Acqua San Bernardo: come si arriva a giocare i playoff?

Acqua San Bernardo
il massimo della pizza banner

L’Acqua San Bernardo Cantù si gioca l’accesso ai playoff nell’ultima giornata. Serve una vittoria o un regalo da Brindisi.

Comunque vada sarà una stagione da ricordare. L’annata 2018-2019 è stata per la Pallacanestro Cantù un turbinio di emozioni che avrà il suo culmine nell’ultima giornata, domenica, a Sassari. Nonostante i problemi societari e un girone d’andata pessimo che ha portato i brianzoli anche all’ultimo posto per qualche giornata, l’Acqua San Bernardo è lì, a giocarsi un’inaspettata post season. La vittoria con Torino è l’undicesima del girone di ritorno, la numero 13 nelle ultime 17 partite, ruolino di marcia da primissimi posti. Da quando è tornata la canturinità qualcosa di magico avvolge squadra e ambiente. La classifica è stata completamente ribaltata e gli uomini di Brienza si trovano ora ottavi, pronti a giocarsi un posto ai playoff.

La situazione è parecchio ingarbugliata visto l’equilibrio nella fascia media del campionato. Ci sono ben 25 ipotesi diverse di arrivo in parità (10 in caso di vittoria, 15 in caso di sconfitta), ma proviamo a semplificare al massimo.

Cantù vince:

Come l’anno scorso Cantù ha in mano il proprio destino, ma l’impegno è senz’altro più impegnativo. L’Acqua San Bernardo sarà di scena a Sassari, già qualificata ai playoff ma ancora in lotta per un buon piazzamento e per il fattore campo. Dopo l’arrivo di Pozzecco gli isolani hanno trovato un grande entusiasmo che li ha portati a scalare la classifica in campionato e a vincere la Fiba Europe Cup. In Italia sono imbattuti da 8 partite e non perdono in casa dal 3 marzo.

Annuncio Pubblicitario

Anche i brianzoli però sono in fiducia e se dovessero vincere avrebbero un posto assicurato ai playoff. Con un po’ di fortuna Cantù potrebbe ritrovarsi addirittura quinta, incrociando l’Happy Casa Brindisi al primo turno. Oltre a vincere servirebbe il successo di Trento a Brindisi e la sconfitta di Trieste a Milano. C’è poi una seconda opzione, più complicata, con vittoria a Sassari di 10 o più punti e sconfitta di Trento, Trieste e Varese (a Bologna).

Possibile anche l’arrivo in sesta posizione, incrociando Venezia, se le tre squadre citate poco fa dovessero perdere e Cantù vincere con 9 o meno punti di scarto. L’Acqua San Bernardo sarebbe sesta anche se dovesse vincere Varese con Trento e Trieste sconfitte.

Sarebbe quasi scongiurato l’arrivo in ottava posizione e il derby con Milano, possibile solo con le vittorie di Trieste e Varese e la sconfitta di Trento.

Intrigante invece l’ipotesi settima posizione, che permetterebbe di incontrare Cremona al primo turno, battuta due volte su due in campionato. Una soluzione possibile con tutte le altre combinazioni.

Acqua San Bernardo
Con Nicola Brienza in panchina Cantù ne ha vinte 9 su 12

Cantù perde

Anche in caso di sconfitta non sarebbe tutto perduto. L’attenzione dovrebbe spostarsi sul PalaPentassuglia di Brindisi, dove l’Happy Casa dovrebbe battere Trento. Basterebbe questo per permettere alla squadra di Brienza di giocare i playoff. Molto probabilmente in questo caso l’accoppiamento sarebbe con Milano. In 7 degli 8 possibili arrivi in parità con Cantù e Trento perdenti i biancoverdi sarebbero infatti ottavi.

L’unica possibilità di arrivare settimi vede la vittoria di Trieste ad Assago e la sconfitta di Varese e Avellino, che gioca a Pistoia.

In sintesi, per arrivare ai playoff Cantù deve vincere, oppure sperare nella sconfitta di Trento. Per la posizione finale in classifica invece le possibilità sono veramente tante e contano il giusto. Almeno tre partite in più sarebbero già un grandissimo traguardo per un gruppo che merita di continuare a sognare.

Acqua San Bernardo
In caso di sconfitta Cantù tiferebbe per la Brindisi di Adrian Banks

Questione PalaDesio

Nei giorni scorsi è circolata una voce secondo cui, in caso di playoff, Cantù non avrebbe potuto giocare al PalaDesio. Dalla società fanno sapere che, vista la situazione di classifica di qualche mese fa, non si erano mossi per prenotare il palazzetto, ma che la richiesta è stata fatta subito dopo la partita con Torino. Grazie agli ottimi rapporti con il Comune di Desio sono sicuri che non ci saranno problemi di disponibilità.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Simone Dalla Francesca
Simone Dalla Francesca
Studente di Linguaggi dei media all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e giocatore di basket presso l'Antoniana Como. Fin da bambino ho sempre avuto due grandissime passioni. La prima è la pallacanestro, la seconda è scrivere. Scrivere di pallacanestro è dunque il mix perfetto!

Lascia un commento