Brandon Taylor killer, Cantù perde l’ennesimo arrivo in volata

brandon taylor

I brianzoli non riescono a gestire il +8 e vengono beffati dal 2+1 di Brandon Taylor nel finale. Salvezza ancor più lontana a meno che…

Un’altra giornata del massimo campionato di basket se n’è andata, con i canturini che hanno incassato a una nuova sconfitta fra le mura amiche. A ben poco sono serviti i cartonati posizionati sugli spalti del PalaDesio, l’Acqua San Bernardo sciupa un’altra occasione di ritrovarsi il proprio destino nelle sue mani. Con una situazione sempre più complicata, non resta che prendere in mano calendario, calcolatrice e sperare nella tanto agognata riforma della Lega Basket.

Con quest’ultima, a quanto pare, che vorrebbe dare a tutti i 15 club attualmente partecipanti alla serie A, la possibilità di riscriversi al torneo 2021/22. A patto che i conti siano ok e che i parametri riguardanti le nuove licenze nazionali vengano rispettati. Per quanto riguarda il campo, invece, gli uomini di coach Bucchi ora dovranno fare corsa sulle due squadre che gli precedono di due punti: Brescia (con la quale ha il vantaggio del doppio confronto) e Fortitudo. Con quest’ultima che ospiterà proprio Cantù nel prossimo turno in quello che potrebbe essere davvero l’ultimo appello.

Per quanto riguarda invece la sfida odierna con Reggio Emilia, l’Acqua San Bernardo ha pagato pesantemente alcuni spezzoni prolungati di partita senza segnare ma anche i 14 rimbalzi offensivi lasciati nelle mani dei biancorossi. Spulciando invece i tabellini, entrambe le formazioni hanno mandato in doppia cifra quattro giocatori a testa. Man of the match è stato Brandon Taylor, top-scorer con 20 punti e con la giocata finale decisiva, mentre per i canturini Frank Gaines si è fermato a quota 19.

La partita

Piero Bucchi manda sul parquet il suo tradizionale quintetto, formato da Smith, Gaines, Pecchia, Leunen e Bayehe. Attilio Caja, invece, replica con Taylor, Lemar, Kyzlink, Johnson ed Elegar. Le due formazioni approcciano il match in maniera un po’ contratta, rimanendo all’asciutto per quasi 100 secondi. Poi è Leunen a vestire i panni del protagonista, siglando tutti i primi otto punti della propria squadra (8-5). Dall’altra parte è Lemar a dimostrarsi sul pezzo e con due liberi regala a Reggio Emilia il +1 e il primo vantaggio di serata. Gaines prova a ereditare il testimone dell’ala dell’Oregon riportando avanti in un paio di occasioni i brianzoli, tuttavia Brandon Taylor dà il via al suo personale show, chiudendo il primo periodo a 9 punti e permettendo alla Unahotels di guidare nel punteggio 19-23.

Con Koponen gli ospiti si spingono fino al +6, poi Donte Thomas con 5 punti consecutivi impatta il risultato sul 27-27. Gli emiliani però rendono pan per focaccia e con un con un break di 6-0 vanno sul 27-33. L’Acqua San Bernardo trascorre diversi minuti senza trovare più la via del canestro, prima del rientro in campo di Gaines che, con otto punti in poco più di 2’30”, permette ai padroni di casa di andare al riposo sul 37-33.

brandon taylor
Jaime Smith contro Brandon Taylor (foto Pall.Cantù)

La ripresa si apre con la tripla del +7 di Smith, ma Brandon Taylor replica con due tiri consecutivi dall’arco per il -1. Reggio Emilia sembra avere qualcosa di più soprattutto sotto le plance, lottando con la coppia Johnson-Elegar e rimettendo la testa avanti con il rimbalzo e canestro di quest’ultimo. Giunti a questo punto si accende improvvisamente Pecchia, il quale con una serie di canestri in entrata e contropiede regala al contempo anche un po’ di spettacolo per il 59-51 di fine terzo periodo.

I biancorossi non ci stanno e vengono guidati da un Koponen capace di rimettere in discussione subito tutto con due tiri dai 6,75 metri ravvicinati per il -2. I canturini tornano a faticare in attacco, sbloccandosi soltanto dopo 3’14” dall’inizio dell’ultima frazione di gioco, totalizzando la miseria di tre punti in quasi 7′. Justin Johnson raccoglie l’assist di Koponen per firmare la parità sul 62-62, è il preludio di un finale punto a punto sebbene i brianzoli si fossero spinti sul +4 con una tripla di Jazz Johnson e un libero di Leunen. Elegar prova a fare il totem sotto i tabelloni, Pecchia cerca e trova la linea di fondo vincente per il +2 ma è Brandon Taylor a congelare l’Acqua San Bernardo con un 2+1 per un fallo di Bayehe a poco più di 3″ dalla sirena conclusiva. I padroni di casa non riusciranno a sfruttare la rimessa in zona d’attacco, il runner di Gaines si spegne sul ferro e la Unahotels passa a Desio 71-72.

ACQUA S.BERNARDO CANTU’ – UNAHOTELS REGGIO EMILIA 71-72 (19-23, 18-10, 22-18, 18-21)

Tabellini

CANTU’: Gaines 19, Thomas 5, Smith 5, Procida, Leunen 15, La Torre n.e., Lanzi n.e., Ja. Johnson 10, Bayehe 2, Baparapè n.e., Pecchia 13, Radic 2. All. Bucchi

REGGIO EMILIA: Lemar 13, Koponen 13, Candi 3, Baldi Rossi 6, Porfilio n.e., Taylor 20, Elegar 10, Soliani n.e., Ju. Johnson 7, Bonacini n.e., Diouf n.e., Kyzlink. All. Caja

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento