Donte Thomas scaccia gli spettri, prima gioia Cantù

Donte Thomas

Prima vittoria stagionale per Acqua San Bernardo, che batte l’Openjobmetis 81-72. Un super Donte Thomas spazza via subbi su di lui e sul team.

Tre giorni dopo la sfida di Masnago, Cantù e Varese si ritrovano nuovamente faccia a faccia a campi invertiti. Non per la qualificazione alla Final Four della Supercoppa Italiana, compromessa da tempo. Ma per la gloria di una sfida che non perde mai il suo fascino, per cercare una vittoria utile al proprio morale ma soprattutto per affinare condizione e schemi di gioco in vista del campionato. Sebbene tra i varesini, orfani di coach Attilio Caja esonerato a sorpresa nella giornata di sabato (al suo posto oggi il vice Vincenzo Cavazzana), equilibri e idee di basket potrebbero essere modificati con l’arrivo di Massimo Bulleri.

I 658 spettatori del PalaDesio rumoreggiano quel che basta per caricare a dovere i brianzoli, che conquistano la posta in palio grazie a una maggior precisione nel tiro da tre (53,6% contro il 33,3% degli avversari) frutto anche delle rotazioni difensive spesso in ritardo di Varese. E’ infatti questa la vera chiave del match, considerando che i restanti dati statistici si equivalgono. Decisiva anche la prestazione di alcuni singoli, su tutti Donte Thomas. L’ala americana, dopo quattro incontri anonimi, sfodera una performance globale con 20 punti, 7 rimbalzi, 2 assist, un solo errore al tiro e un’ottima difesa. In doppia cifra anche Smith, Leunen, Pecchia e Johnson, mentre per gli ospiti non è bastata un’altra partita da 26 punti di sua maestà Luis Scola.

donte thomas
Un problema a un canestro ha ritardato di una ventina di minuti la palla a due

La partita

Cesare Pancotto parte con Smith, La Torre, Pecchia, Thomas e Kennedy. Vincenzo Cavazzana risponde con Ruzzier, Douglas, Strautins, Andersson e Scola. Un ispirato Toney Douglas colpisce due volte dall’arco nelle battute iniziali, Scola realizza un gioco da tre punti e arriva il primo time-out brianzolo (5-11). Feeling anche per l’Acqua San Bernardo dai 6,75, Andrea La Torre piazza due triple consecutive per il pareggio a quota 14. Due falli in rapida successione di Jakovics permettono ai padroni di casa di andare in lunetta con Leunen e Pecchia, ritrovando così il vantaggio (19-18). Sul tiro pesante di Johnson in transizione si chiude il primo periodo, con Cantù avanti 22-18.

Annuncio Pubblicitario

E’ sempre quest’ultimo ad aprire nello stesso modo il secondo quarto (25-18), De Nicolao fa altrettanto con due bombe in pochi secondi complice anche una banale persa su rimessa dei locali. Quattro di Bayehe e i canturini riallungano (29-24), ampliando il proprio vantaggio grazie a due triple di Thomas intervallate da una di Pecchia (41-30). E’ il solito Luis Scola a ricucire parte del gap varesino prima del riposo, con due liberi e un tiro dai 6,75 a fil di seconda sirena per il provvisorio 41-35.

La ripresa parte con Donte Thomas schierato da ala piccola e l’Openjobmetis che si riavvicina sul -3 con De Vico. Sei punti nel giro di due azioni per Smith e Cantù rifiata sul 49-40. Doppia cifra di vantaggio che arriva dall’arco con Johnson (52-42), mentre Thomas inchioda la schiacciata del 56-45 grazie a un dai&vai con Procida. De Nicolao riporta Varese a -5 con una tripla in transizione e due tiri a cronometro fermo, Leunen fissa il 62-54 di fine terzo periodo colpendo dai 6,75 metri con il pick&pop.

Tre liberi di Strautins consentono agli ospiti di accorciare sul 64-59, ma i brianzoli con un parziale di 8-0 volano sul +13, massimo vantaggio di serata. Scola non ci sta e con sei punti consecutivi prova a riaprire la contesa (72-65), Donte Thomas però si conferma incontenibile stasera con una tripla, un tecnico subito e un taglio su assist di Kennedy, tutto nel giro di pochi secondi (77-66). L’argentino di Varese è l’ultimo ad ammainare la bandiera, tuttavia il match si chiude sul punteggio di 81-72 per i canturini dopo due liberi di Leunen. Giovedì prossimo Cantù impegnata sul campo di Brescia (sconfitta oggi 91-79 a domicilio da Milano), per l’ultimo turno dell’Eurosport Supercoppa Italiana.

ACQUA S.BERNARDO CANTù – OPENJOBMETIS VARESE 81-72  (22-18, 19-17, 21-19, 19-18)

Tabellini

CANTù: Thomas 20, Smith 11, Kennedy, Woodard ne, Procida 4, Leunen 10, La Torre 9, Lanzi ne, Johnson 11, Bayehe 6, Pecchia 10, Caglio ne. All.:Pancotto.

VARESE: Morse 4, Scola 26, De Nicolao 11, Jakovics 3, Ruzzier 2, Andersson 2, Strautins 5, De Vico 5, Ferrero, Douglas 14, Virginio ne, Librizzi ne. All.: Cavazzana.

CLASSIFICA GIRONE A: Milano 10, Brescia 4, Varese 2, Cantù 2.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento