Briantea84 annichilisce Santa Lucia, è show al PalaMeda

briantea84

Grande prestazione da parte della Briantea84, che nel derby d’Italia contro Roma si dimostra un orologio in attacco e solida in difesa. Finisce 80-43.

Arriva in occasione della quarta giornata la prestazione più convincente dei brianzoli nel torneo Fipic 2019/20. Davanti a un migliaio di persone, i ragazzi di Bergna sfoderano una prestazione di assoluto livello, con il risultato in bilico soltanto nei primi cinque giri di lancette. Poi è un crescendo rossiniano, tutti i canturini danno il loro importante contributo e così il divario finale è nettissimo: un +37 che non ammette repliche.

briantea84
La UnipolSai prima della palla a due

Coach Marco Bergna manda sul parquet Berdun, Nijman, Santorelli, Geninazzi e Carossino, mentre coach Alessandro De Pieri risponde con Torquati, Sanna, Chakir, Edwards e Cavagnini. A inizio gara Cantù prova subito a scappare con il 6-2 grazie a quattro punti di Carossino, ma il britannico di Roma Edwards è preciso in attacco e consente di pareggiare dalla lunetta (8-8). Berdun arma le mani dei compagni già per la terza volta, la difesa brianzola costringe gli ospiti a una seconda violazione di 24″ e Carossino al terzo tentativo (secondo personale) insacca il canestro del 12-8. Inutile il time-out chiesto da coach De Pieri al 5’48”, la Briantea84 allunga prima sul 16-8 con un contropiede di Berdun, per poi concludere abbondantemente avanti il primo periodo sul 22-11, con gli ultimi due canestri siglati da De Maggi.

Il secondo quarto si apre con Sanchez che cancella letteralmente Milos e De Maggi nel pitturato a realizzare il +15, Santa Lucia prova ad avvicinarsi con le iniziative di Milos ed Edwards (28-17), ma quattro punti di un preciso De Maggi e un contropiede di Sanchez permettono ai brianzoli di portarsi sul 34-15. Entra il giovane Bassoli che trova la via del canestro su assist di Berdun, è quest’ultimo a colpire dall’arco per il +23 ma le due squadre vanno al riposo sul 43-22 con il tiro a segno a fil di seconda sirena di Edwards.

Annuncio Pubblicitario

La ripresa del gioco vede l’attacco romano costretto alla terza infrazione di 24″ della serata, i padroni sfoderano un parziale di 6-0 volando così sul 55-28. I gialloblu provano ad aggrapparsi al duo Carossino-Chakir per un mini break di 4-0, ma De Maggi prima della media e Santorelli poi su scarico di Sanchez, consentono agli uomini di Bergna di chiudere il terzo periodo avanti 63-34.

Tripla cifra di vantaggio per i locali in apertura degli ultimi dieci minuti con il taglio di Santorelli, i capitolini accorciano fino al -26 con il canestro da sotto di Milos su assist di Haidari ma Bassoli li castiga con due punti in transizione per il 73-41. La Briantea84 come spesso è solita fare, non alza il piede dall’acceleratore e, dopo aver concesso un canestro a Edwards, lascia a secco gli avversari negli ultimi quattro e rotti minuti di gioco, chiudendo sul risultato di 80-43 che rappresenta anche il massimo vantaggio dell’incontro.

briantea84
Matteo Cavagnini in lunetta, eterno capitano di S.Lucia

Top-scorer di serata è Simone De Maggi con 23 punti e il 62% dal campo, seguito a ruota da un ottimo Carossino con 20 punti e 14 rimbalzi, mentre da sottolineare i ben 9 assist di un Berdun capace di giocare per la squadra. Per Roma invece l’unico in doppia cifra è Edwards con 17. Da stasera Cantù è sola al secondo posto alla caccia di Santo Stefano capolista ma già battuta in occasione della Supercoppa Italiana.

UNIPOLSAI BRIANTEA84 CANTù – SANTA LUCIA ROMA 80-43  (22-11, 21-11, 20-12, 17-9)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento