Lino Martschini vede rosso: hat-trick e Ambrì al tappeto

Lino Martschini

Lino Martschini autore di un hat-trick manda al tappeto un Ambrì che sembra aver perso lo smalto pre natalizio. Solo Kubalik si distingue in una serata da dimenticare. 

Zugo – Inizio di nuovo anno in trasferta per i leventinesi , si fa visita alla capolista in quel di Zugo. Entrambe le squadre recuperano i reduci della Spengler, per i leventinesi Manzato e Lerg, per i Tori Dario Simion. Trasferta delicata dopo l’ultima partita sempre fuori casa coincisa con una sconfitta in terra grigionese ai rigori, della contesa non fa parte Lerg,  straniero in sovrannumero per Cereda.

Lino Martschini
Daniel Manzato, questa sera lascia spazio a Conz

Nei primi 20′ sono stati i padroni di casa a proporre gli argomenti migliori; i leventinesi  mai pericolosi dalle parti di Stephan, sono stati bravi a resistere in diverse circostanze al sempre pungente powerplay dello Zugo, capitolando al 19′  grazie a una conclusione di Suri deviata da Lauper che inganna un Conz per venti minuti senza sbavature.

Lino Martschini
Reto Suri sblocca l’incontro allo scadere della prima sirena

Non è serata per i biancoblù che incassano il 2-0 al 26′ con Lino Martschini, protagonista di una bell’azione nel terzo di difesa ospite. Il gol sembra aver dato la sveglia agli uomini di Cereda che vanno vicino alla prima rete in due occasioni con Novotny e Kubalik. Ma è stato un fuoco di paglia, visto che nel giro di un minuto, Alatalo al 35′ e nuovamente Lino Martschini al 36′ fanno a pezzi la difesa ospite  a dir poco statica. Sul filo della seconda sirena, il solito Kubalik al 39′ in doppia superiorità numerica mettendo a segno la prima rete biancoblu  (espulsi Alatalo e Morant) in doppia superiorità numerica. 

Annuncio Pubblicitario

Nell’ultimo periodo  i ragazzi di Dan Tangnes hanno gestito con ordinaria tranquillità il vantaggio, per  i leventinesi un’occasionissima per Bianchi e un palo di D’Agostini, ma lo Zugo è di un’altra categoria.  Zehnder al 51′ e ancora Lino Martschini al 52′ hanno chiuso il discorso in modo alquanto impietoso, solo Plastino al 54′ sigla il secondo punto ospite. Pessimo risultato in casa biancoblu, soprattutto in vista della prossima sfida ancora in trasferta per il quinto derby stagionale contro il Lugano.

Lino Martschini
Benjamin Conz sostituto da Manzato dopo il 4-0

 Ev Zugo – Hc AmbrÌ Piotta: 6-2 (1-0, 3-1, 2-1)
Reti: 19’05’ Suri (Diaz) 1-0; 26’54” Martschini (Albrecht) 2-0; 35’34” Alatalo (Suri, Wideström) 3-0; 36’39” Martschini (Thiry) 4-0; 39’56” Kubalik (Plastino, Novotny, 5c3). 51’01” Zehnder (Diaz) 5-1; 52’02” Martschini (Suri, McIntyre, 5c4) 6-1; 53’48” Plastino (D’Agostini, Novotny, 5c4) 6-2. 
Ambrì: Conz;NgoyPlastino; Guerra, Fischer, Jelovac, Fora; Kienzle; D’Agostini, Novotny, Hofer; Kubalik, Müller, Zwerger; Bianchi, Kostner, Rohrbach; Lauper, Goi, Kneubühler; Mazzolini. 
Penalità: 4×2′ Zugo; 6×2′ Ambrì.
Note: Bossard Arena, 7’200 spettatori. Arbitri: Tscherrig, Urban; Fuchs, Schlegel

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Marco Capelli
Marco Capelli
Dalla magica notte di Davos..La maxi rissa di Ambrì..Il dramma di Schafhauser..La finale con quelli di "Lassù"..Gli olimpionici finlandesi di Torino 2006..i play-out..fino ad oggi con il ritorno ai vertici. Trent'anni di passione nata per gioco, ora sono qui a raccontarla.

Lascia un commento