Anthony Hickey inarrestabile, Cantù vince e riaccende la speranza

anthony hickey
[ethereumads]

I brianzoli riescono a interrompere l’imbattibilità ai playoff di Trieste, vincendo al fotofinish 73-74. Anthony Hickey super con 29 punti.

Ultima chiamata per la promozione, un solo risultato a disposizione. Era un’Acqua San Bernardo con le spalle al muro quella che si è presentata questa sera al PalaTrieste in occasione di gara 3 della finale play-off del Tabellone Oro di A2. Le sconfitte maturate nei precedenti due match contro la Pallacanestro Trieste, infatti, imponevano ai brianzoli di recarsi nel capoluogo giuliano esclusivamente per vincere, onde evitare di concludere ancora una volta amaramente un’altra stagione in quello che doveva essere originariamente un provvisorio purgatorio.

Senza più praticamente nulla da perdere, i canturini si sono resi autori della loro miglior prestazione in questa post-season. Completamente invertite le parti rispetto alle uscite precedenti, con Cantù a mostrare una maggiore coralità offensiva rispetto alla propria avversaria. Nonostante ciò, i padroni di casa hanno sfoderato tutto il loro carattere e ciò gli ha permesso di rimettere in discussione una sfida che con ancora un quarto da giocare li vedeva largamente in svantaggio. Pesanti per loro le ben 18 palle perse.

Dovute in buona parte alla pressione difensiva esercitata dagli ospiti, specialmente da un Anthony Hickey da 6 palle recuperate, altrettanti falli subiti e 29 punti. Molto bene in attacco anche Stefan Nikolic con 15 punti e 4 assist inediti, nonché Filippo Baldi Rossi che ha sfiorato la doppia doppia con 17 punti e 9 rimbalzi. A Trieste invece non è bastato il solito e indomabile Justin Reyes, capace di mettere a segno 23 punti. Poi in doppia cifra solamente Ariel Filloy con 12 punti. A margine da sottolineare il presunto grave infortunio capitato a metà match a Riccardo Moraschini, che priva i brianzoli di un’importante freccia al proprio arco per cercare di completare la rimonta in questa serie. Inoltre, finale di match giocato senza Burns e Young, out per falli.

La partita

Jamion Christian non cambia le carte in tavola, ripartendo da Ruzzier, Brooks, Reyes, Candussi e Vildera. Contrariamente a Devis Cagnardi, che lancia Moraschini in quintetto insieme a Hickey, Bucarelli, Nikolic e Young. Sono sempre i biancorossi a partire meglio grazie alle triple di Ruzzier e Candussi del 6-2, tuttavia per quest’ultimo dopo 2’23” è già tempo di secondo fallo ed è costretto a lasciar spazio a Menalo. Quest’ultimo però non lo farà rimpiangere colpendo dall’arco, così come Reyes e panchina ospite costretta a fermare tutto sul -8. Un ottimo Nikolic si fa valere in post basso contro Vildera e Filloy ma anche segnando dal perimetro, il buon momento per le due formazioni dai 6,75 metri prosegue e anche Cesana risponde presente con la specialità della casa, trovando su assist di Moraschini il 20-20 al 10′.

Baldi Rossi con un 2+1 per fallo di Menalo completa un break di 9-0 per il sorpasso biancoblu sul +3, Reyes prova a caricarsi l’attacco triestino sulle spalle ma il capitano degli ospiti abusa di Deangeli nel pitturato mentre di Moraschini il jumper dalla media per il momentaneo 24-31. Tripla di Anthony Hickey a fil di 24″, Nikolic dalla media per il +10, secondo time-out nel giro di nemmeno tre minuti per il coach di casa. Dal quale i giuliani ne usciranno benissimo, sfoderando un parziale di 10-0 con un Ferrero letteralmente scatenato, autore di un gioco da quattro punti prima e del tiro pesante della parità poi. Cantù che nel frattempo perde Moraschini a causa di un brutto infortunio, compagini negli spogliatoi sul 36-36.

Un sofferente Riccardo Moraschini a terra infortunato

Alla ripresa del gioco è Anthony Hickey a prendere per mano i suoi con una penetrazione e una rubata ai danni di Ruzzier per il +6 esterno, buon contributo da sotto anche da parte di Burns ma sarà ancora il playmaker statunitense a spezzare il raddoppio e a trovare il 41-48, minuto per Christian. Tuttavia non si ferma qui lo show del n°22 brianzolo, con le rubate ai danni di Ruzzier e Reyes si materializza un parziale di 9-0 che proietta i canturini sul 41-53. Massimo vantaggio ospite sul +16, di Hickey il libero per fallo di Ferrero del 45-59 con ancora 10′ da giocare.

E’ il solito Reyes a tenere a galla in attacco Trieste, sua la tripla del -11 ma anche suo il 2+1 per fallo di Young che riporta il gap sotto la doppia cifra, time-out Acqua San Bernardo sul 58-65. Biancoblu già in bonus con ancora cinque giri di lancetta rimanenti, Brooks dal perimetro ricuce con il -4 ma Nikolic ristabilisce le dovute distanze schiacciando il 66-74. I padroni di casa non ci stanno e con un break di 7-0 ritornano in scia, di Filloy la penetrazione del -1 a 23″ dalla conclusione. Bucarelli mandato in lunetta da Brooks ma è 0/2, così come Anthony Hickey dopo l’ennesima palla recuperata e fallo subito. A Trieste, tuttavia, rimane meno di 2″ a disposizione per vincerla, Brooks dal mezzo angolo non indovina il buzzer-beater e così è Cantù a vincere 73-74. Ora gara4 che si disputerà mercoledì sera, sempre alle ore 21.

PALLACANESTRO TRIESTE – ACQUA S.BERNARDO CANTU’ 73-74 (20-20, 16-16, 9-23, 28-15)

Tabellino

TRIESTE: Bossi, Filloy 12, Reyes 23, Deangeli, Ruzzier 8, Camporeale, Candussi 4, Vildera 7, Ferrero 7, Menalo 3, Brooks 9, Rolli ne. All.: Christian.

CANTU’: Baldi Rossi 17, Berdini, Nwohuocha ne, Nikolic 15, Tarallo ne, Bucarelli, Hickey 29, Burns 6, Moraschini 4, Young, Tosetti, Cesana 3. All.: Cagnardi.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

One thought on “Anthony Hickey inarrestabile, Cantù vince e riaccende la speranza

Lascia un commento