismo che sta lentamente trovando continuità. Non riesce a ritrovarsi invece Eric Mika, l’anno scorso molto positivo a Pesaro. Solo 5,8 punti e 2,6 rimbalzi per l’uomo da Salt Lake City.

Germani Brescia
Gerald Beverly fa valere i suoi muscoli

Qui Cantù

Il capitano Ike Udanoh ha riportato una lieve distorsione alla caviglia dopo il derby con Milano, ma sembra aver già recuperato bene. Sarà dunque regolarmente in campo con la Germani. Tutti in salute gli altri, carichi per un match davvero importante per la stagione della squadra. Dopo 5 sconfitte consecutive e con le partite contro Venezia e Varese alle porte, vincere a Brescia vorrebbe dire allontanarsi momentaneamente dall’ultimo posto, ritrovare morale e fiducia e affrontare più serenamente due gare complicate.

Domenica sarà la seconda volta che i brianzoli scendono in campo a mezzogiorno (la prima a Trieste), orario insolito che spesso mescola un po’ le carte. Per prepararsi alla partita non sono stati comunque modificati gli orari degli allenamenti.

Quanto all’extracampo, stando alle voci di mercato Cantù starebbe cercando un playmaker, e se così fosse ci sarebbe da sorridere anche per quanto riguarda le vicende societarie, che tuttavia restano ancora nebulose.

Le formazioni

GERMANI BRESCIA

0 Bryon Allen

1 Jordan Hamilton

6 Luca Dalcò

5 Abass Awudu Abass

7 Luca Vitali

8 Tommaso Laquintana

9 Jared Cunningham

10 Matteo Caroli

12 Eric Mika

18 Gerald Beverly

29 Andrea Zerini

34 David Moss

41 Brian Sacchetti

Allenatore Andrea Diana

ACQUA S.BERNARDO CANTÙ

0 Frank Gaines

1 Tony Mitchell

4 Gerry Blakes

5 Ike Udanoh

7 Biram Baparapè

8 Salvatore Parrillo

9 Shaheed Davis

10 Maurizio Tassone

11 Andrea La Torre

17 Luca Pappalardo

23 Francesco Quaglia

41 Davon Jefferson

Allenatore Evgeny Pashutin

Arbitri: Lanzarini, Paglialunga, Perciavalle.

Palla a due ore 12 al PalaLeonessa di Brescia

 

Gli highlights della semifinale di Coppa Italia dello scorso anno:

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Simone Dalla Francesca
Simone Dalla Francesca
Studente di Linguaggi dei media all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e giocatore di basket presso l'Antoniana Como. Fin da bambino ho sempre avuto due grandissime passioni. La prima è la pallacanestro, la seconda è scrivere. Scrivere di pallacanestro è dunque il mix perfetto!

Lascia un commento