Jason Fuchs un vero incubo per l’Hcap e non è venerdì 13

jason fuchs

Jason Fuchs a segno contro la sua ex squadra, l’Hcap rimedia solo nella prestazione alla brutta sconfitta di gara 1, ma non basta contro un cinico Bienne. 

Bienne – I festeggiamenti alla Valascia con il Rapperswil sono ormai uno sparuto ricordo, per i leventinesi la prima sfida di play-off con il Bienne ha confermato i seelander vera bestia nera di questa stagione. La post-season non è iniziata nel migliore dei modi, dopo un anche un buon approccio con un Kubalik a impensierire Hiller, il Bienne ha alzato il ritmo di quel tanto necessario per infilare un uno-due con Diem e Jason Fuchs. Il paradosso è stato il fatto che il doppio vantaggio ha galvanizzato ancor di più i padroni di casa. Solo un Conz in serata ha evitato il tracollo, tuttavia dove non è arrivato il portiere leventinese, il ferro ha fatto la sua parte come in occasione del tiro di Rajala. Solo sul finire è arrivata la rete bianco blu di Fisher con Conz out. Punto poi pareggiato da quello di Kunzle subito dopo per il 3-1 definitivo.  L’Ambrì esce male dalla Tissot Arena, ma ha tutti i mezzi per riportare la serie in parità già in gara2 alla Valascia.

Jason Fuchs
Trasferta amara per i leventinesi alla Tissot Arena

Ehc Bienne – Hc Ambrì Piotta: 3-1 (2-0, 0-0, 1-1)
Reti: 7’12” Diem (Moser, Rajala) 1-0; 16’06” Fuchs (Earl, Sataric) 2-0; 59’45” Fischer (Kubalik, Zwerger) 2-1; 59’55” Künzle (Forster) 3-1.
AMBRÌ: Conz; Ngoy, Plastino; Guerra, Fischer; Jelovac, Fora; Dotti; Hofer, Novotny, D’Agostini; Kubalik, Müller, Zwerger, Bianchi, Kostner, Trisconi; Lauper, Goi, Incir; Rohrbach.
Penalità: Bienne 1×2′; Ambrì 4×2′.
Note: Tissot Arena, 6’521 spettatori. Arbitri: Stricker, Kaukokari, Kaderli, Altmann.

Jason Fuchs
Per i Leventinesi non e’ serata nonostante la bella prestazione

Ambrì – Occorreva rimediare alla brutta prestazione di sabato  e così è stato.  La prestazione del collettivo è stata buona ma il risultato finale non ha sorriso comunque ai bianco blu. Occorre evidenziare che gli uomini di Cereda hanno messo tanto cuore, ma è altrettanto vero che il Bienne ha avuto quel qualcosa in più che gli ha permesso di recuperare lo svantaggio per mano di Hofer e Kubalik, con Rajala e Hügli dopo il vantaggio iniziale di Jason Fuchs. Sconfitta che sa di beffa perché arrivata nei minuti finali, ma il Bienne è stato cinico quanto basta per mettere le cose al loro posto. Le serie svolta a favore dei seelander, gara a 3 a giovedì 12 marzo sarà un crocevia fondamentale per i leventinesi.

Annuncio Pubblicitario

Hc Ambrì Piotta – Ehc Bienne: (0-0, 1-1, 1-2)
Reti: 24’35’’ Jason Fuchs (Diem) 0-1; 36’56’’ Hofer (Kubalik, Zwerger) 1-1; 46’32’’ Kubalik (Guerra, Zwerger) 2-1; 48’19’’ Rajala (Pouliot) 2-2; 57’37’’ Hügli (Schmutz) 2-3.
Ambrì: Conz; Ngoy, Plastino; Guerra, Fischer; Dotti, Fora; Jelovac; Hofer, Novotny, D’Agostini;
Kubalik Müller, Zwerger; Bianchi, Kostner, Trisconi; Lauper, Goi, Rohrbach; Mazzolini.
Penalità: HCAP 5×2’ EHCB 3×2’
Note: Valascia 6’090 spettatori. Arbitri: Hebeisen, Salonen, Kaderli, Gnemmi

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Marco Capelli
Marco Capelli
Dalla magica notte di Davos..La maxi rissa di Ambrì..Il dramma di Schafhauser..La finale con quelli di "Lassù"..Gli olimpionici finlandesi di Torino 2006..i play-out..fino ad oggi con il ritorno ai vertici. Trent'anni di passione nata per gioco, ora sono qui a raccontarla.

Lascia un commento