Cesare Pancotto nuovo coach di Cantù. Esperienza a servizio dei giovani.

cesare pancotto
il massimo della pizza banner

La Pallacanestro Cantù affida la squadra a Cesare Pancotto. Il coach marchigiano vanta oltre 1000 panchine e due premi come miglior allenatore.

Ora possiamo dirlo con certezza: Cesare Pancotto è il nuovo allenatore della Pallacanestro Cantù, questa mattina è arrivata anche l’ufficializzazione della rescissione dal contratto con Montegranaro. La notizia era nell’aria già dalla conferenza di presentazione di Daniele Della Fiori, il quale non aveva confermato l’affare, ma neppure smentito, lasciando intendere che l’ufficialità sarebbe arrivata a giorni. A ore è quindi attesa la nota del club brianzolo.

Pancotto è nato a Porto San Giorgio l’8 gennaio 1955 e proprio qui, nell’82, comincia la propria carriera da professionista. Prima porta la Sangiorgese in A2, poi la tiene un paio di stagioni tra le prime 8. Ci vorranno 6 anni di gavetta a Reggio Emilia, Forlì, Sassari e Pistoia, prima di conquistare con quest’ultima, nel 92, la prima promozione in A1. L’anno dopo ottiene già i playoff grazie ad un ottavo posto frutto di 16 vittorie e 14 sconfitte.

Dopo l’eliminazione al primo turno approda a Siena, ancora in A2, centrando immediatamente la sua seconda promozione. Altri tre anni a metà classifica con i toscani, poi nuova sfida, a Trieste e terza promozione nel 1998-1999.

Annuncio Pubblicitario

Durante l’estate passa a Roma, per poi tornare quattro anni in Friuli. L’esperienza triestina finisce però con la retrocessione e il fallimento del club. Cesare Pancotto riprende a viaggiare: ottimo nono posto con Teramo, tre anni positivi a Udine con un quinto posto, la partecipazione all’Uleb Cup e il premio di miglior allenatore nel 2006.

Cesare Pancotto
Cesare Pancotto

Nel 2009 arriva a stagione in corso sulla panchina della Fortitudo, ma non riesce a salvare una squadra svogliata e sull’orlo del fallimento. Buona invece la stagione successiva, sulla panchina di Avellino, su cui tornerà anche nel 2012/2013 dopo due ottime annate a Barcellona in A2.

La sua esperienza si nota anche a Cremona, dove in tre anni fa crescere la squadra portandola al quarto posto nel 2016, vincendo nuovamente il premio di allenatore dell’anno. La stagione successiva tuttavia parte male e viene esonerato. Dopo un periodo di stop riparte dalla A2 nella sua terra natale, alla guida della Poderosa Montegranaro uscendo ai quarti dei playoff.

Con Cesare Pancotto Cantù si assicura un allenatore di grande esperienza. La sua attenzione al dettaglio, lo scrupoloso lavoro in palestra e l’ottima capacità di coltivare i rapporti umani lo rendono capace di far crescere squadre e singoli giocatori. Tanti i giovani forgiati, tanti gli ottimi americani scelti: l’ideale per iniziare a costruire il futuro dell’Acqua San Bernardo, che proprio dai giovani sembra voler ripartire. È un grande conoscitore del campionato di A2, da cui arriva, pertanto saprà consigliare i migliori prospetti pronti al salto di qualità. Le sue oltre 1000 panchine in Serie A lo collocano al terzo posto nella graduatoria degli allenatori con più presenze, ad ulteriore testimonianza del suo valore.

Cesare Pancotto
Pancotto sulla panchina di Montegranaro
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Simone Dalla Francesca
Simone Dalla Francesca
Studente di Linguaggi dei media all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e giocatore di basket presso l'Antoniana Como. Fin da bambino ho sempre avuto due grandissime passioni. La prima è la pallacanestro, la seconda è scrivere. Scrivere di pallacanestro è dunque il mix perfetto!

Lascia un commento