Charles Thomas all’ultimo secondo regala le Final Eight a Cantù

Charles Thomas
il massimo della pizza banner

Dopo un avvincente testa a testa, Cantù batte Brindisi con una magia di Charles Thomas. Finisce 86-88, risultato con cui la Red October si qualifica alle Final Eight di Coppa Italia.

 

Cantù l’ha vinta, buttata via e poi rivinta in 5 secondi. È servita una magia di Charles Thomas a 1 secondo dalla fine per sbancare il PalaPentassuglia e prendersi il pass per Firenze, dopo una banalissima persa che aveva regalato il vantaggio a Brindisi. La Red October gioca punto a punto tutta la gara, nonostante i problemi di falli di Crosariol e le difficoltà di Smith e Chappell. Ci pensano un super Christian Burns, un ottimo ultimo parziale di Culpepper e la sostanza di Thomas e Cournooh dalla panchina. I brianzoli raggiungono un traguardo insperato ad inizio stagione grazie al duro lavoro. Qualificata come sesta, incontrerà la terza classificata: Brescia se Milano batte Venezia, Milano in caso contrario.

Primo tempo

Cantù è costretta a vincere per andare alle Final Eight, dopo le vittorie di Brindisi e Cremona. Brindisi vuole vincere per non restare ultima in classifica. Sodini schiera Smith, Culpepper, Chappell, Burns e Crosariol, Brindisi scende in campo con Moore, Suggs, Tepic, Donta Smith e Lalanne. La mano di Culpepper sembra a posto: sua la prima tripla della gara. Crosariol segna lo 0-5. Red October subito in partita, segnano quasi tutti per il 4-10 dopo 3 minuti. L’Happy Casa reagisce e penetra come il burro nella difesa brianzola per il pareggio. Si ferma l’attacco canturino e i padroni di casa scappano a +6 sul 18-12. Charles Thomas scuote i suoi, controparziale e nuovo pareggio. È però Brindisi a chiudere avanti 22-20.

Charles Thomas
Christian Burns, 24 punti e 12 rimbalzi

 

Cournooh riequilibra i conti in apertura di seconda frazione. Non segna però nessuno per diversi minuti, con Cantù che fa anche 0/4 dalla lunetta. È capitan Chappell a sbloccare la squadra con il libero del 24-25. Charles Thomas dalla lunga distanza porta i suoi a +4, Moore tiene a contatto i pugliesi. Red October a +7 grazie ad una tripla di Burns. Ispiratissimo il lungo ex Brescia che risponde ai canestri avversari, sale a quota 12 con i punti del 32-39. Moore e Tepic però piazzano un 7-0 che vale una nuova parità. Thomas dalla linea della carità fissa il punteggio sul 39-41 all’intervallo lungo.

Annuncio Pubblicitario

Secondo tempo

Donta Smith e Randy Culpepper aprono il secondo tempo tenendo invariato il distacco con una realizzazione per parte. I lunghi di Brindisi firmano il sorpasso, ma è ancora un ispiratissimo Charles Thomas a trascinare Cantù: 47-48. Torna Crosariol, limitato dai falli e segna il +3, ma un 3-0 firmato Moore vanifica tutto. Punto a punto emozionante: nessuna delle due squadre sembra in grado di scavare un solco. Burns, già in doppia doppia trascina la Red October che si affaccia all’ultimo quarto avanti di 5.

Charles Thomas
Ottima prova per Cournooh nel suo vecchio palazzetto

Mesicek e Tepic accorciano subito a -2. Cantù si sblocca con un piazzato di Crosariol da oltre 5 metri. È ancora Mesicek però a infilare la bomba di un pesantissimo -1. Tecnico a Culpepper, totalmente fuori partita e Mesicek regala il +2 all’Happy Casa. Brianzoli però subito di nuovo avanti con la carica di Burns. Una tripla di Cournooh e una nuova schiacciata di Burns ridanno il +6 ai ragazzi di Sodini sul 67-73. Donta Smith dimezza lo scarto, il giovane Mesicek con un 1/2 dalla lunetta fa -2 a 3′ dalla fine. Culpepper si sblocca e dà ossigeno a Cantù, che però ha Crosariol fuori per falli e Thomas con 4 e soffre sotto le plance. Ne approfitta Lalanne, ma Culpepper sente il momento e con una tripla delle sue porta il punteggio sul 75-80. Red October anche a +6 con 3 liberi di un ottimo Cournooh. Moore non si dà per vinto e scaglia da 3. Un’altra gran giocata di Culpepper, eroe dell’ultimo quarto tiene due possessi di margine. Canestro di Lalanne, persa dello stesso numero 3 canturino. 23 secondi al termine, palla a Brindisi e +3 per gli ospiti. Buona difesa, ma ancora Cady Lalanne schiaccia il -1 a 5 secondi. Persa clamorosa sulla rimessa. Due liberi di Moore e vantaggio dei pugliesi, ma una clamorosa magia di Thomas regala il successo e le Final Eight a Cantù.

Tabellino

BRINDISI: Suggs 8, Tepic 12, Oleka, Smith 17, Mesicek 10, Sirakov NE, Moore 17, Donzelli, Canavesi NE, Giuri, Di Maggio NE, Lalanne 22.

CANTU’: Smith 2, Culpepper 18, Pappalardo NE, Cournooh 11, Parrillo, Tassone NE, Crosariol 10, Maspero, Raucci, Chappell 6, Burns 24, Thomas 17.

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Simone Dalla Francesca
Simone Dalla Francesca
Studente di Linguaggi dei media all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e giocatore di basket presso l'Antoniana Como. Fin da bambino ho sempre avuto due grandissime passioni. La prima è la pallacanestro, la seconda è scrivere. Scrivere di pallacanestro è dunque il mix perfetto!

Lascia un commento