Coppa Italia Lnp, a chi l’edizione 2023? Il nostro ranking

coppa italia lnp
[ethereumads]

Al via da stasera con i quarti, la Coppa Italia Lnp verrà assegnata a marzo con la Final Four. Tanti team posso vincerla, i nostri pronostici.

A poco più di metà della stagione 2022/23, in Legadue è tempo di primi bilanci ma soprattutto di far spazio a una nuova competizione, che scatterà questa sera con la sfida fra Vanoli Cremona e Pistoia. Domani sera invece toccherà alla Pallacanestro Cantù e a Udine trovarsi di fronte, nonché a Cento e Treviglio. Bisognerà poi aspettare il 12 gennaio (con il match fra Cento e Torino) per veder concludersi lo spezzatino riguardante i quarti di finale della Coppa Italia Lnp di A2, da disputare sui parquet delle prime due classificate di ogni girone.

Vincenti di questo turno preliminare che si contenderanno poi il trofeo nella Final Four dell’11 e il 12 marzo in una sede ancora da definire. Insomma, a questo appuntamento si ritrovano otto formazioni che legittimamente, chi più e chi meno, ambiranno ad alzare al cielo una coppa che per la categoria in questione viene messa in palio dal 2009. Potenzialità del rooster, stato di forma e accoppiamenti sono tutte variabili di cui abbiamo provato a tener conto nel nostro personale e dedicato ranking, pronti a essere smentiti dal risultato del campo.

1) Acqua San Bernardo Cantù

Tra le favoritissime alla promozione in A1 fin dall’estate, questo primo scorcio stagionale sta confermando la competitività del proprio organico. Al via della manifestazione i brianzoli ci arrivano con il vento letteralmente in poppa, grazie a un filotto di dieci vittorie consecutive. Dopo aver trovato le proprie certezze in difesa, da qualche incontro a questa parte Cantù sta deliziando anche in attacco come ci si aspettava da un grande coach del calibro di Sacchetti. Sembra un treno letteralmente in corsa e difficilmente arrestabile. Ancora tanta la sete di vittoria dei biancoblu, quella nazionale è una coppa stregata per tali colori (praticamente l’unica che manca in bacheca), così come la più inedita Coppa Italia Lnp. Del resto c’è sempre una prima volta, no?

2) Vanoli Cremona

L’ex capolista del raggruppamento Verde non sta attraversando un periodo brillantissimo, con due sconfitte nelle ultime tre uscite stagionali. Sulla qualità e fisicità della rosa a disposizione di coach Cavina non si discute, non è certamente un caso che sia riuscita a conquistare la Supercoppa di A2 a settembre. Non scontato il quarto di finale, ma pur sempre fra le mura amiche, contro la Giorgi Tesi Group Pistoia. Tuttavia, in caso di superamento, la strada potrebbe poi spianare per i cremonesi. Prima della Final Four passerebbero infatti due mesi abbondanti, arco temporale nel quale la Vanoli potrebbe recuperare due pedine fondamentali come Lacey e Pecchia. Inoltre, in questi mesi ha battuto due volte in altrettanti incontri l’Acqua San Bernardo, statistica rilevante che ne certifica l’alta competitività.

coppa italia lnp
La Vanoli dopo la Supercoppa proverà a far sua anche la Coppa Italia Lnp (foto Lega Pallacanestro)

3) Gruppo Mascio Treviglio

Con l’avvicendamento in panchina (Alessandro Finelli al posto di Michele Carrea), è un’altra compagine che sta mantenendo un ritmo altissimo. Con l’allenatore bolognese il record è infatti 8-1, con l’unico ko rimediato ad Agrigento ma con il successo prezioso nei confronti della Vanoli. Vittorie spesso accompagnate da scarti importanti, a ribadire come a livello individuale il roster di Treviglio disponga di talento. Quarti di finale che però dovrà disputare fuori casa in quel di Cento, particolare non di secondaria rilevanza, contro una formazione in forma e meritatamente in vetta nel girone Rosso ex equo con altre due. Inoltre, superato eventualmente questo primo scoglio, il rischio di ritrovarsi Cantù in semifinale è concreto. Insomma, la qualità c’è ma il cammino sarà irto di ostacoli.

4) Apu Old Wild West Udine

Altro club che, senza saper né leggere né scrivere, bisognerebbe mettere fra le due squadre candidate a salire in A1. Eppure il gruppo di Boniciolli sta trovando diverse difficoltà in più rispetto all’anno scorso, nel quale fallirono la promozione all’atto conclusivo. Nelle ultime quattro partite sono infatti arrivate ben tre sconfitte consecutive, filotto interrotto dal largo successo contro Ferrara. Friulani che dispongono di una coppia di americani (Briscoe e Sherrill) in grado di fare la differenza, unitamente ad atleti d’esperienza ma ancora d’impatto per la categoria (Antonutti, Cusin, Gaspardo). Notevoli inoltre le ultime due aggiunte: Alessandro Gentile e Monaldi. L’incertezza sul loro immediato impiego e il tempo per trovare i nuovi equilibri sul parquet, sono aspetti che gli costano una posizione a centro gruppo in questo nostro ranking sulla Coppa Italia Lnp.

5) Unieuro Forlì

Altra squadra che sta godendo di un buon momento di forma quella romagnola, reduce da sei vittorie consecutive. Prima a pari merito nel girone Rosso insieme a Tremac Cento e Giorgio Tesi Group Pistoia, dispone della terza miglior difesa del raggruppamento e proverà a far valere il proprio fattore campo contro la Reale Mutua Torino. In attacco gran parte delle fortune passano dal trio Adrian Cinciarini e Raivio (al posto dell’infortunato Sanford), ognuno dei quali capace di fatturare 14 punti ad allacciata di scarpe. Importante anche il contributo di Valentini nel ruolo di play e quello d’esperienza fornito da Gazzotti, proverà a dire la sua fino in fondo anche se sotto le plance non sembra essere a livello delle migliori.

6) Tremac Cento

E’ probabilmente la vera sorpresa di questa prima parte stagionale, grazie al primo posto in coabitazione con Unieuro e Giorgio Tesi Group. Molto buono il momento attraversato dai ferraresi che, dopo il passo falso con Nardo e quello di soltanto un punto contro Forlì, sono riusciti a infilare cinque vittorie di seguito. Potenzialità messe in mostra anche nel successo in quel di Udine e liquidando nel proprio palazzetto Pistoia. Il duo statunitense formato da Marks (18.9 punti a incontro) e Archie (12,9 punti) sono una garanzia per l’A2, unitamente all’apporto di Tomassini (14,3 a serata), per una rosa recentemente rafforzata con l’ingaggio di Mussini. Ma i quarti contro Treviglio sono tutt’altro che semplici e poi potrebbero esserci i brianzoli a ostacolarne il successivo cammino.

7) Reale Mutua Torino

Ultima a qualificarsi alla competizione e per giunta per il rotto della cuffia. Ciò però non deve trarre in inganno, poiché i piemontesi erano partiti in campionato con una penalizzazione di tre punti. Lo stato di forma attuale è neutrale con quattro successi e due sconfitte nelle ultime sei, inoltre gli uomini di Ciani si presenteranno in terra romagnola senza l’infortunato Ikangi. In ogni caso mai dare per battuto quello che è il miglior attacco dell’intera lega con 82,3 punti a match, trascinati dai 19 di Mayfield e 14,5 di Jackson. Spiccato feeling con il canestro avversario che a volte può risultare determinante in partite secche come quelle che si disputeranno nella Coppa Italia Lnp.

8) Giorgio Tesi Group Pistoia

Consapevolezza dei propri mezzi e nessun timore reverenziale. E’ intenzionata a presentarsi così la banda di coach Brienza questa sera al PalaRadi, con la speranza di centrare un colpaccio che potrebbe poi aprirle nuovi scenari nella manifestazione tricolore. Non sarà facile per i toscani, vuoi per il livello degli avversari, vuoi per il fattore campo sfavorevole, vuoi perché nelle ultime cinque partite la Giorgi Tesi Group è inciampata due volte. Che spererà nella vena realizzativa di Varnado e Copeland, coppia in grado di fatturare 30 punti a incontro, nonché nel contributo di un solido Wheatle. Ma soprattutto l’arma migliore da sfoggiare dovrà essere la propria difesa, la migliore dell’intera A2 con 62,4 concessi agli avversari. Utile per compensare una panchina non propriamente profonda per gli standard d’alta classifica.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento