Johnny Kneubuehler sempre sul tabellino dei marcatori

hofer
[ethereumads]

Johnny Kneubuehler a segno con Gottéron e Berna, sempre pungente ma per l’Hcap soltanto un punto ai rigori.

Bollettino Ambrì – Gli ultimi due weekend non hanno sorriso all’Hcap, in entrambi uscito sconfitto ma con la consolazione quantomeno di avere raccolto comunque sia un punto. Venerdì sera con i burgundi e ieri sera con il Berna la fortuna certo non ha dato una mano ai leventinesi ma a onor del vero occorre anche segnalare il fatto che a più riprese hanno sprecato diverse opportunità per poter girare l’incontro a proprio favore.

Johnny Kneubuehler
Heim decisivo con il Berna a pochi secondi dal termine per il 3-3

Se con il Gottéron i biancoblù si erano portati in vantaggio subendo poi il ritorno degli ospiti, abili anche a siglare la rete del definitivo vantaggio in shorthand con Jorg, con il Berna le cose sono andate un po’ diversamente. Infatti alla Postfinance Arena si è visto un Hcap sempre a inseguire i padroni di casa, ma scaltro per caparbietà a riacciuffare ogni qualvolta la rete degli orsi. Soprattutto negli ultimi secondi finali dell’incontro col l’uomo in più sul ghiaccio. Kneubuehler, Pestoni e Heim sono stati i marcatori dei biancoblu contro gli orsi.

Johnny Kneubuehler
Hofer, giovane attaccante promettente e decisivo nello scacchiere di Cereda

Mattatore della due giorni tra le file degli uomini di Cereda è stato Johnny Kneubuehler come nel weekend con Kloten e Tigers lo e’ stato Valentin Hofer. Infatti il giovane attaccante biancoblu, intraprendente come sua abitudine, ha siglato il proprio nome sul tabellino dei marcatori nella due giorni e mancando anche a più riprese altre occasioni che avrebbero potuto girare gli incontri a favore della propria compagine.

Ennesima dimostrazione di come le linee dell’Hcap siano alquanto competitive, in grado di mettere chiunque nella condizione di poter far bene e dopo Hofer è stato il suo turno. Luca Cereda e’ stato in grado di amalgamare bene i suoi ragazzi e di dare loro le giuste opportunità, tale fiducia che poi è stata ricambiata nel migliore dei modi da parte dei protagonisti.

Per il resto c’è anche da dire che se l’Hcap con il Gotteron avesse vinto nessuno avrebbe potuto dire nulla ma in questo momento c’è qualche incertezza di troppo che sta costando abbastanza cara. Nulla di toglie a quanto di buono sta facendo e al fatto che comunque sia ogni qualvolta si e’ trovato di fronte avversari di pari livello o superiori, ha comunque cercato di ottimizzare tutto ciò che si poteva.

Johnny Kneubuehler
Pestoni mette la firma per il 2-2 contro il Berna

Una sconfitta al supplementare con gli orsi ci può stare, un punto comunque guadagnato che in ogni caso muove la classifica in vista anche della prossima sfida di martedì sera sempre in trasferta questa volta con il Davos dell’ex Fora.

Ormai l’Hcap è una realtà destinata almeno in questa stagione a essere una vera e propria antagonista e lo sta dimostrando partita dopo partita. A parte l’unico scivolone pesante con il Bienne, in tutte le altre occasioni in cui è uscito sconfitto comunque sia non è mai stato surclassato.

E comunque i dettagli a volte hanno fatto la differenza per capitalizzare l’intera posta. Anche da una sconfitta si puo’ uscirne anche non a mani vuote, un punto anche sulla distanza potrebbe fare la differenza. A dimostrazione del fatto che Cereda cerca di lasciare nulla al caso, si può vincere al supplementare oppure ai rigori come si può anche perdere, questa è la legge dell’hockey, l’importante è essere sempre lì a lottare.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Capelli
Dalla magica notte di Davos..La maxi rissa di Ambrì..Il dramma di Schafhauser..La finale con quelli di "Lassù"..Gli olimpionici finlandesi di Torino 2006..i play-out..fino ad oggi con il ritorno ai vertici. Trent'anni di passione nata per gioco, ora sono qui a raccontarla.

Lascia un commento