Dinamo Lab ko, vittoria ed esperimenti per la Briantea84

dinamo lab

Continua la marcia spedita dei canturini nel campionato di basket in carrozzina, con la terza vittoria in altrettanti incontri. Al PalaSerradimigni, padroni di casa della Dinamo Lab superati 52-71.

Sarà per il nome dell’avversario, sarà che la UnipolSai vuole mettere in mostra al più presto tutto il proprio potenziale, sta di fatto che i canturini ritornano dalla terra sarda con due certezze. La prima, è quella di essere rimasti a punteggio pieno in vetta alla classifica di serie A in compagnia di Giulianova (56-77 nell’anticipo contro Porto Torres). La seconda, è quella di aver testato quintetti, difese e regie inedite contro la Dinamo Lab. Un vero e proprio laboratorio quello brianzolo ieri, che certamente tornerà utile  in chiave futura. Da segnalare per la cronaca, l’assenza di Ahmed Raourahi, che si appresta a diventare padre per la prima volta (il fiocco è di quelli rosa).

dinamo lab
Ahmed Raourahi, assente giustificato (foto Briantea84)

Coach Bergna sorprende subito, decidendo di partire con il quintetto formato dalla coppia argentina Berdun e Perez, Carossino, Geninazzi e Papi. La sua squadra scatta subito in avanti, 12-4 con i punti sassaresi messi a segno da un altro albiceleste, ovvero Cristian Gomez. I brianzoli fanno la voce grossa sotto canestro, con Geninazzi autore di 5 punti e Papi di 7, è 8-22 sulla prima sirena.

Il secondo periodo è equilibratissimo, il punteggio del parziale è li a dimostrarlo: 14-14. Laura Morato e Francesco Santorelli vengono mischiati nella mischia, Arena e Raimondi volano in contropiede. All’intervallo il tabellone recita 22-36.

Il terzo è quello decisivo per le sorti della partita, semmai fosse stata in bilico. La Briantea rientra in campo piazzando un parziale di 6-0 con un quintetto tutto made in Italy, con ancora dieci minuti da disputare i padroni di casa vengono doppiati sul 30-60.

L’ultimo quarto è quello dell’orgoglio sassarese e quello del calo dell’attenzione per gli ospiti, aspetto quest’ultimo già successo contro Santo Stefano. La Dinamo Lab piazza in avvio un break di 7-0 che permette di ridurre un po’ le distanze, con quattro punti di Gomez e tre di Raimondi. I canturini si destano dal torpore con i canestri di Carossino e De Maggi, i padroni di casa vogliono però chiudere a testa alta e ci riescono, uscendo sconfitti 52-71.

A livello di prestazioni individuali, per la UnipolSai Cantù quattro uomini in doppia cifra (Papi e Carossino 15, Geninazzi 13, De Maggi 10), mentre per i sassaresi 18 a testa dell’allenatore-giocatore (ed ex di turno) Fabio Raimondi e Cristian Gomez. Sabato prossimo altra trasferta per i ragazzi di Marco Bergna: sarà derby’s time sul campo di Varese.

dinamo lab
Jacopo Geninazzi (UnipolSai), buona prova con 13 punti a referto (foto Briantea84)

DINAMO LAB BANCO DI SARDEGNA – UNIPOLSAI BRIANTEA84 CANTù 52-71 (8-22, 14-14, 8-24, 22-11)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento