Tommaso Goi, il sogno dura solo 40′: finale Team Canada-Oceláři Třinec

Tommaso Goi

Tommaso Goi la vera anima dell’attacco leventinese. L’Ambrì crolla dopo solo 40′ nella serata dove Zweger, D’Agostini e Sabolic non brillano.

Davos – Serata da dentro/fuori per l’Ambrì Piotta impegnato nella semifinale di Coppa Spengler con l’HC Oceláři Třinec. Una vittoria significherebbe giocare la finale di domani alle ore 12:00 con il Team Canada uscito vincitore nell’altra semifinale di Coppa oggi pomeriggio contro Tps Turku. Nessuna grossa variazione di linee rispetto alla vittoria con i finlandesi da parte di Cereda, se non Manzato al posto di Waeber e il rientro dell’infortunato Incir.

Tommaso Goi
Giacomo Dal Pian autore dell’1-0

Inizio vivace con i leventinesi già in forcing nello slot dei cechi, velocità di pattinaggio e gran lavoro alle assi è quanto i biancoblu mettono in mostra nelle prime fasi dell’incontro.  E alla prima vera opportunità passano in vantaggio al 4′ con Dal Pian servito al centro da Incir, abile il giovane ticinese a battere di prima intenzione Petr Kváča. Sembra non esserci partita, Oceláři troppo remissivo, Ambrì Piotta padrone assoluto del gioco e pericoloso in più occasioni con Wolski, Tommaso Goi, Miranda e Muller. Nulla da dire, l’Ambrì chiude nettamente il vantaggio il primo periodo, nonostante il solo punto di scarto non rispetti l’andamento della partita.

Tommaso Goi
Tommaso Goi sempre nel vivo dell’azione, una vera spina nel fianco

L’Oceláři si fa vivo dalle parti di Manzato già nelle prime fasi di secondo periodo approfittando di una superiorità numerica con Wolski out. Michal Kovařčík impegna il portiere leventinese che fa comunque buona guardia anche su un tiro di Milan Doudera. Poi è l’Ambrì ad alzare il ritmo e lo fa senza indugi, rendendosi pericoloso ben due volte con Tommaso Goi. Per veder i cechi occorre attendere il 32′ con un tiro di Štěpán Novotný, davvero poco ma nonostante ciò il risultato non si schioda dall’1-0. Le uniche emozioni un parapiglia davanti a Manzato e l’occasione mancata del raddoppio di Floran Douay a tu per tu con Kváča. Ma sul finire di periodo arriva in modo inaspettato  il pareggio di Michal Kovařčík al 39′. Rete beffarda che riporta l’incontro in perfetto equilibrio solo dal punto di vista numerico perché l’Ambrì qualcosa di troppo ha sprecato.

Annuncio Pubblicitario

Un Oceláři molto più intraprendente del solito mette sotto pressione il fortino di Manzato, in ben due riprese il portiere biancoblu deve opporsi agli insidiosi tiri avversari. I leventinesi sembrano sulle gambe, incapaci di ripartire, bloccati nel proprio slot incassano il raddoppio di Vladimir Draveck al 45′, lasciato libero di infilare Manzato con un colpo in backhand. Occorre aspettare fino al 51′ per vedere l’Ambrì uscire dal proprio terzo e ottenere il pareggio con Flynn abile a toccare il disco quanto basta su un tiro di Jelovac  per metter fuori causa Kváča. Da qui al sessantesimo nulla di eclatante, per cui over-time inevitabile. Basta solo un minuto a Matěj Stránský per chiudere la pratica, i leventinesi devono dire addio ai sogni di gloria, giocano solo due periodi lasciando il terzo agli avversari, con Sabolic, Zwerger e D’Agostini non pervenuti. Ora torna la realtà del campionato con il Losanna alla Vaudoise giovedì 2 gennaio.

Tommaso Goi: nella serata dove gli Sniper leventinesi non graffiano, il giovane italiano in ripetute occasioni sfiora la rete. Uno dei pochi a esser sempre nel vivo del gioco.

Tommaso Goi
Zwerger con D’Agostini e Sabolic: non pervenuti

Hc Ambrì Piotta  – HC Oceláři Třinec 2-3 dts: (1-0; 0-1; 1-1)

Reti: 1-0 04′:37” Giacomo Dal Pian (Patrick Incir, Floran Douay), 1-1 39′:14” Ondřej Kovařčík (Rostislav Martynek, Michal Kovařčík); 1-2 45′:25” Dimir Dravecký (Martin Gernát, Matěj Stránsk); 2-2 51′:06” Brian Flynn (Igor Jelovac); 2-3 61′:46” Matěj Stránský (Rostislav Martynek, David Musil)

Eisstadion Davos. – Attendance 6300 (sold out)

Referees Hebeisen/Salonen (SUI/FIN), Progin/Schischlo (SUI/RUS)

Hc Ambrì Piotta: Manzato; Fora, Dotti; Plastino, Jelovac; Ngoy, Pinana; Fohrler; Trisconi, Goi, Egli; Flynn, D’Agostini, Wolski; Miranda, Müller, Zwerger; Dal Pian, Sabolic, Douay; Incir.

HC Oceláři Třinec: Kvaca; Doudera, Gernat; Hrachovsky, Musil; Adamek, Zahradnicek; Haman; Stransky, Marcinko, Dravecky; Ondrej Kovarcik, Michal Kovarcik; Martynek; Chmielewski, Polansky, Adamsky; Novotny, Mikulik, Hrna; Szturc.
Game notes: Ambri without Bianchi, Conz, Hofer, Kneubühler, Kostner, Novotny and Rohrbach (all injured) and Moor, Mazzolini, Hinterkircher and Fischer (all healthy scratches).

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Capelli
Marco Capelli
Dalla magica notte di Davos..La maxi rissa di Ambrì..Il dramma di Schafhauser..La finale con quelli di "Lassù"..Gli olimpionici finlandesi di Torino 2006..i play-out..fino ad oggi con il ritorno ai vertici. Trent'anni di passione nata per gioco, ora sono qui a raccontarla.

Lascia un commento