Driss Saaid e Daniele Riva, la nuova Briantea prende forma

driss saaid

Arrivano le prime ufficializzazioni in casa UnipolSai Cantù. Nei giorni scorsi rinnovo per coach Daniele Riva e spazio per una new-entry: Driss Saaid.

Inizia a entrare nel vivo la costruzione del roster della Briantea84 per quanto riguarda la serie A Fipic 2020/21. Un campionato che sarà orfana di una società storica come il Santa Lucia Roma, che ha rinunciato alla partecipazione ma che confida di ripresentarsi alla massima serie in futuro. Al posto dei pluri scudettati capitolini dovrebbe esserci Reggio Calabria, prima classificata al momento dello stop nel proprio raggruppamento in serie B, che sta cercando di completare l’iter dell’iscrizione in tempo.

Tornando invece a parlare di Cantù, dopo aver salutato Laura Morato che si dedicherà esclusivamente al pararowing, sono arrivati due importanti annunci. Partendo in ordine di tempo, il primo riguarda la conferma di coach Daniele Riva per le prossime due stagioni. Giunto nello scorso mese di gennaio per prendere il posto del dimissionario Marco Bergna, il suo lavoro si è fermato nelle battute iniziali per le note problematiche relative all’emergenza sanitaria. Sono state infatti soltanto otto i match che ha potuto condurre dalla panchina tra campionato e Champions League.

driss saaid
Coach Daniele Riva, a Cantù fino al 2022

Successivamente è stata la volta di Driss Saaid, giocatore classe ’95 nativo di Douar Lakrakra in Marocco. Trasferito a Torino nel 2003, il suo inizio con il basket in carrozzina è datato 2011 con il settore giovanile dell’Hb Torino Uicep. Con i piemontesi conquista anche la promozione in A2, prima di passare al Santo Stefano Avis nel 2018, con il quale conquista uno scudetto. Dal 2017 acquisisce la cittadinanza italiana ed entra nel giro della nazionale maggiore, senza tuttavia collezionare ad oggi nessun incontro. Anche per lui un biennale si lega alla UnipolSai Cantù con un biennale.

Annuncio Pubblicitario

“La chiamata di Cantù non era programmata – dichiara Saaid – per me inizia una nuova avventura, vicino casa (Torino, ndr), provando anche a finire l’università. Ho sempre visto la UnipolSai in televisione, poi da spettatore o avversario. Negli ultimi due anni a S. Stefano ci siamo sfidati spesso, è stato sempre un testa a testa. Per me è un onore essere qui, questo club ha scritto parte della storia del basket in carrozzina italiano. Obiettivi? Migliorare me stesso, continuare a imparare e a crescere“.

Driss Saaid è un giocatore giovane e in crescita – afferma coach Riva – fisicamente è forte e duttile, di interesse nazionale e con ampi margini di miglioramento. Sono tutte caratteristiche funzionali all’idea di gioco che vogliamo proporre. Mi aspetto che si possa mettere a disposizione della squadra, grazie alla sua intelligenza e aggressività agonistica. Ascoltando, imparando ad entrare nei meccanismi del gruppo in cui credo molto. Può e deve essere una pedina importante al pari di tutti”.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento