Matt D’Agostini centra i play-off, che l’avventura abbia inizio

matt d'agostini

Matt D’Agostini on fire, a segno a Zugo e nella vittoria con i Lakers. Playoff contro il Bienne, da sabato sarà un’altra storia, magari a lieto fine.

Zugo  – Trasferta dolce e amara per i leventinesi perché nonostante la sconfitta è arrivata la tanto sperata qualificazione ai play-off.  L’avversario non era certo idoneo a scendere a compromessi, anzi memore della pessima figura rimediata in casa nell’ultimo scontro, lo Zugo ha messo in chiaro fin sa subito il programma della serata. Protagonista assoluto Everberg con una doppietta e Martschini, dall’altra parte un Matt D’Agostini autore del provvisorio pari in short-end e risolutore finale dei recenti incontri. La prestazione leventinese non è stata di buon livello a parte qualche sprazzo come in occasione del pari, lo Zugo ha tenuto i ritmi sempre alti e per l’Ambrì non è stato facile chiudere gli spazi. A parte ciò  la qualificazione ai play-off è arrivata con una giornata di anticipo e ora sotto con il Rapperswil per festeggiare.

matt d'agostini
Pessima prova alla Bossard Arena per i leventinesi

Ev Zugo – Hc Ambrì Piotta; 3-1 (1-0, 1-1, 1-0)

Reti: 13’55’’ Martschini (Diaz) 1-0; 24’40’’ D’Agostini (Kubalik) 1-1; 25’21’’ Everberg (Alatalo, Martschini) 2-1; 50’51’’ Everberg (Roe) 3-1.

Annuncio Pubblicitario

Ambrì: Manzato (20’ Conz); Ngoy, Plastino; Guerra, Fischer; Jelovac, Fora; Dotti; Hofer, Novotny, Matt D’Agostini; Zwerger, Müller, Kubalik; Bianchi, Kostner, Trisconi; Lauper, Goi, Incir, Rohrbach.

Penalità: EVZ 6×2’ HCAP 7×2’

Note: Bossard Arena 6816 spettatori. Arbitri: Hebeisen, Dipietro, Wüst, Progin.

matt d'agostini
Vittoria non senza qualche sofferenza con il Rapperswil

Ambrì – I leventinesi festeggiano davanti al loro pubblico la qualificazione ai play-off dopo cinque anni e lo fanno con qualche sofferenza di troppo. Infatti il Rapperswil per quanto ultimo in classifica ha dato filo da torcere agli uomini di Cereda, i fantasmi con il Davos si sono ripresentati ma ricacciati con molto solerzia. In vantaggio di due reti grazie a Kubalik e Matt D’Agostini,  si fanno raggiungete per poi ripassare avanti con Zwerger, Kostner e riaccorciare dai Lakers con Casutt. Fortunatamente la corsa degli ospiti finisce qui,  l’Ambri vince, si conferma al sesto posto e se la dovrà vedere con il Bienne, sua vera bestia nera in questa stagione. Appuntamento sabato 9 marzo alla Tissot Arena.

Hc Ambrì Piotta – Scrj Rapperswil: 4-3 (2-1, 1-1, 1-1)
Reti: 10’19” Kubalik (Zwerger, Plastino) 1-0; 11’43” Matt D’Agostini (Plastino, Hofer) 2-0; 14’09” Knelsen (4c5!) 2-1; 26’23” Welman (Gähler) 2-2; 37’14” Zwerger 3-2 (4c5!); 46’36” Kostner 4-2; 48’20” Casutt (Mosimann) 4-3;
Ambrì: Conz; Ngoy, Plastino; Guerra, Fischer; Jelovac, Fora; Dotti. Hofer, Novotny, D’Agostini; Kubalik, Müller, Zwerger; Incir, Kostner, Trisconi; Lauper, Goi, Rohrbach; Mazzolini.
Penalità: 7×2′ contro entrambe le squadre
Note: Valascia, 5’456 spettatori. Arbitri: Stricker, Mollard; Gnemmi, Wolf

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Marco Capelli
Marco Capelli
Dalla magica notte di Davos..La maxi rissa di Ambrì..Il dramma di Schafhauser..La finale con quelli di "Lassù"..Gli olimpionici finlandesi di Torino 2006..i play-out..fino ad oggi con il ritorno ai vertici. Trent'anni di passione nata per gioco, ora sono qui a raccontarla.

Lascia un commento