Diego Monaldi si sblocca, passo indietro di Cantù e serie sul 2-1

diego monaldi
[ethereumads]

Acqua San Bernardo sconfitta nettamente 76-60 nel terzo match della semifinale contro l’Apu Old Wild West. Diego Monaldi mvp con 19 punti.

Provare a chiudere la serie il prima possibile, forti del 2-0 maturato in Brianza ma anche in ottica di un’eventuale finalissima contro una lanciatissima (e presumibilmente freschissima) Trieste. Questa l’intenzione dell’Acqua San Bernardo nel week-end friulano, con la semifinale del Tabellone Oro di A2 che da qualche ora si è spostata al PalaCarnera, casa dell’Apu Old Wild West.

Una formazione, quella brianzola, che è andata incontro a un calo di concentrazione ma soprattutto di intensità. A tal proposito chiarissimo il dato relativo ai rimbalzi, 50-32 per i locali. Ma non solo con questi numeri può essere sintetizzata la prestazione dei canturini, con i loro avversari che più volte sono riusciti ad andare al ferro troppo facilmente. E anche in attacco non è andata meglio, con una miriade di tiri facili sbagliati e anche le percentuali dall’arco latitanti con un 6/28 pari al 21%.

Anche Udine però ha confermato la sua scarsa vena nella serie da tre, fermandosi al 25,7%. Tuttavia ha riscoperto finalmente le capacità di Diego Monaldi, un giocatore che rischia di diventare un fattore: per lui la palma di top-scorer con 19 punti. Bene anche per i bianconeri anche Mrza Alibegovic con 16 punti e 8 rimbalzi, nonché Iris Ikangi con 12 punti. Fra i biancoblu gli unici a salvarsi parzialmente sono i due americani, Solomon Young con 14 punti e Anthony Hickey con 11.

La partita

Adriano Vertemati decide di partire con Caroti, Alibegovic, Ikangi, Gaspardo e Cannon, mentre Devis Cagnardi replica Hickey, Cesana, Nikolic, Young e Baldi Rossi. Scattano meglio i bianconeri, con Ikangi a sfruttare il mismatch nei confronti di Cesana e poi ad anticipare lo stesso giocatore di Albavilla e a inchiodare l’8-2. Baldi Rossi con una giocata in post basso e con una tripla su scarico di Hickey porta i suoi sul -1, Nikolic invece sul 10-12 con una conclusione dall’arco ma Diego Monaldi prende per mano la propria squadra con il +6 firmato dalla lunetta. Sul parquet si vede finalmente Bucarelli, che esce a ricciolo dai blocchi e segna il 20-16 al 10′.

Burns non trema dalla linea della carità per il -2, tuttavia gli ospiti iniziano ad accumulare una serie di errori in attacco vedendosi scappare il propri avversari sul 26-18, di De Laurentiis il gioco a due con Monaldi che costringe Cagnardi a parlarci sopra al 14’06”. Escono bene i brianzoli dal minuto di sospensione, due triple per Young e Berdini facilmente fino in fondo per il -2, questa volta è Vertemati a fermare tutto. Equilibrio però rotto da parte dei padroni di casa con un parziale di 5-0, di Monaldi il dai&vai con Da Ros su una rimessa dal fondo per il +7 interno. Ci penserà Alibegovic a fil di seconda sirena a inventarsi il 37-30 di metà gara.

La Pallacanestro Cantù nel momento della presentazione

Ripresa dal gioco da dimenticare per i biancoblu: 2+1 di Cannon e terzo fallo di Young, due tiri pesanti consecutivi di Alibegovic spingono l’Apu sul +16, obbligatorio time-out per Cantù. Ancora una volta buona la reazione dei brianzoli che producono un altro 5-0, tuttavia sarà Ikangi con una tripla forzatissima a far volare Udine sul 53-37. Alibegovic dal mezzo angolo ritocca il gap sul +17, di Hickey la penetrazione del 59-46 con ancora un periodo da giocare.

Nonostante la serata sfortunata, i canturini provano a crederci comunque, con un contropiede di Burns e un alley-oop di Young rosicchiano qualche punto portandosi sul -12. Da Ros dall’arco prova a sistemare le cose, l’Acqua San Bernardo però si fa minacciosa con un parziale di 8-0 e il contropiede di Nikolic del 65-58. Ma nel finale va in scena lo show di Diego Monaldi con 9 punti nel frangente, prima dei viaggi in lunetta di Alibegovic per il definitivo 76-60. Formazioni che ora ritorneranno sul parquet del PalaCarnera domenica sera.

APU OLD WILD WEST UDINE – ACQUA S.BERNARDO CANTU’ 76-60 (20-16, 17-14, 22-16, 17-14)

Tabellino

UDINE:  Alibegovic 16, Cannon 7, Caroti 3, Arletti 4, Gaspardo 6, Delia N.E., De Laurentiis 6, Da Ros 3, Marchiaro N.E., Zomero N.E., Monaldi 19, Ikangi 12. All.: Vertemati.

CANTU’: Baldi Rossi 9, Berdini 6, Nikolic 7, Nwohuocha N.E, Tarallo N.E.,  Bucarelli 2, Hickey 11, Burns 4, Moraschini 5, Young 14, Cesana 2. All.: Cagnardi.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

One thought on “Diego Monaldi si sblocca, passo indietro di Cantù e serie sul 2-1

Lascia un commento