Pietro Ruta è di bronzo, prima medaglia olimpica targata Como

pietro ruta

Insieme a Stefano Oppo, il comasco Pietro Ruta centra il gradino più basso del podio nella finale di doppio pesi leggeri di canottaggio.

Una medaglia tanto cercata, tanta voluta. Da parte di una coppia che in passato aveva sempre centrato le prime tre piazze sia alle manifestazioni europee che in quelle iridate. Mancava giusto la più importante, quella olimpica: eccola servita. Non si sono lasciati sfuggire questa ghiotta occasione il lariano Pietro Ruta e l’oristanese Stefano Oppo, rispettivamente alla terza e seconda partecipazione alla manifestazione a cinque cerchi.

In acqua due alla Sea Forest Waterway, ossia la baia di Tokyo ricavata all’interno di un canale artificiale, l’ormai collaudatissima coppia italiana ha concluso la propria finale in 6’14″30. Un tempo che non è stato sufficiente per avere la meglio rispetto all’imbarcazione dell’Irlanda e della Germania, ma comunque utile per tenere a bada il prepotente ritorno della Repubblica Ceca nella seconda metà di gara.

Teutonici che hanno provato a dettare il ritmo fino ai 1000 metri, poi il duo irlandese formato da Finton McCarthy e Paul O’Donoghue (autori del nuovo record del mondo in semifinale) è riuscito a prendere il sopravvento, chiudendo in 6’06″43. Un terzo posto che vale comunque tantissimo, considerati i ben 21 anni trascorsi da parte di un equipaggio dell’Italia nel doppio pesi leggeri senza salire sul podio. Bisogna infatti risalire a Sidney 2000 per ritrovare una medaglia, più precisamente d’argento, conquistata da Elia Luini e Leonardo Pettinari.

pietro
La medaglia mostrata da Pietro “Willy” Ruta sul proprio profilo Instagram

Palmares del canottiere di Gravedona che va dunque ad aggiornarsi. Il bronzo conquistato nella giornata odierna che si va a sommare a 1 oro e 4 argenti ottenuti ai Mondiali, mentre dagli Europei sono arrivati 1 oro, 1 argento e 2 bronzi. Insomma, una bacheca di assoluto valore per un ragazzo che fra una settimana spegnerà le trentaquattro candeline.

L’atleta delle Fiamme Oro non è l’unico lariano in lizza nella rassegna giapponese. Sempre nel canottaggio, è arrivato il sesto posto nella finale B per Aisha Rocek nel due senza femminile. Nel torneo di volley è invece impegnato il centrale della Lube Simone Anzani, originario di Bizzarone. Grande attesa per la cabiatese Eleonora Giorgi, che correrà i 20 km di marcia in programma venerdì 9 agosto. Tra le comasche d’adozione, invece, ha già concluso la sua avventura olimpica la schermitrice Arianna Errigo, mentre nel salto in alto Alessia Trost proverà a conquistare la finale giovedì 5 agosto.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

One thought on “Pietro Ruta è di bronzo, prima medaglia olimpica targata Como

Lascia un commento