Palasport Parini, lavori in arrivo. Quale casa per Libertas e Pgc?

palasport parini

Partiranno a giugno i lavori di ammodernamento del Palasport Parini di Cantù. Per almeno una stagione la Libertas e il Pgc dovranno giocare altrove. In lizza il Palasampietro e il palazzetto di Alzate Brianza.

Si avvicina a grandi passi l’intervento a cui sarà sottoposta una delle strutture sportive tra le più importanti del città canturina. Infatti, tra poco più di tre mesi, presso il Palasport Parini inizieranno dei lavori di riqualificazione energetica. Nello storico impianto inaugurato nell’ormai lontano 1956, si procederà soprattutto a effettuare delle opere di impermeabilizzazione e a installare nuovi impianti termici e di condizionamento, in maniera tale da rendere quanto più moderno il complesso e adattarlo alle più svariate esigenze delle società utilizzatrici.

Quest’ultime dovranno dunque, almeno temporaneamente, spostare la loro attività altrove. Le alternative attualmente percorribili sono due: il Palasampietro di Casnate con Bernate e il palazzetto di Alzate Brianza. In attesa di buone nuove su questo fronte, c’è sicuramente la Libertas del presidente Ambrogio Molteni, attualmente impegnata nel campionato di volley maschile in A2.

Ma anche il Progetto Giovani Cantù di Antonio Munafò, il quale non nasconde la sua preferenza: “Ci stiamo interfacciando con l’amministrazione, che sta cercando di garantirci una soluzione. Speriamo nel Palasampietro, per noi sarebbe perfetto anche se non dovesse essere ripristinata la piena capienza. Certo, bisognerebbe trovare la quadra anche a livello economico poiché sarebbe abbastanza dispendiosa come scelta”.

Annuncio Pubblicitario

A tal proposito abbiamo sentito Edgardo Arosio, assessore ai Lavori Pubblici del comune di Cantù: “Ci stiamo adoperando per trovare una soluzione. Per l’ammodernamento del Palasport Parini faremo un’operazione importante per rendere maggiormente accogliente una struttura che innanzitutto è la casa del basket. Il cantiere partirà a giugno, faremo di tutto per fare il più in fretta possibile e far giocare ai club una sola stagione altrove”.

palasport parini
Edgardo Arosio

Un’esigenza, quella di avere degli impianti maggiormente adeguati alla pratica sportiva, che certamente non è una novità di questi giorni, con l’ex sindaco a fare una disamina più approfondita: “Purtroppo la crisi del 2008 ci ha messo in ginocchio anche sotto questo aspetto, inoltre ha influito molto il patto di stabilità dettato all’epoca da Mario Monti. Faremo il massimo per dare dei centri sportivi all’altezza della Città di Cantù”. Ma per la decisione su dove traslocare, sembrerebbe ci sia bisogno ancora di qualche settimana, nonostante per la prossima sia previsto un incontro tra lo stesso Arosio e i massimi dirigenti delle due società coinvolte. “Credo che arriverà verso la fine di marzo, ora mi sembra ancora prematura. Anche perché dovremmo tener conto delle eventuali novità che potrebbero arrivare dal fronte Pallacanestro Cantù“.

Si perché, difficilmente sarebbe sostenibile la soluzione Palasampietro per le sole Libertas e Pgc. A quel punto la sede di Alzate Brianza diverrebbe la più naturale. A fare il punto della situazione, ci ha pensato anche Fabio Bulgheroni, sindaco di Casnate con Bernate. “Io e l’assessore Edgardo Arosio ci siamo visti settimana scorsa, credo ci aggiorneremo nuovamente a metà della prossima. Ho sul tavolo anche la richiesta protocollata da parte del Comune di Como, per ora la tengo in stand-by. Ma di sicuro la convenzione dovrà essere minimo della durata di tre anni”.

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento