Rally del Casentino: Porro sfiora la vittoria, sfortuna per i Re

Rally del Casentino

Una gara ricca di colpi di scena, decisa solo nel finale dalla prova più lunga e temuta. Si può descrivere così l’edizione 2019 del Rally del Casentino, che ha visto trionfare il vicentino Sossella sul filo di lana ai danni del comasco Porro.

La possibilità di vincere la gara si era infatti presentata praticamente inaspettata su un piatto non d’argento, ma comunque abbastanza invitante per essere coronato al meglio. Il tutto è stato condizionato dallo stop del leader fino a quel momento, Stefano Albertini, che proprio nel corso dell’ultima prova è stato costretto a fermarsi per cambiare una ruota. Non proprio la cosa migliore sui 36.11 km cronometrati notturni della “Talla”, prova da anni protagonista del Rally del Casentino e spesso, se non sempre, decisiva ai fini della classifica.

Rally del Casentino
Ci è andato vicino alla vittoria Paolo Porro, alla fine secondo al traguardo del Casentino

E naturalmente lo è stato anche in questo 2019, seppur con esiti negativi per Paolo Porro. Partito secondo sull’ultima ps, il comasco non è stato in grado di gestire il vantaggio accumulato su Manuel Sossella, complice una penalità di quaranta secondi comminata a quest’ultimo per un ritardo al controllo orario. Dal canto suo il vicentino è stato abile a ricucire lo strappo, andando a recuperare quasi trenta secondi nei confronti di Porro ed andandosi a prendere una sudata vittoria. In questa bagarre avrebbero potuto esserci anche gli altri due alfieri comaschi, vale a dire Re padre e Re figlio. La gara di quest’ultimo è stata condizionata da una foratura nelle prime fasi che gli ha fatto perdere un paio di minuti, con rimonta annessa per cercare di risalire la classifica.

Rally del Casentino
Gara sfortunata per Alex Re, con una foratura che ha condizionato la sua gara

Operazione riuscita fino alla sesta piazza, seppur non concretizzata al traguardo. Alessandro ha infatti preferito non giungere alla fine della corsa per prestare aiuto al padre, colpito da un malore proprio alla fine dell’ultima prova. Un vero e proprio colpo di sfortuna, dato che Felice avrebbe tagliato il traguardo in terza piazza assoluta. Cosa più importante è però la situazione fisica del veterano rallysta comasco tornata alla normalità dopo i controllo di rito. Il podio è stato quindi completato dall’altra Ford Fiesta Wrc di Gentilini-Zanchetta, con le World Rally Car tornate a farla da padrone nella serie Irc, almeno in questo Rally del Casentino. Merito, in parte, anche della sfortuna che ha afflitto il vincitore delle prime due gare dell’anno, Damiano De Tommaso. Una foratura ha costretto anch’egli alla rimonta, con il quarto posto finale artigliato con le unghie e con i denti complice un tempo sontuoso sull’ultima prova di Talla.

Annuncio Pubblicitario

Con il Rally del Casentino andato in archivio in questo modo imprevedibile quanto spettacolare, il prossimo appuntamento della serie International Rally Cup sarà sulle strade del Rally Internazionale del Bassano, valido come ultimo round nel weekend del 29-30 settembre.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Alessio Sambruna
Alessio Sambruna
Cresciuto a pane&motori, ho fatto ben presto dell’Autodromo di Monza la mia seconda casa. Fan delle due e quattro ruote, in particolare di rally. Abbino la mia passione per le competizioni motoristiche a quella della scrittura, facendo di esse i miei principali interessi.

Lascia un commento