Cantù-Sassari: Bamforth MVP. Mitchell-Jefferson super duo!

Cantù-Sassari

Le pagelle di Cantù-Sassari, sfida al cardiopalma nella quale l’Acqua San Bernardo ha ceduto solo nel finale, dopo aver perso due uomini per 5 falli.

Cantù-Sassari ha visto trionfare gli ospiti al termine di una partita molto combattuta. Il Banco di Sardegna sale a quota 16 punti in classifica e si qualifica alle Final Eight. L’Acqua San Bernardo resta a 10, ma la prova dei brianzoli, in emergenza, è più che positiva, così come i voti in pagella di gran parte dei giocatori.

Acqua San Bernardo Cantù

Gaines 6,5: Nel primo tempo è perfetto, segna 14 punti con 5/5 dal campo e gestisce l’attacco senza errori. Nella ripresa si vede fischiare 4 falli in 7 minuti ed è costretto ad abbandonare il campo. Peccato, perchè con lui in campo, fino a quel momento, era +3 Cantù.

Mitchell 8: Nei primi 20 minuti è Tony versione assistman (4), ma si vede da come gioca che è in serata anche per guidare la squadra. È ciò che fa dopo l’intervallo, quando diventa inarrestabile e rischia di portare la squadra ad una clamorosa vittoria. Non basta, ma resta una prestazione incredibile ed uno spettacolo per il pubblico. Si scrive 31 punti, 8 rimbalzi e 4 assist, si legge Tony e fulmini!

Annuncio Pubblicitario

Blakes 5: L’unico a non entrare mai in partita, complice il difficile duello con Bamforth. Prende il ferro a mattonate (1/8) ed è impreciso in regia. I problemi di falli fanno il resto. Con Avellino avrà certamente un altro impatto.

Davis 6,5: A tratti pare abbia l’olio sulle mani, più di una volta difende male su Thomas, ma è intenso e volenteroso. Chiude con la prima doppia doppia italiana (11 punti e 10 rimbalzi, di cui 6 offensivi).

Tassone 6: Anche lui pesantemente limitato dai falli. Gioca solo 10 minuti realizzando 3 punti.

La Torre 6,5: È la vera sorpresa di Cantù-Sassari. Tiene bene il campo per 20 minuti facendo piccole cose utili. Fa impazzire Desio tenendo in gioco un pallone in tuffo e con una bella tripla in un momento importante. In conferenza tanti complimenti anche da Pashutin. Una bella iniezione di fiducia.

Quaglia 5,5: Vaga per il campo complessivamente per circa un quarto. Poco coinvolto in attacco, nulla di importante da segnalare.

Jefferson 8: Si conferma uno dei migliori del campionato. Altra prova solida da 24 punti, 5 rimbalzi, 5 assist e 9 falli subiti. In più annulla Cooley per gran parte della gara. Non a caso guida la lega per valutazione media.

Pashutin 6,5: Va vicino ad un miracolo nonostante le rotazioni ridottissime. C’è tanto della sua energia e dei suoi accorgimenti tattitici e con la squadra al completo si vedranno i risultati.

Cantù-Sassari
Gerry Blakes non è riuscito a ripetere le buone prove dell’ultimo periodo

Banco di Sardegna Sassari

Spissu 6: Meno di 10 minuti di utilizzo, giocati comunque con intelligenza.

Smith 6,5: Gestisce bene l’attacco e punge quando serve. Manda a referto 16 punti nel suo ritorno a Desio, sconfiggendo anche un po’ di emozione.

Bamforth 8,5: Prova ai limiti della perfezione. Negli allunghi sassaresi c’è sempre il suo zampino. Bravo su due metà campo, attento nella gestione della palla, clutch da 3. Alla fine sono 24 punti con 9 rimbalzi, 8 falli subiti, 4 assist per 35 di valutazione. Esce zoppicando e preoccupa Esposito. Ci auguriamo che non sia nulla di grave. Nel frattempo si merita il premio di MVP di Cantù-Sassari.

Devecchi SV: In campo 5 minuti scarsi.

Magro 5: In 6 minuti fa infuriare coach Esposito almeno un paio di volte. Si nota parecchio la differenza tra lui e Cooley: con Magro in campo +9 Cantù.

Pierre 6: Molto meno presente rispetto alle ultime uscite. Perde nettamente la sfida con Mitchell e sembra spesso estraneo al gioco. Tuttavia si prende alcune delle sue penetrazioni e va in doppia cifra con 11 punti.

Gentile 5: Dovrebbe essere un tiratore, ma fa 0/3 dal campo e 0/2 dalla lunetta. Positivi un paio di assist.

Thomas 7,5: Implacabile nel  primo tempo, normale amministrazione nel secondo. 20 punti con il 70% al tiro.

Polonara 6,5: Si limita a prendere i tiri da 3 punti che offre il gioco. Segna 3 bombe pesanti su 7 tentativi. Aggiunge 4 rimbalzi e 3 assist.

Cooley 6,5: Soffre il duello con Jefferson ma nel pitturato è comunque una presenza ingombrante. 12 punti, 5 rimbalzi, 5 falli subiti e 2 recuperi, sbagliando molto poco.

Esposito 6,5: La sua squadra soffre la voglia di Cantù e forse un po’ di stanchezza per il doppio impegno settimanale, ma offre una prova tatticamente molto buona. La qualità del coach la conosciamo e siamo sicuri che Sassari potrà togliersi molte soddisfazioni durante la stagione.

Cantù-Sassari
Buona la prova del grande ex Jaime Smith
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Simone Dalla Francesca
Simone Dalla Francesca
Studente di Linguaggi dei media all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e giocatore di basket presso l'Antoniana Como. Fin da bambino ho sempre avuto due grandissime passioni. La prima è la pallacanestro, la seconda è scrivere. Scrivere di pallacanestro è dunque il mix perfetto!

2 thoughts on “Cantù-Sassari: Bamforth MVP. Mitchell-Jefferson super duo!

  1. Mitchell può aver fatto una prestazine incredibile, ma può essere anche definito “losing effort”…

  2. Non credo in questo tipo di cose sinceramente. Una buona prestazione è una buona prestazione, che si vinca o che si perda

Lascia un commento