David Logan boccia l’Hdl, +21 e Cantù avanza in semifinale

david logan
[ethereumads]

Sontuosa prestazione di David Logan, che con 34 punti prende per mano l’Acqua San Bernardo. Equilibrio per 30′, poi Cantù chiude sul 78-99.

Una sfida che voleva dire tanto, se non addirittura tutto. Dopo la dolorosa e inaspettata pesante sberla ricevuta in gara3 contro l’Hdl Nardo, l’Acqua San Bernardo Cantù si è ripresentata questa sera sul parquet del San Giuseppe da Copertino per un nuovo atto dei quarti di finale. E ancor prima di un risultato favorevole utile per strappare il pass della semifinale nel tabellone Argento di A2, dai brianzoli ci si attendeva una doverosa e grossa reazione caratteriale. Imprescindibile per qualsiasi squadra, figuriamoci per una che ambisce alla promozione.

E fortunatamente è arrivata, grazie a quaranta minuti finalmente senza cali in attacco e con un ultimo periodo difensivamente come Dio comanda. Un incontro rimasto a lungo equilibrato, tuttavia la profondità della rosa canturina e alcune problematiche di falli che hanno condizionato le giocate dei neretini hanno fatto la differenza.

Come decisiva è stata la prestazione di David Logan, capace di mitragliare il canestro avversario con una costanza assoluta all’interno dei 35′ spesi in campo. Per lui 34 punti, 5 assist e ottime letture: insomma una prestazione da professore. Non solo lui però. Ad esempio capitan Matteo Da Ros, autore di 21 punti con il 69% dal campo, ha inciso nel pitturato sfruttando al meglio anche taluni mismatch. Mentre per Francesco Stefanelli, 14 punti in 21′, il merito di aver costretto Russ Smith al suo secondo e terzo fallo a cavallo dei primi due periodi. Quest’ultimo è poi fisiologicamente calato alla distanza, mettendo comunque insieme 24 punti e 10 falli subiti. A seguire Vojislav Stojanovic con 20 punti ma meno incisivo di quarantotto ore fa.

La partita

Nessuna variazione nelle scelte iniziali da parte di Gennaro Di Carlo, che ha riproposto Parravicini, Smith, Stojanovic, La Torre e Borra. Idem per Meo Sacchetti, con Bucarelli, Logan, Nikolic, Da Ros e Baldi Rossi. Padroni di casa che provano a incidere nelle battute iniziali in post basso con Stojanovic e Borra, tuttavia David Logan è da subito caldissimo realizzando la sua terza tripla per il momentaneo 6-12. Smith non vuole essere da meno però, confezionando un gioco da quattro punti per fallo di Bucarelli ed è -2. Da Ros sfrutta un’interferenza a canestro dei padroni di casa per siglare il 17-23, time-out per la panchina pugliese al 7’07”. Antisportivo di Rogic su Smith e i locali accorciano sul -3, Stefanelli dalla lunetta manda in archivio il primo periodo sul 22-27.

Secondo quarto che si apre con il terzo fallo personale della guardia Usa di Nardò, Stefanelli con tre liberi regala il +8 a Cantù. Hdl che reagisce prontamente e con un mini-break di 5-0 confezionato dagli ex Zugno e La Torre si riavvicina sul 29-32. Ancora quest’ultimo con un 2+1, poi Borra con il gancio riporta avanti i suoi di una lunghezza. Team salentino già a cinque falli di squadra, Logan sfrutta sapientemente la situazione attaccando i suoi avversari e convertendoli in quattro liberi filati (38-42). Due canestri consecutivi di Borra per la nuova parità, David Logan arma la mano di Bucarelli per il tiro dall’arco che manderà le due formazioni al riposo sul 48-52.

david logan
Francesco Stefanelli bravo a caricare di falli Russ Smith

Logan riprende da dove aveva finito, due sue triple valgono il +6 esterno, prima di sfornare un assist per il canestro da sotto di Da Ros del 55-62. Smith con la linea di fondo e Zugno dall’arco, l’Hdl di nuovo a -2. Penetrazione vincente di Stefanelli, Di Carlo decide di parlarci sopra al 26’43” sul 60-67. Cattive notizie per i padroni di casa, con Smith gravato di quattro falli personali. Severini dai 6,75 a fil di terza sirena, punteggio di 68-75 con ancora dieci minuti da giocare.

Canturini che in avvio dell’ultimo periodo provano a dare la spallata decisiva al match. Stefanelli dapprima dal perimetro trova la doppia cifra di svantaggio, poi il jumper del +15. Neretini che provano a rimettersi in carreggiata con due liberi di Stojanovic (72-83), ma Da Ros sfrutta il mismatch favorevole contro Smith per ristabilire il gap precedente e obbligando la panchina di casa a chiamare time-out. Ancora del capitano biancoblù il comodo appoggio per i titoli di coda in abbondante anticipo (72-91), nel finale di gara Logan e Smith provano a rimpinguare ulteriormente i propri bottini, prima della linea di fondo sfruttata da Nikolic per il definitivo 78-99. Acqua San Bernardo che ora affronterà la Giorgio Tesi Group Pistoia a partire da sabato 27 maggio in quel di Desio.

HDL NARDO’ – ACQUA SAN BERNARDO CANTU’ 77-99 (22-27, 26-25, 20-23, 9-24)

Tabellini

NARDO’: Smith 24, Stojanovic 20, Parravicini 2, La Torre 5, Borra 11; Zugno 10, Donda 2, Baldasso 2, Quarta, Baccassino 1, Buscicchio, Antonaci. All.: Di Carlo

CANTU’: Logan 34, Bucarelli 6, Nikolic 5, Baldi Rossi 5, Da Ros 21; Morgillo 6, Stefanelli 14, Severini 6, Rogic 2, Berdini. All.: Sacchetti

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento