Deco Group liquidata in metà gara, è finale per la Briantea

UnipolSai domina i primi due quarti del ritorno di semifinale contro la Deco Group, la ripresa è una formalità. Finale contro Santo Stefano.

Due anni dopo, sarà nuovamente tra Cantù e Santo Stefano l’atto conclusivo che assegnerà il tricolore. Di mezzo un’emergenza sanitaria che aveva vanificato gli sforzi degli otto club iscritti al massimo campionato di basket in carrozzina, con l’annullamento della stagione 2019/20. Brianzoli dunque a caccia della rivincita, ancora abbastanza fresco il ricordo di quello smacco di 0-3 subito in finalissima, con i marchigiani capaci dapprima di vincere due incontri in Brianza per poi chiudere i conti fra le mura amiche. Il sorteggio di venerdì ha voluto che gara1 si svolgerà a Porto Potenza Picena sabato 10 aprile, al PalaMeda invece gara2 il 17 ed eventuale gara3 il 24 aprile.

Briantea84 che si è guadagnata il fattore campo anche terminando in testa il proprio girone ed eliminando l’Amicacci in semifinale. Dopo il +10 inflitto alla Deco Group nel match d’andata, i brianzoli sono partiti forte anche in quello di ritorno, andando al riposo sul +22. Incolmabile a quel punto il gap per gli abruzzesi, che con carattere non hanno potuto fare nient’altro che rendere onorevole l’eliminazione. La loro annata non termina qui: si giocheranno contro lo Studio 3A Millennium Padova la finalina per il terzo posto.

La partita

Eppure erano stati gli ospiti ad approcciare meglio la contesa nei primissimi istanti della serata, portandosi sul 0-4 con un rimbalzo e canestro di Beginskis. Immediata la reazione dei padroni di casa, che con una serie di tiri dalla media di Saaid, Berdun e Santorelli mettevano la freccia sul 6-4. Cantù piazza un break di 8-0 scappando sul 14-6 con un contropiede di Berdun, è lo stesso italo-argentino a essere protagonista nel finale del primo quarto toccando già quindi punti con cinque liberi consecutivi per il provvisorio 25-10.

Annuncio Pubblicitario
il circolone

Giulianova accorcia a inizio secondo a -11 con i canestri di Marchionni e Cavagnini, ma la UnipolSai vola sul 35-16 con un canestro da sotto e un contropiede di Geninazzi. Ottimo contributo anche da parte di Santorelli, che confeziona sei punti su quattro azioni e con un taglio a canestro deposita il +24, massimo vantaggio di serata. Beginskis in lunetta con un 2/2 fissa il 45-23 di metà gara.

Nella ripresa si vede sul parquet un’altra Deco Group, complice anche un naturale calo di tensione brianzolo sul +32 tra andata e ritorno. Gli ospiti piazzano un primo break di 6-0 con Gharibloo dalla media a siglare il 49-31, poi un secondo di 8-0 con il canestro in allontanamento di Marchionni per il 54-41. Gharibloo si fa valere ancora una volta nel pitturato, le due formazioni con ancora dieci minuti da giocare si ritrovano sul 61-47.

Gli abruzzesi si spingono fino al -10 con un gioco da tre punti di Gharibloo per un fallo di De Maggi, poi i canturini tornano a spingere sull’acceleratore con il 70-52 di Santorelli nato da uno splendido assist dietro la schiena di Berdun. Carossino in contropiede ed allontanamento, ristabilito il +20. Nel finale di gara da segnalare la prima e unica tripla della contesa a opera di Marchionni, poi il contropiede di Beginskis per il definitivo 79-65. I tabellini dicono che ancora una volta sugli scudi sono stati Adolfo Berdun con 27 punti e Morteza Gharibloo con 25, per Cantù in doppia cifra anche Carossino, Papi e Santorelli con rispettivamente 14, 13 e 10 punti.

UNIPOLSAI BRIANTEA84 CANTù – DECO GROUP AMICACCI GIULIANOVA 79-65 (25-10, 20-13, 16-24, 18-14)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento